MR. ROBOT - Recensione S02E01 "eps2.0_unm4sk-pt1.tc"



"Our revolution needs a leader"

"Control is an illusion"

Mr. Robot è tornato e in un attimo siamo tornati lì. Nonostante la lunga attesa è bastato sentire la voce di Elliot per tornare al suo fianco.

Stanotte sono andati in onda i primi due episodi, ma io per ora ho visto solo il primo, che era stato rilasciato qualche giorno fa.


Inizierei a commentare il primo episodio.

A differenza dal pilot, che è iniziato con un "hallo friend" rivolto allo spettatore, la seconda stagione è iniziata con un distacco tra Elliot e il pubblico. Non so voi, ma io mi sono sempre sentita coinvolta da Elliot e dalle sue confidenze. Il tono di voce pacato, quasi sussurrato, mi dava l'impressione che stesse davvero parlando con me, che ci fosse un legame. Siamo abituati ad avere un rapporto a senso unico con i personaggi dei telefilm, ci costruiamo un mondo mentale dove esistono davvero, ma non capita che siano proprio loro a rivolgersi a noi come fa Elliot.
O dovrei dire faceva... Nella premiere della seconda stagione Elliot si rivolge a noi, il suo pubblico, verso metà episodio, accusandoci di averlo tradito, di avergli nascosto la verità. E' stato uno quasi uno shock sentire il suo risentimento.... ma è giustificato. Elliot ha avuto un crollo scoprendo di non potersi fidare della sua stessa mente (figuriamoci se può fidarsi di noi!). Ancora non sa (e non sappiamo) cosa sia successo a Tyrell, non sappiamo chi abbia bussato a casa sua nel finale di stagione e non sappiamo perché abbia mollato tutto per rifugiarsi in una vita senza computer, senza informatica, senza la sua essenza di hacker. Ma soprattutto non sa di chi può fidarsi.

 LE RECENSIONI DI TUTTI GLI EPISODI DELLA PRIMA STAGIONE.

Vive dalla madre (che lui stesso definisce il "male minore" in quanto è un male "conosciuto") e osserva una routine quotidiana rigidissima, per tenere a bada le sue psicosi e per tenere a bada Mr. Robot. Suo padre è ancora con lui, convinto che debba darsi da fare per portare avanti la sua rivoluzione. Voleva salvare il mondo, ma ha combinato, per ora, solo un gran disastro. Anche Gideon cerca di riportarlo in attività, minacciandolo per esasperazione di rivelare all'FBI il suo coinvolgimento. Ma Elliot è imperturbabile e rimane ancorato alla sua routine per sopravvivere. Alla routine e al suo diario, che è diventato il suo confidente al posto nostro...almeno per un po'. 

Mr. Robot continua a tormentare Elliot, diventando una figura meno paterna e accogliente e più cupa e malevola. Ricatta Elliot e addirittura gli spara in testa. Cosa che mi ha fatto saltare dalla sedia, dal momento che nella prima stagione quello che faceva Mr. Robot in realtà lo stava facendo Elliot. Questa volta invece è davvero Mr. Robot, o meglio, è un'allucinazione non seguita dalle azioni di Elliot.
Elliot cerca di tenere a bada le sue allucinazioni per riuscire ad avere una parvenza di normalità, per mantenere il controllo. Mr. Robot cerca di confonderlo dicendogli che il "controllo è un illusione", ma lui sa che è possibile mantenere il controllo e lotta per riuscirci.
  
Mr. Robot cerca di spingere Elliot a riprendere il suo progetto di salvare il mondo.

"Our revolution needs a leader"

Ma la Fsociety un leader ce l'ha: Darlene.
Darlene che nel privato si fa prendere dagli attacchi di panico, ma che in pubblico mantiene il suo carisma e sprona i suoi a proseguire con disciplina nella rivoluzione, per vincerla. Al momento stanno perdendo la guerra, l'attacco informatico a livello mondiale ha portato grandi problemi, ma per lo più alla gente comune (emblematica la scena della donna allo sportello che non può far valere le sue ricevute di pagamento e che non può ritirare i suoi soldi...), mentre i membri della Fsociety vengono arrestati uno ad uno. 

C'è un ulteriore attacco in programma. La Fsociety riesce a penetrare nel sistema di sicurezza della banca della E-Corp e a crittografare tutti i dati, chiedendo un riscatto di 5,9 milioni di dollari per sbloccare e restituire l'accesso alle informazioni. La chiusura della banca provocherà il panico e probabilmente altri problemi alla povera gente. Ma per scardinare un sistema basato sui dati informatici, che ha abbandonato il supporto cartaceo e fisico, questa è una strada obbligata. Il caos iniziale è il prezzo da pagare per la libertà.

La seconda stagione è iniziata con la stessa atmosfera angosciante e magnetica che ci ha accompagnato nella prima stagione. Non puoi distogliere lo sguardo, non puoi pensare ad altro, devi capire, devi vedere.... Elliot riprenderà il suo posto? Dov'è Tyrell? Cosa succederà una volta pagato il riscatto? Il secondo episodio è già disponibile e probabilmente fornirà qualche risposta a queste domande. Vi aspetto a brevissimo per la recensione della seconda parte.

Degno di nota in "eps2.0_unm4sk-pt1.tc"
-  il flashback di Elliot bambino che viene spinto dalla finestra dal padre ci fa capire quanto il rapporto col padre fosse complicato e controverso già allora;
- geniale la location scelta da Darlene come nuova sede della Fsociety e il modo in cui riesce a stabilirvisi con tutta la truppa;
- Tyrell all'inizio dell'episodio; 
- Elliot che tiene sul comodino il libro di Tolstoj Resurrection, lo stesso che Mr. Robot stava leggendo  quando lo ha spinto dalla scogliera.

Ottimo inizio e grandi aspettative. A brevissimo con la recensione della seconda parte!
Rimanete con noi!

Telefilm Lovers - Series Generation - Serie TV la nostra droga - Telefilm,Film,Music and More - Mr Robot Italy -  I Drogati Di Telefilm 

SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Anna Galimberti

0 commenti: