DOCTOR WHO: Il club degli ex-Dottori.



 
Tennant e Moffat ci spiegano come riuscire a vivere felici dopo aver interpretato un ruolo straordinario!








Gli attori che hanno interpretato il ruolo principale in Doctor Who appartengono ad un club decisamente esclusivo, sono infatti solo nove gli uomini ancora in vita che sono entrati nei panni (presumibilmente più grandi all’interno) del signore del tempo.
Si è venuto a sapere che alcuni ex-Dottori si tengono a portata di mano se ad uno dei loro serve un supporto emotivo, infatti sia David Tennant che Matt Smith hanno offerto il loro aiuto quando Peter Capaldi ha annunciato la decisione di lasciare la serie.



“Credo che sia una decisione piuttosto sconvolgente per lui”, ha commentato Steven Moffat ad SFX a proposito della decisione di Capaldi di lasciare lo show per Natale “Per tutti i Dottori è stata una decisione emotivamente sconvolgente. Tutti l’hanno trovato molto difficile”.
”So che David e Matt si sono messi in contatto con lui nel momento stesso in cui lo sono venuti a sapere, perché decidere di lasciare quel ruolo non è una cosa da niente. Contemporaneamente, nel momento stesso in cui ottieni la parte sai che quel giorno arriverà. E se tu sei scozzese probabilmente ci pensi due volte tanto! Tutto questo avrà una fine”.
Moffat, ha anche parlato del tempo passato da Capaldi in questo ruolo rispetto alla durata in carica dei Dottori precedenti. “Lungo la storia di Doctor Who ci sono stati solo due Dottori che hanno fatto più di tre stagioni, e i primi tre anni sono stati sicuramente i migliori”
“Quindi esiste una logica nei tre anni. E un attore brillante e di valore come Peter, l’ha sicuramente capito. L’ha concluso. Ha portato a termine il lavoro. E ora può andare avanti e farne un altro.”

Moffat ha inoltre parlato di quanto trovi frustranti le limitazioni di budget della serie, di come “ (non) penso sia buono come potrebbe essere” poi ha continuato dicendo ”C’è  una sorta di credenza comune che  Doctor Who sia il piccolo ingranaggio con infinite possibilità, un piccolo spettacolare show Britannico” inoltre “Ma  in realtà è uno dei giganti. E’ uno tra i peggio finanziati dei giganti nonostante operi agli stessi livelli. Perché? E’ un fenomeno di massa.”

Moffat ha spiegato che nonostante Doctor Who abbia un budget più alto di altre produzioni, se messo a confronto con altri spettacoli con lo stesso pedigree impallidisce, limitando quindi le ambizioni della serie. “Abbiamo un budget buono” ha detto ”Ma abbiamo sicuramente un budget inferiore ad altri spettacoli che all’apparenza sembrano meno costosi. Non abbiamo un top budget, non per gli standard di un colosso mondiale.” Concludendo ha detto “Non penso sia buono come potrebbe essere, vorrei più di tre mostri in scena alla volta”.  Incrociamo le dita e speriamo che le sue ambizioni vengano realizzate!




Possiamo immaginare che David Tennant sappia un cosa o due su quello che significa essere il Dottore, dopo aver viaggiato nello spazio e nel tempo con il TARDIS per cinque anni. In un’ intervista al “The Andrew Marr Show”, all’attore quarantacinquenne è stato chiesto cosa vorrebbe dire a chiunque stia per intraprendere questo ruolo iconico.
“Doctor Who appartiene al nostro bagaglio culturale, ed è un grandissimo onore farne parte” ha spiegato “Ma è anche una responsabilità e questo cambia la tua vita. Ti apre moltissime porte. Arriverò ad essere nel West End e questo è dovuto in buona parte al fatto che Doctor Who mi ha portato un nuovo pubblico. Ma è un’impresa, ed è disperatamente eccitante per chiunque sarà il prossimo…ma sì, l’importante è prendere un bel respiro”

Marr quindi gli ha chiesto se lui sapesse chi sarebbe stato il prossimo ad interpretare il Dottore, e Tennant ha chiuso subito il discorso il discorso dicendo: “Non lo so.. ma anche se lo sapessi non lo direi!” Noi pensiamo sappia qualcosa, ma che non se la sia fatta sfuggire… 


All’attore sono state fatte anche domande sul finale della serie Broadchurch che viene trasmessa da ITV, nel quale interpreta Alec Hardy che è affiancato da Olivia Colman interpretata da Ellie Miller. Tennant ha dichiarato che la trama ed il copione sono segreti, situazione che in precedenza ha descritto come “veramente faticosa”, anche se gli è utile per entrare nel personaggio. “Interpretando un poliziotto, posso sfruttarne l’utilità. Si può borbottare un pò sul fatto che in realtà non si sappia bene come sta procedendo la storia, ma quando si è nella situazione di dover condurre un interrogatorio e non si ha l’idea se l’attore che sta interpretando il personaggio di fronte a te sta mentendo o meno, la cosa ti ritorna utile.”

Parlando da fan, c’è ancora un anno intero avanti a noi prima di dover affrontare la scena della dipartita di Capaldi e quando arriverà quel giorno, non disdegneremmo certo una chiamata di conforto anche noi da Tennant e Smith.

 


Un saluto alle affiliate:


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di silvia di cola

Posta un commento