FEAR THE WALKING DEAD - Recensione episodio 2x12


Che puntata zombettini putridi! Tutti i nodi stanno venendo al pettine e si cominciano a intravedere spunti del ricongiungimento di tutti i membri del gruppo iniziale. Ripercorriamo l'episodio commentando insieme i momenti salienti di questa 2x12.





S02E12
Titolo: "Pillar of salt"
Scritto da: Carla Ching
Diretto da: Gerardo Naranjo
Voto: 9/10


JUST FEAR
La puntata comincia fin da subito con un pathos estremo: vediamo una famiglia che sta scappando dalla colonia e che con fermezza si dirige verso il muro di erranti. Non vorranno mica sacrificarsi e la piccola bimba con loro! Esatto non vogliono, ma che paura ho avuto al solo pensiero... il padre uccide un errante e i tre componenti della famiglia si ungono prontamente col suo sangue. Possono così attraversare il muro inosservati e uscire dalla colonia. Sembra che il pericolo sia superato, e invece il peggio deve ancora arrivare: l'uomo viene riconosciuto dalla gang del supermercato e tutta la famiglia è costretta a seguirli... la bimba è immersa nel terrore totale. I sequestratori vogliono l'ossicodone e non credono alla loro versione della storia, e cioè che sono

scappati dalla colonia. Quando la comunità si accorge che la famiglia se n'è andata, Nick e Luciana si offrono volontari per andare al Pellicano a prendere l'acqua al posto di Francisco (l'uomo che è scappato) e del suo partner. Prima però comunicano l'accaduto ad Alejandro, il quale non si dimostra per nulla felice della notizia. Emerge davvero il suo lato oscuro, come ci aveva avvertito la sinossi ufficiale qualche giorno fa, e proibisce a tutti di lasciare la colonia fino a ulteriori suoi ordini. Nick sembra piuttosto contrariato da questa decisione: è uno spirito libero, è rimasto credendo di potersi esprimere al meglio, di fare ciò che sentiva e riteneva giusto, e questa imposizione lo lascia perplesso. Ne discute poi con Luciana, la quale lo rimprovera di non essere grato ad Alejandro. Siccome è stata lei a condurlo lì, è lei al comando e ha deciso che lo scambio non si farà, che devono dare retta al farmacista. Avete notato quanto Nick
somigli a Madison nell'analizzare le situazioni? Questa caratterizzazione così legata dei due personaggi mi è piaciuta tantissimo e continua ad affascinarmi il modo in cui, pur essendo diversi, si rispecchino l'uno nell'altra. Lo stesso discorso possiamo ovviamente farlo anche per quanto riguarda Alicia, che cerca disperatamente di essere come il fratello e la madre, di seguir  le loro orme. Ecco forse lei è la meno definita in questo senso, perchè non riesce a definirsi neppure con se stessa. Nick si accorda in segreto con Reynaldo e decidono di fare lo scambio con Marco e la gang la sera. Capiamo presto che sarà troppo tardi: Antonio e Marco spiano con un cannocchiale Nick: hanno trovato la colonia!.


SHE'S ALIVE
Il primo colpo di scena dell'episodio arriva con una naturalezza disarmante. Vediamo Ofelia viva e vegeta [veramente ha preso lei il camioncino] e solo dopo qualche secondo realizziamo che era dalla mid season premiere che non ne avevamo notizie. Ora vogliamo assolutamente sapere tutto di lei! Con un martello in mano, si avvia a ripulire un ristorante messicano che trova sulla sua strada. Il modus operandi ormai lo conosciamo fin troppo bene: aprire le porte, fare rumore per attirare eventuali zombie nascosti, ucciderli, ripulire ogni stanza e infine recuperare provviste e oggetti utili. Unico limite davanti a lei è l'oceano, lo stesso che le porta alla mente ricordi piacevoli e nostalgici allo stesso tempo, ricordi del suo fidanzato che accetta un nuovo lavoro nel New Mexico, ricordi di quel

fidanzato che le ha chiesto di sposarlo e seguirlo nella sua nuova avventura. Sappiamo già che Ofelia non lo farà, presumibilmente per restare con i genitori che l'inglese lo sanno poco e che contano su di lei. Il flashback continua e ci mostra Ofelia, tornata a casa, che parla con la madre. Vuole dirle ciò che è successo con il suo fidanzato ma ha paura e prende il discorso alla lontana, chiedendole come ha capito che suo padre era l'uomo giusto. La risposta della madre è fondamentale e cambia tutto: fa da ponte tra il passato e il presente. I suoi genitori vengono da un luogo duro e il loro carattere è stato temprato da questo. Ma hanno fatto di tutto per la figlia, per evitare che vivesse in mezzo al sangue e al dolore e agli orrori del mondo. Ed è proprio ricordando queste parole che Ofelia bacia
la sua croce e finalmente capisce ciò che la madre voleva dire. L'atto più potente di amore è proteggere chi si ama dal marcio del mondo, e lei ora è circondata da quel marcio, lo sta vivendo in prima persona. E allora può capire. Si rimette in cammino e sembra che voglia ritornare negli Stati Uniti, in  quel posto dove i suoi genitori l'hanno portata per tenerla al sicuro.



A NEW BEGINNING
Nel frattempo all'hotel una nuova comunità sta nascendo: hanno costruito un perimetro, seminato la terra, avviato l'elettricità e a cimentarsi in una serie di attività utili (come la pesca) e piacevoli (come il surf). Ed è proprio durante una lezione di surf che Alicia comincia a parlare di Nick con Hector. Sentirle dire 
mi manca chi era ma non sono sicura che mi manchi chi è ora
è stato un colpo al cuore, ma d'altronde come biasimarla?Credo che sia una reazione normale da parte di una sorella che ha sempre cercato di seguire le orme del fratello (finchè non ha iniziato a drogarsi s'intende). E da questo discorso emerge che il ragazzo con cui sta parlando ha un fratello rintanato in un posto di stramboidi a Tijuana... solo a me si è accesso un campanellino di allarme nel cervello? Ancora una volta l'idillio finisce quasi subito nel momento in cui Victor viene

pugnalato dalla madre di Jessica, Ilene, palesemente arrabbiata perchè lui le ha portato via la figlia.
Comprendo il dolore ma questo è un po' estremo
Strand hai detto ad alta voce quello che stavamo pensando tutti! Madison si dimostra da subito una leader risoluta: Ilene dev'essere tenuta sottochiave a tempo indeterminato. L'alternativa sarebbe esiliarla, ma ciò potrebbe compromettere l'equilibrio della comunità appena formatasi. La regola d'oro del gruppo sarà niente violenza tra i suoi membri, pena l'allontanamento dall'hotel. Tutti i presenti si mostrano d'accordo; la mossa successiva è andare con Elena in un posto che conosce in cui si possano recuperare delle medicine per Victor. Mentre sono in viaggio il dubbio mi attanaglia sempre di più: prima Hector dice di avere un fratello in una comunità di stramboidi, ora Elena dice che ha litigato col nipote perchè voleva che andasse con loro per ricongiungersi col fratello... insomma tutto sembra portare dritto dritto alla colonia, e quindi a un probabile incontro di Madison con Nick. La mia falsa intuizione viene quasi subito smentita: il fantomatico fratello si è unito alla gang e ha portato con lui tutti i farmaci. 
Ha preferito loro a noi, Hector non lo perdonerà mai per questo
Vi sembra famigliare? In un certo senso è la stessa cosa che ha fatto Nick con Madison e Alicia. E' quindi per un soffio che Madison non incontra Nick [se solo Alejandro gli avesse permesso di fare lo scambio!]. I loro mondi entrano comunque in contatto dal momento che mentre consegnano ad Antonio pesce e ghiaccio, sentiamo in sottofondo le urla di Marco che sta interrogando la famiglia scappata dalla colonia: vuole sapere la posizione di quel luogo e se è un posto sicuro. Elena traduce a Madison la conversazione e la donna fin da subito capisce che quelle persone sono collegate a Nick...  un gringo dai capelli disordinati che porta loro la droga, chi altro potrebbe essere? L'istinto materno ancora una volta la mette in pericolo e la spinge ad andare da loro a chiedere informazioni per trovarlo. Francisco e la moglie non possono ovviamente risponderle altrimenti esporranno la posizione della colonia anche a Marco e alla gang. Questo si sta insospettendo del fatto che ancora nessuno sia arrivato con l'ossicodone... forse alla fine aveva ragione Nick ad andarci comunque. Nel frattempo Alicia si
prende cura di Victor e i due hanno una bellissima conversazione riguardo al suo prendersi cura degli altri molto più che di  se stessa e del rapporto complicato che ha con la madre. 
A: Mi sono cresciuta da sola. Aiutavo tutti gli altri. Sono stata un medico per Nick: disintossicazione, astinenza... e poi mio padre. V: E tua madre? A: Era molto occupata. V: Adesso è tutta tua. A: sì ma non volevo che accadesse così. Non sono ancora sicura che lei mi veda davvero V: Allora fai in modo che lo faccia.
Quando ritornano Elena riassume ad Alicia cosa è successo e la ragazza si infuria con la madre perchè ha riacceso il generatore nel bel mezzo della notte, rendendo chiaro a tutti che l'hotel è abitato. Ancora una volta si sente persa, confusa, messa da parte. E' naturale che una madre voglia avere accanto entrambi i figli, e nessuno può darle torto, ma capisco anche il bisogno di Alicia di sentirsi abbastanza per una volta agli occhi di Madison.
M: Tuo figlio è sempre tuo figlio. A: Io sono tua figlia. Nick ha scelto ciò che c'è là fuori al posto nostro. M: Forse ha cambiato idea. A: Io non ho mai cambiato idea. Io sono qui. Perchè non ti basta?
L'espressione di Madison mi ha lasciata di stucco, è come se per la prima volta avesse capito quello che prova Alicia e allo stesso tempo pensasse "okay va bene ti senti così ma io voglio comunque Nick non mi interessa". Dopo questo momento cruciale, l'ultima scena ce ne mostra un altro: l'insegna luminosa ha fatto il gioco di Madison, e cioè arrivare ad essere vista dalla persona che ama... soltanto che invece di Nick, ci troviamo di fronte Travis, il quale si dirige subito verso l'albergo. E' apparentemente solo, che abbia lasciato Chris con i tre fratelli incontrati lungo la strada? Sembra una strana decisione soprattutto dopo tutti gli sforzi fatti per trovarlo, ma ha un suo senso se pensiamo alla piega che hanno preso gli eventi l'ultima volta che li abbiamo visti

Alla prossima recensione,
Daria


Photo credit: AMC, Tumblr
Affiliate:
SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per AMERICAN HORROR STORY, EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Daria Schiavolin

0 commenti: