SHAMELESS - Analisi di una serie incredibile!



Qual è lo show migliore che parla di povertà, crimini e sesso? Shameless!






I Gallagher non sono facili da amare. Nelle precedenti stagioni gli spettatori hanno visto i membri di questa selvaggia famiglia del South Side di Chicago lottare contro la povertà, sia nelle tasche che nell'anima. Ogni personaggio sa mentire, imbrogliare, rubare e, soprattutto, ha un forte di istinto di sopravvivenza.

Sia chiaro: la malvagità umana si trova anche in tanti altri show televisivi, al punto che quasi ci abituiamo alla mancanza di antieroi. Shameless, invece, lavora ad una profondità e forma che sono sorprendenti in una serie in cui l'obiettivo primario è scioccare.
Tratto da una serie britannica, Shameless è cresciuta notevolmente nel corso degli anni, ma, in linea con la sfortuna che affligge i suoi personaggi, viene spesso sottovalutata e non stimata abbastanza.


Il primo episodio della sesta stagione si è aperto lì dove avevamo lasciato i protagonisti nella precedente: Frank Gallagher, l'incorreggibile pater familias, interpretato dal grande William H. Macy, è in uno stato di dolore patetico per la morte di Bianca (Bojana Novakovic), un medico malato terminale, che si è abbandonata alle ultime gioie scappando con lui su una spiaggia in Costarica.
Bianca era tutto ciò che Frank aveva sempre sognato: ricca abbastanza per soddisfare le sue insaziabili abitudini e tollerante nei confronti del suo egocentrismo. Ora l'uomo trascorre la maggior parte del suo tempo sul prato davanti alla tomba di Bianca, a Chicago.

William Macy è, ancora una volta, ai massimi livelli (tanto da essere considerato da molti come la principale attrazione di Shameless), ma qualsiasi spettatore riconosce che la sua forza centrifuga proviene da Fiona (la superba Emmy Rossum), la più grande della nidiata Gallagher, che, da adolescente, ha preso in mano le redini di questa famiglia priva di un padre alcolizzato e di una madre bipolare.
E' lei a riportare un certo ordine in questo caos ma, con il procedere delle stagioni e la crescita dei personaggi, i ragazzi sono sfuggiti al controllo di Fiona, tranne Liam, ancora troppo piccolo ma che pure ha già provato, per sbaglio, la cocaina.
Ebbene, si: in casa Gallagher è facile trovare cocaina o altre droghe, ma la cosa non è senza conseguenze, tanto che Fiona è andata in galera per questo. 



Nella nuova stagione ci sono tre temi di grande attualità su cui lo show ha puntato in maniera coerente: 

1. La povertà. Evitando i cliché della TV americana sui poveri bianchi, in Shameless gli spettatori sono completamente immersi nei dettagli urbani della difficile situazione dei Gallagher, così come in quella dei loro vicini; inoltre, vedono quali difficoltà ci sono nell'ottenere un programma di assistenza pubblica. Frank, conosciuto da tutti gli ospedali della città, in qualche modo è riuscito ad ottenere un trapianto di fegato senza assicurazione ("Dio mi ha dato solo due fegati", ricorda ad un conoscente in un episodio, limitandosi a sole sei once di birra al giorno). Con un realismo sufficiente a bilanciare gli sviluppi più stravaganti dello show, Shameless ci fornisce abbastanza dettagli su come i Gallagher riescono a sopravvivere, a nutrirsi e a stare al riparo. I lavori vanno e vengono, il denaro è Re. Abbiamo "accompagnato" la famiglia in cliniche, tribunali e centri di detenzione e, soprattutto, abbiamo visto come qualche centinaio di dollari avrebbe fatto la differenza in ogni occasione.

I Gallagher e i loro vicini hanno un rancore particolare per l'upper class, un risentimento che ha quasi fatto deragliare Lip (Jeremy Allen White) dal suo tentativo di rimanere in regola presso l'Università di Chicago; in un certo senso, ha anche portato via l'unico lavoro d'ufficio che Fiona abbia mai avuto, con tanto di assistenza sanitaria.

2. L'innato impulso criminale. In Shameless c'è un disprezzo quasi catartico per le regole, le buone maniere e la legge. I Gallagher hanno una predisposizione genetica per la disonestà, è il talento di famiglia, potremmo dire. Carl (Ethan Cutkosky) aspira ad essere il più ombroso di tutti i Gallagher. A soli 14 anni, ritorna a casa da un centro di detenzione minorile, con il suo look particolare e l'enorme rispetto da parte di una rete di spacciatori di colore. E' assurdo e, allo stesso tempo, terrificante vedere che, ormai, Carl ha superato il punto di non ritorno. 


3. Il sesso come mezzo per la libertà personale. Alcune delle migliori scene di Shameless appartengono all'intelligente sorella minore Debbie (Emma Kenney), che ora ha 15 anni. Nella prima stagione, era una ragazzina innocente che credeva nell'ottimismo e nell'ingegno con cui poter superare i problemi e le idiosincrasie della sua famiglia. Cresciuta in una casa vorticante di sesso per i vari fidanzati di Fiona, le conquiste improbabili di Frank, le ragazze di Lip, il coming out di Ian (Cameron Monaghan), i disinibiti e piccanti vicini Kev (Steve Howey) e Veronica (Shanola Hampton), era normale che prima o poi si "svegliasse" anche lei.
Il sesso, però, non l'ha resa più felice e sicura: Emma ha sfidato gli autori dello show con alcune scene veramente franche e spontanee, piene dell'emotività di una ragazza nella sua adolescenza. 
Tuttavia, Shameless fa anche un ritratto positivo del sesso. E' vero che in 60 episodi abbiamo visto scene scioccanti, liaisons inappropriate e risultati degradanti, eppure ogni personaggio ha trovato attraverso di esso la propria libertà personale. Infatti, il sesso è l'unica cosa che i Gallagher possono possedere liberamente e chiaramente. 

                                                                                                               Lidia

                                                                                                                 www.washingtonpost.com

Saluti agli amici di CameronMItalyjeremyallenwhiteITEmmyRossumItaliaMultifandomisawayoflifeTelefilmLoversTelefilmFilmMusic-and-MoreTelefilmGenerationSerie-tv-la-nostra-drogacrazystupidseries

ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland e Legends of Tomorrow. Per Hawaii Five-O ci servono anche RECENSORI.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Lidia Lyn

0 commenti: