ARROW - "Come nasce un mostro" Recensione "Kapiushon" (5x17)

Recensione "Kapiushon" (5x17).







Che questo sarebbe stato un grande episodio si è capito sin dal primissimo istante.
Erano secoli che non ci godevamo un sodissimo esemplare di Oliver a petto nudo per ben un'intera puntata! 
Appurato questo, e goduto appieno, direi che possiamo suddividere la dinamica del tutto in due parti fondamentali: tortura fisica e violenza psicologica.


Benchè Adrian sia un villain piuttosto singolare, non è immune al fascino del contatto fisico (chiamatelo fesso!) con la sua vittima. Incatenato al suolo, incapace di muovere un solo passo,  il nostro arciere è alla mercè dell'uomo che, con gelida e calcolata indifferenza, lo sottopone ad uno stress psico-fisico per condurlo esattamente nella direzione da lui scelta. La strabiliante efficacia di questo personaggio possiamo coglierla semplicemente dal fatto che nonostante sia il Re dell'incoerenza (vi ricordo che sta vendicando la morte di suo padre ma ha da poco ucciso la sua stessa moglie), a noi non ce ne può fregar di meno.


Lo veneriamo come si venera il petto ansante di Oliver!
Beh, forse non proprio, non esageriamo. 

Ogni colpo da lui inferto è studiato e rimanda al passato del ragazzo, al suo periodo oscuro da assassino, ai tempi della lista. Lo stesso padre di Prometheus, Slade Wilson, il conte (anche se nel caso di quest'ultimo non voleva ucciderlo, lo sappiamo bene: there was no choice to make!). Il punto è che non c'è nulla di più affascinante di una mente così astutamente e dannatamente malata

Accompagnata però, purtroppo, da personaggi futili e fastidiosi quali Talia Al Ghul e...Evelyn Sharp.
Si, miei tesori, lo so. So cosa avete provato nel veder sbucare quell'avanzo di galera. Io, personalmente, mi sono chiesta come mai non fosse ancora morta. Per una frazione di secondo sono cascata nel suo tranello, esattamente come Oliver che, cuore di mamma, non ha pensato minimamente ad incolparla o addirittura ad intuire che lo stesse ingannando. Anzi, voleva aiutarla, salvarla e farle capire che comprendeva ciò che aveva fatto e il perchè. D'altronde, se lui non riesce ad opporsi a quel nemico, come avrebbe mai potuto farlo quell'inutile cencio di ragazza. Povero illuso di un eroe. 
Questo ci fa capire come essere torturati per giorni porti a perdere gli ultimi, precari neuroni rimasti. Non capisco bene cosa c'entri lei ancora col piano di Chase, ne se la vedremo ancora. Inutile dire che mi auguro non sia così. La sua rabbia nei confronti di Oliver l'ho vista sin dal primo momento esagerata, ingiustificata, poco convincente. 
Comunque sia, ciò che Adrian brama è una confessione. Vuole che Oliver riveli il suo segreto più profondo e, alla fine, senza più forze, lo fa. 
Ha ammesso di aver goduto nell'uccidere, che la lista era solo una semplice scusa e che farlo gli è anche piaciuto parecchio. Ha praticamente confessato di essere quel mostro che, in realtà, ha sempre detto di essere. Ecco, qui vorrei aprire una parentesi. Ammetto che quando ha urlato quel "I liked it" mi è venuta la pelle d'oca.

Sì, sapevo che per l'Oliver della prima stagione uccidere fosse un bisogno quasi fisico, un metodo per tirar fuori il dolore e il marcio di quei cinque anni all'inferno, ma non immaginavo ci godesse. Mi ha colpita e mi è piaciuto rivedere in lui l'ombra di un ragazzo per niente perfetto e molto meno moralista di quanto sia stato nell'ultimo periodo. Poi, non posso non aggiungerlo, onore al merito per Stephen Amell che ha dato davvero il meglio di se stesso, con un'interpretazione sentita e fatta di toni bassi e alti, alternati con maestria. 


Non ci sono stati flashbacks nell'episodio: i flashbacks sono stati l'episodio stesso.
Gli autori hanno giocato bene questa carta. Abbiamo visto Oliver collassare sotto il peso della violenza repressa, trasformarsi nella versione più dark di se stesso. Se noi abbiamo dovuto aspettare cinque stagioni per renderci effettivamente conto della gravità della cosa, maestro Anatoly ci ha visto lungo dal principio.


Ha fiutato la sua sete di sangue, la sua necessità di morte e gliel'ha sbattuto in faccia più volte, trovandosi però di fronte ad un muro. Scuoiare la gente viva non è cosa da poco eh, persino per un gangster russo. Come continua questa parte di storia, lo sappiamo bene. 

L'alternarsi di presente e passato è partito lentamente, per poi accavallarsi come in una batteria di fuochi artificiali verso la fine. 

Il tatuaggio della Bratva segna simbolicamente la nascita del mostro e, paradossalmente, la distruzione di questo da parte di Prometheus, pone fine a quel percorso.



Oliver non si nasconde, ha confessato ed ora ha chiuso. Ha chiuso con se stesso, ha chiuso con la sua battaglia, con il team...e ha chiuso con Green Arrow. In questa scena di ritorno a casa sono rimasta sconvolta e delusa. Sconvolta dalla faccia di Oliver, dal modo lento e stanco con il quale si è trascinato nel nascondiglio. Sconsolato e a pezzi, distrutto. L'abbiamo mai visto così? Non lo ricordo. Se non sapessi che ci sono ancora almeno altri sei episodi da vedere avrei detto anch'io "stavolta è finita". Avevo letteralmente il viso rigato di lacrimoni!

La reazione di Curtis okay, ma da parte di Felicity e Diggle mi aspettavo qualcosina in più. Cavolo, questo torna dopo una settimana nelle mani del peggior psicopatico in circolazione, sanguinante e sfregiato, e si presuppone che loro siano stati giorno e notte a cercarlo, e quello è l'entusiasmo di vederlo lì, vivo?

Si, posso capire che anche loro siano rimasti scioccati e anche perplessi dalla sua stessa espressione, ma non so, volevo, pretendevo qualcosa in più. Cosa? E che ne so, mica sono io che scrivo gli episodi (altrimenti ve ne accorgereste, eccome se ve ne accorgereste!). Ho apprezzato però il fatto che la Smoak non riuscisse a distogliere lo sguardo dal petto deturpato del ragazzo (e non per i motivi più ovvi, marpiona!), come se non riuscisse a capacitarsi di ciò che gli è stato fatto. E' stato molto toccante e intenso.

LEGGI ANCHE: ARROW - Il ritorno degli Olicity: si riaccende la speranza! ATTENZIONE SPOILER!

Dunque, chiudendo questo breve appunto, dicevo che per Oliver l'ultimo incontro con Prometheus ha sancito la fine della sua crociata.


I motivi reali e profondi di questa decisione saranno sicuramente approfonditi prossimamente, ma non porteranno a ciò che il ragazzo pensa. Credo fermamente che la confessione non abbia segnato la fine di Green Arrow ma, bensì, la fine del mostro. Da questa liberazione Oliver potrà assaporare una nuova consapevolezza di se stesso e una nuova libertà.



PICCOLE PERLE...E NON


Malcom Merlyn (rivederlo non è mai un piacere) non si smentisce mai. La sua presentazione altezzosa viene surclassata dalla risposta di Anatoly che, che ve lo dico a fare, è uno di noi!
Ma per far uscire fuori tutta la storia dai flashbacks sul serio è stata usata la scusa di Taiana e la sua vendetta contro Kovar? Ma dai, ma chi era? E poi davvero interessa di lei, suo fratello e sua madre? A me stavano pure un pò sulle T-Sphere
Con tutti i mezzi illegalmente all'avanguardia della Helix questi non sono riusciti ad avvicinarsi minimamente alla prigione di Oliver? Mah, comincerò a rivalutarli. Non si capiva che dovevano combinare ora che il ragazzo era nei guai più che mai. E invece...
Ma i cattivi dello show cos'hanno contro gli occhiali di Felicity e contro la sua privacy? Vabbè, finchè la reazione di Oliver è questa, non possiamo che sperare che venga minacciata più spesso.
Manca ancora un pò al finale di stagione, ma "Kapiushon" sembra aver segnato un punto di svolta. Qualcosa cambierà e a questo punto mi chiedo: quali altre carte avrà ancora da giocare Prometheus, ora che sembra aver ottenuto ciò che vuole? E come sarà l'atteggiamento di Oliver ora che pare deciso ad arrendersi? 
Vi lascio con questo dubbio e con il promo del prossimo episodio...


 ...ALLA PROSSIMA


Un saluto alle affiliate: Le Perle Di Felicity Smoak - Arrow e The Flash - Arrow e The Flash Italia - Arrow and The Flash Italia - Series Generation - My name is Oliver Queen ϟ Arrow Italy - Arrow • Oliver & Felicity • - Olicity დ I love spending the night with you ∞  - Felicity, you are remarkable - Multifandom √ -  I Believe in you Olicity - Talk About Telefilm - Justice Of Shield Italia - Stephen Amell & Emily Bett Rickards Source - Stephen Amell e Grant Gustin - I Drogati di Telefilm - Crazy Stupid Series - The world of two fangirls ϟ - Cinema, movie and pop

SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di CaptainSwanOlicity 91

0 commenti: