AGENTS OF SHIELD - Per ingannare la lunga attesa


Agents of Shield è in pausa ma abbiamo ancora negli occhi i due ultimi episodi che hanno chiuso questa prima parte di stagione e che ci hanno lasciato con il fiato sospeso fino al finale dolce-amaro.







Questa settimana molti dei protagonisti della serie si sono visti alla premiere di Star Wars: Clark Gregg, Constance Zimmer, Patton Oswalt erano tra gli ospiti della serata visto che fanno comunque tutti parte della stessa famiglia Marvel/ABC/Disney. 

Nel frattempo emergono speculazioni, idee, interviste e news sul prosieguo di stagione.

HR ha intervistato il produttore Jeff Bell che ha raccontato come la divisione in due della stagione faccia in modo che venga vista da tutti, scrittori e produttori, come due stagioni diverse, consentendo una costruzione narrativa diversa dallo standard televisivo. La presenza di IT nel corpo di Ward porterà a sviluppi interessanti perchè IT mantiene comunque i ricordi del corpo di cui ha preso possesso e sicuramente, nel momento in cui si incontrerà con Coulson, saranno scintille. Bell continua dicendo che la morte di Ward è un momento saliente per Coulson perchè segue il suo arco narrativo di sviluppo del personaggio, un uomo che ha perso la mano e la sostituzione non è mai stata sentita come omogenea, regge lo Shield sulle sue spalle e, quando Ward uccide Rosalind, esplode lasciando anche il suo incarico. Ora che la vendetta è stata completata, Coulson metterà in questione la sua moralità e la seconda metà della stagione sarà anche sul suo viaggio interiore per capire chi sia in realtà.

Anche Clark Gregg in una breve intervista per IGN ha affermato come Coulson abbia definitivamente varcato una linea uccidendo Ward, non per l'omicidio in sé ma per ciò che questo omicidio significa per lui che ha avuto Ward nella sua squadra, sentendosi quindi responsabile non solo per la morte di Rosalind ma per tutte le sofferenze che Ward ha portato alle persone che lui ama.

La seconda parte della stagione sarà anche sullo sviluppo di Daisy e dei suoi Secret Warriors e, ci anticipa Jed Whedon su EW, Daisy capirà come sia pesante la responsabilità di un leader, soprattutto nello sviluppo del suo rapporto con Lincoln.

IGN ha invece intervistato Brett Dalton che alla fine dell'episodio torna dalla sua morte per dare un corpo a IT del quale ancora sappiamo poco. Questa sarà la sua sfida al ritorno della serie poichè IT ha tutte le memorie di Ward ma, anche, di tutti i corpi in cui si è incarnato precedentemente. Avrà uno scopo più alto e globale di altri Inumani e sarà complicato da interpretare anche se lo stesso Ward è cambiato molto nelle precedenti due stagioni e mezza; ora, però, è proprio un altro carattere.

Intanto, la costumista Ann Foley ha rilasciato una intervista a EW raccontando di come siano pensati i look dei vari personaggi della serie. La sua sfida maggiore è quella di non staccare troppo abiti civili da quelli dei supereroi tipo Daisy, così da non creare troppo distacco quando Daisy o Bobbi sono accanto a Coulson e agli altri. Mentre questi costumi sono fatti ad hoc, quelli civili sono di marche note e non troppo costose, anche se con qualche eccezione, tipo gli abiti Hugo Boss di Coulson della prima stagione sostituiti nella seconda stagione da abiti di sartoria fatti su misura per lui. La costumista racconta di come la sfida maggiore sia stata sul personaggio di Fitz che è diventato "uomo" nel corso della serie e quindi anche i suoi abiti sono cambiati e, ovviamente, con Coulson che ha rivoluzionato completamente il suo look in questa ultima stagione fino ad arrivare al giubbotto Ralph Lauren indossato negli ultimi due episodi.


Alle prossime news!



ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, Fear the Walking Dead e Legends of Tomorrow.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Barbara Maio

0 commenti: