AGENTS OF SHIELD - Recensione 3x13 "Parting Shot"


La missione russa di Bobbi e Hunter porta il team Shield ad un importante cambiamento: un incidente diplomatico spezza il gruppo che dimostra, ancora una volta, come il team sia anche una famiglia.

Scritto da Paul Zbyszewski
Diretto da Michael Zinberg
Voto 7/10 

[SPOILER]



Come anticipato da più parti, Bobbi e Hunter lasciano lo Shield per dirigersi verso l'imminente spin off Most Wanted. La serie sceglie una narrazione che va avanti e dietro nell'arco di poche ore per mostrarci prima Bobbi e Hunter arrestati dall'Interpol e poi, scena dopo scena, come si sia arrivati a questa situazione.

Bobbi è costretta ad uccidere un politico russo di alto livello poichè inumano in grado di proiettare un'ombra capace di attaccare ed impossibile da fermare anche per Bobbi o Daisy. L'unico modo è uccidere l'uomo e Bobbi è costretta a farlo per salvare Hunter.
Una volta nelle mani dell'Interpol, per non rivelare che lo Shield è ancora in vita e causare un incidente diplomatico, la coppia decide di abbandonare tutto e tutti per la salvezza del team.

La parte dell'episodio con Malick e i russi risulta un po' confusa, più un pretesto narrativo per mettere all'angolo Bobbi e Hunter. La loro scelta è costruita per gradi: mentre sono appostati nella neve, Hunter è il primo che mette in dubbio l'appartenenza allo Shield, non tanto per il legame che si è costruito - ne parla ancora anche con May -, quanto per la possibilità di avere una vita normale.

Discutendo, la coppia, e specialmente Hunter, evidenziano anche qualche dubbio sull'operato di Coulson poichè il Direttore si trova spesso costretto a fare patti con il diavolo per ottenere i suoi scopi: Ward la scorsa stagione, la Price nella prima parte di questa terza stagione, ed ora la missione è difendere Malick per capire quale sia il suo vero gioco. Il lavoro di Direttore non è facile e quando Coulson torna sull'aereo avvisando il gruppo che Hunter e Bobbi non torneranno, gli altri sono tutti molto contrariati anche se nessuno lo accusa apertamente di averli abbandonati. Anche perchè Coulson è pronto a salvarli in tutti i modi, anche mettendo a rischio lo Shield stesso, ma la coppia è più lucida del Direttore, dicendo che la loro fuga confermerebbe l'esistenza dello Shield ai russi.

Molto bella la scena nella sala dell'interrogatorio con lo scambio di occhiate tra Bobbi e Coulson, con la donna che lo ringrazia con un quasi impercettibile gesto nel momento in cui Coulson si espone contro il Primo Ministro russo per evidenziare come il loro gesto abbia salvato una vita.
L'episodio ci mostra un Coulson a due facce: prima focalizzato sulla missione che mette a rischio tutto il gruppo, nell'ottica di fermare Malick a tutti i costi. Qui si richiama il fatto che Coulson stia seguendo una deriva oscura perdendo parte della sua lucidità (come lui stesso ammette nell'episodio 11 con May) ma è anche chiaro come la sua missione sia necessaria poichè il problema inumani sta diventando globale.

Ma se avessimo dubbi sull'umanità di Coulson basta guardare due scene: nella sala interrogatori quando Bobbi gli dice che sono pronti a sacrificarsi, Coulson capisce subito le implicazioni del loro gesto ed è visibilmente toccato da questa scelta. Ancora di più nella scena di chiusura al bar dove è praticamente il lacrime nel saluto delle spie alla coppia. Lui e Mack sembrano i più stravolti da questo addio forzato.

A proposito della scena finale, la serie normalmente rifugge da scene troppo commoventi e melodrammatiche. Una costruzione simile c'era stata anche alla fine di Maveth con l'abbraccio finale, ed ora c'è un simbolico abbraccio a distanza di tutto il gruppo che si chiude intorno a Bobbi e Hunter. La scena, comunque, funziona senza essere troppo melensa dimostrando la solidità e maturità della serie. Gli attori ne hanno parlato con TvLine dicendo come sia stata realmente commovente.
La debolezza dell'episodio risiede nel fatto che alla fine non porta avanti la storia ma prepara solo la dipartita di Bobbi e Hunter ma non è chiaro se i due torneranno nella serie in qualche modo anche perchè lo spin off non è ancora in produzione ed è probabile che li rivedremo verso fine stagione o nella prossima per lanciare la nuova serie, come era stato fatto con Agente Carter.

Manca completamente Hive dall'episodio anche se nella scena di chiusura vediamo Malick che scopriamo avere una figlia che sa tutto dell'Hydra, di Hive e di Coulson. Immaginiamo, quindi, che la rivedremo ancora. L'assenza di Hive rimanda ancora il faccia a faccia tra lui e Coulson che, si può ipotizzare, sarà un momento topico della stagione.

A margine, il cast ha saltato il live twitting consueto in segno di rispetto per le vittime degli attentati in Belgio. Erano, comunque, presenti su Facebook per una diretta video ormai annunciata e tutta da gustare.

Alle prossime news!



SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.

Condividi su Google Plus

Scritto da Barbara Maio

0 commenti: