FEAR THE WALKING DEAD - La nuova droga di Nick


A pochi giorni dalla ripresa della seconda stagione di Fear, il produttore Dave Erickson parla a Tv Line del personaggio di Nick, della sua concezione alternativa degli erranti, di Tijuana e di quella che potrebbe essere la sua nuova droga.





ATTENZIONE! Piccole anticipazioni sulla seconda parte di stagione.




Prima di arrivare alla destinazione di Nick parliamo un po' di come è arrivato in questa direzione. La sua fissazione per gli infetti è qualcosa di pazzesco, giusto?
"Non so se sia più una fissazione o una dipendenza, ha trovato un buon rimpiazzo alla sua eroina. Penso che questa sia stata una vera e propria reazione psicologica che ha avuto cominciando a camminare tra i morti. Quindi la penserei meno come un suo perdere la testa, e più come l'aver trovato il suo modo per guarirla"
Ciò rende Tijuana la sua nuova droga?
"Quando arriveremo alla fine dell'ottavo episodio [la mid season premiere], vedremo che qui Nick troverà un posto che secondo me gli permetterà di raggiungere un certo livello. Lui ha sempre avuto un rapporto molto stretto con la morte, a partire dal fatto che il suo stesso padre è morto. Dal punto di vista emotivo è come se questa vicinanza con la morte fosse la via per riconnettersi con suo padre, quindi questo è un argomento che toccheremo più volte all'interno della seconda metà di stagione. Si avvicina sempre di più alla morte anche a causa della scarica di adrenalina che questa vicinanza gli provoca ogni volta. C'è una logica dietro al suo comportamento. Una logica un po' bizzarra, ma pur sempre una logica"
Come sarà per Nick trovarsi a Tijuana?
"Il sistema di credenze che troverà quando arriverà nella colonia sarà in un certo senso estremo. Lo vedrete nel nono episodio"
Certo, soprattutto a causa di Alejando, l'uomo al quale Luciana presenta Nick nell'ottavo episodio.
"E' un farmacista. Lo dice nella puntata 9. E, in quanto tale, era qualcuno nella comunità a cui veniva riconosciuto un certo grado di rispetto ed era come una figura paterna - perchè in molti quartieri il farmacista è il medico locale a tutti gli effetti.  Perciò ha senso che sia diventato una delle figure centrali per le persone della colonia, a partire dall'imperversare dell'apocalisse. Ma vedremo nel nono episodio che ci sarà molto altro che lo riguarda, qualcosa in grado di elevarlo e di conferirgli, agli occhi della comunità, un'aura quasi mitologica"
Come sarà il rapporto tra Nick e Luciana?
"Non vi dirò che potrebbe innamorarsi di lei, ma di sicuro scoprirà in Luciana una donna che è diventata orfana in un certo senso, ma non per scelta. Credo che si tratti di una perdita che ha a che fare con l'apocalisse.  Ciò che li distingue è che Nick ha scelto di abbandonare la sua famiglia, mentre Luciana no"
Come emerso da un'intervista con Mark Ausiello, Luciana, interpretata da Danay Garcia, sarà una vera dura.
"Ciò che amo di lei è la purezza delle sue convinzioni. Crede completamente in Alejandro. E io credo che laddove ci sia una grande fede, c'è purtroppo anche sempre una grande delusione. Questo farà parte del suo percorso e anche di quello di Alejandro. E probabilmente quando Nick se ne andrà, si lascerà alle spalle una colonia molto diversa. Parte del viaggio che lo condurrà qui gli servirà per cambiare le sue credenze ad un certo livello. E' questo l'obbiettivo"

Alle prossime news!
Daria

Fonte: TV Line

Affiliate:


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per AMERICAN HORROR STORY, EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Daria Schiavolin

0 commenti: