GAME OF THRONES - Lasciate ogni speranza voi che aspettate The Winds of Winter...


Lo sapevamo. Speravamo non fosse così, ma in fondo in fondo lo sapevamo. E ora è un bel problema. Per lo meno per gli affezionati lettori, che non vogliono scoprire neanche una virgola delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco dalla serie tv, ma vogliono prima leggere le parole dello zio. 


E invece è ufficiale, i lettori hanno perso il vantaggio...
La delusione è grande per tutti, perché lo sappiamo che se avesse dedicato il giusto tempo alla scrittura, se non si fosse fatto distrarre, se avesse pensato più a noi .... se ... se ... se... e invece niente. Non ce l'ha fatta. Ecco il suo messaggio di capodanno, Happy new year, folks! Winter is not coming! 

Dal suo Not A Blog:

THE WINDS OF WINTER non è finito.

"Credetemi, non è un piacere per me scrivere queste parole. Siete delusi e non siete i soli. I miei editori sono delusi. HBO è delusa. I miei agenti e gli editori stranieri e i traduttori sono delusi... ma nessuno può essere anche solo lontanamente deluso quanto me. Per mesi non ho desiderato altro che di poter dire entro la fine del 2015 "Ho finito e consegnato THE WINDS OF WINTER".

Ma il libro non è finito.

George Martin prosegue poi con la coltellata finale, dicendo che il libro non sarà finito nemmeno domani o la prossima settimana. Ha scritto molto, "centinaia di pagine, dozzine di capitoli", ma molto è ancora da scrivere e riscrivere, pulire e revisionare. Ci sono mesi di lavoro da fare, se tutto procede per il meglio, ma non si sa mai... questo, ahimè, vuol dire che i mesi possono diventare tanti e TWOW potrebbe vedere la luce nel 2017? Chi lo sa!  
Poi si scusa con noi, pur cosciente che anche se ci scrivesse nel suo stile e tentasse di commuoverci come solo lui sa fare non basterebbe. E non tanto per il ritardo in sé, ma ovviamente per il fatto che tra pochi mesi andrà in onda la sesta stagione della serie televisiva tratta dalle Cronache e per la prima volta la serie sorpasserà i libri e tanti, tra i lettori, non vorrebbero, non vogliono. No!

"Suppongo che potrei giusto dire "Scusate, ragazzi e ragazze, sto ancora scrivendo," e finirla lì. "Sarà finito quando sarà finito." Che è quello che sto facendo, più o meno...[...]  Ma con la sesta stagione di  GAME OF THRONES che si avvicina, e così tante richieste di informazioni, romperò le mie stesse regole e dirò qualcosa di più, dal momento che centinaia dei miei lettori, forse migliaia o decine di migliaia, sono preoccupati per la questione degli spoiler [...]

E allora ci racconta come in maggio 2015 avesse concordato coi suoi editori di consegnare il manoscritto ad ottobre 2015, perché il libro potesse uscire a marzo 2016. E gli sembrava fattibile. Ma poi le cose non sono andate come aveva ipotizzato. E non è colpa dei viaggi o delle convention, si sa, che la scrittura, come tutte le arti e le attività creative, segue il suo percorso e non c'è modo di accelerare certi processi. Quindi possiamo criticare lo zione quanto vogliamo, ma probabilmente non avrebbe potuto andare più veloce di così.

Infatti ci dice: "Ho avuto più giorni cattivi che buoni. Verso agosto ho dovuto affrontare la realtà: non avrei finito per Halloween. Non riesco ad esprimere quanto profondamente questa consapevolezza mi ha depresso."

I suoi editori gli avevano concesso due mesi extra, accelerando i processi di revisione, avrebbero potuto pubblicare TWOW a marzo, se lo avessero ricevuto entro la fine dell'anno.

Ma siamo qui, a gennaio 2016 e il libro non solo non è stato consegnato, ma non è nemmeno finito...

"Nessuna parola può cambiare questo. Ho provato, Ho promesso. Ho fallito..."

Io lo capisco quando dice che fa fatica con le deadline e con lo stress. Capisco che il processo creativo non può essere ingabbiato. Capisco tutto. Ma Martin ha proprio ragione quando dice che ci ha proprio deluso, che siamo preoccupati per gli spoiler. Altro che disappunto! George noi ti vogliamo bene e vogliamo che scrivi con agio per regalarci un altro meraviglioso capitolo delle Cronache. Ma cedere i diritti alla HBO senza tenersi il diritto di veto è stata un'ingenuità che pagheremo tutti, metterci tanto tempo è una libertà che pagheremo tutti. Ti vogliamo bene, ma questa non ce la dovevi fare!


"Nessun altro è da biasimare. [...] Solo io. Ci ho provato, ci sto ancora provando. [...] Ma no, non posso dirvi quando sarà finito o quando sarà pubblicato. Non mi darò altre scadenze. Le scadenze mi stressano e basta."

George Martin cerca anche di rispondere ai più grandi interrogativi posti dai lettori. Quanto la serie tv anticiperà (i.e. ci rovinerà!) il contenuto di TWOW?  

"Non avevo mai pensato che la serie potesse raggiungere i libri, ma lo ha fatto. [...] Al punto in cui siamo, inevitabilmente, ci saranno dei colpi di scena e delle rivelazioni nella sesta stagione di  GAME OF THRONES che non sono ancora accaduti nei libri. Per anni i miei lettori sono stati avanti rispetto agli spettatori. Quest'anno, per alcuni fatti, accadrà l'opposto. Come potete gestirlo.... sta a voi! " 

E ci racconta di film che ha visto prima di leggere il libro e viceversa e che si è goduto l'uno e l'altro in ogni caso... E' vero, per carità. Io ho sempre pensato che, in generale, fosse meglio vedere prima il film e poi leggere il libro, perché il libro ha una dimensione che il film (o la serie, in questo caso) non può avere e quindi quest'ultimo rimane sempre godibile. Ma in questo caso, non so...forse come dice lo stesso Martin, sarà che in questo caso i libri non sono stati pubblicati e quindi non ci è data la possibilità di scegliere.... 

Ma lo show anticiperà i libri? 
"sì e no," risponde Martin continuando a pensare al butterfly effect. "Queste piccole farfalle che sono cresciute diventando draghi. Alcune delle "anticipazioni" che potreste incontrare nella sesta stagione potrebbero non essere affatto anticipazioni.... perché lo show e i libri divergono e la divergenza continuerà."

game-of-thrones

ATTENZIONE SPOILER PER CHI NON HA VISTO LE 5 STAGIONI O LETTO I 5 LIBRI!

"Provate a pensarci. Mago, Irri, Rakharo, Xaro Xhoan Daxos, Pyat Pree, Pyp, Grenn, Ser Barristan Selmy, la regina Selyse, la principessa Shireen, la principessa Myrcella, Mance Rayder e re Stannis sono tutti morti nello show e  vivi nei libri. Alcuni di loro moriranno comunque nei libri, certo... ma non tutti e alcuni potrebbero morire in modi e tempi differenti. Balon Greyjoy, d'altro canto, è morto nei libri e vivo nello show. I suoi fratelli, Euron e Victarion non sono ancora stati introdotti (appariranno? Non posso dirlo). Nel frattempo Jhiqui, Aggo, Jhogo, Jeyne Poole, Dalla (e suo figlio) e sua sorella Val, la principessa Arianne Martell, il principe Quentyn Martell, Willas Tyrell, Ser Garlan the Gallant, Lord Wyman Manderly, the Shavepate, the Green Grace, Brown Ben Plumm, the Tattered Prince, Pretty Meris, Bloodbeard, Griff e il Giovane Griff, e molti altri non hanno mai fatto parte dello show, ma rimangono personaggi dei libri. Molti sono personaggi con un punto di vista, e anche questi potrebbero non avere ruoli significanti nella storia che verrà in THE WINDS OF WINTER e A DREAM OF SPRING."

Ci consola? Ni.

A questo proposito aggiungerei, nel tentativo di trovare consolazione, che il fatto che la sesta stagione tratterà di eventi che hanno avuto molto spazio nei libri editi, come le storyline di Bran e dei Greyjoy, l'assedio di Delta delle Acque e alcuni flashback (come quello alla Torre della Gioia), allora lo spazio per gli spoiler forse sarà limitato. Anche se sappiamo bene che il cuore delle Cronache ci verrà rivelato. Le origini di Jon, con tutto quello che implicano, verranno rivelate, probabilmente anche il futuro di Daenarys e di Tyrion... Facciamocene una ragione. Considerando che, a meno di evitare tutti i social media fino alla pubblicazione di TWOW, lo spoiler, volenti o nolenti ci raggiungerà (il lato negativo di vivere nel 21mo secolo con tutta questa bella tecnologia)... 

"WINDS OF WINTER dovrebbe essere molto bello, quando uscirà. Il meglio che potrò fare, in ogni caso." 

"Godetevi lo show. Godetevi i libri. Nel frattempo io andrò avanti a scrivere. Un capitolo alla volta. Una pagina alla volta. Una parola alla volta. Questo è tutto quello che so come fare."
Non so se sarà possibile godersi la serie e godersi i libri, ma dal momento che c'è poco da scegliere, speriamo che la serie abbia del buono e che i libri siano eccezionali! 

Tra l'altro, siamo tutti concentrati sulla sesta stagione dello show, ma avremo gli stessi problemi anche con la settima, considerato che ci hanno già detto che le stagioni saranno 7 e solo 7 e quindi l'ultima necessariamente tratterà dei fatti di A Dream of Spring... Sono perfettamente cosciente del fatto che se la settima stagione sarà anche l'ultima, significa che la sesta abbraccerà tutto (o quasi) TWOW, di fatto confutando la mia tesi per cui tra Bran, i Greyjoy, Delta delle Acque e i flashback, non ci sarà molto spazio per gli spoiler... ma, capitemi, il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce

La verità è che, allo stato attuale dei fatti, ha ragione Martin. Sta a noi. E forse ci conviene goderci la serie tv (che, se seguirà la quinta stagione, ormai può essere definita una fan fiction...) e aspettare pazienti i libri. Sono abbastanza certa che lo zione qualche sorpresa ce la riserverà, un po' per farsi perdonare, un po' perché ci vuole bene e molto perché, sia quel che sia, alla fine deve vincere lui!


* * *



ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, Fear the Walking Dead e Legends of Tomorrow.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Anna Galimberti

Posta un commento