SUPERGIRL - Recensione S01E05, "How does she do it?"



L'episodio inizialmente previsto per essere la 1x04 è diventato la 1x05 (non ci credete? Guardate qua). Per tanto, dopo lo scontro con Livewire, oggi vedremo la nostra eroina combattere con... il babysitting. No, non sto scherzando.
Quindi godiamoci questo episodio di Supergirl, con Maxwell Lord e Lucy Lane tra i protagonisti.

L'episodio è stato scritto da Yahlin Chang e Ted Sullivan e diretto da Thor Freudenthal (no, davvero, si chiama così).
Giudizio: 4/10


Supergirl si trova inseguita da un drone, che distrugge. Inizialmente pensa sia del DEO, ma Henshaw smentisce, e la cosa preoccupa Kara. Recatasi alla CatCo, scopre che Cat Grant deve ritirare l'importante Siegel Award, ma non può andare alla premiazione perché deve tenere il figlio; Kara si offre di occuparsene, e Cat accetta. Nel frattempo, Jimmy Olsen è uscito con Lucy, la quale vorrebbe tornare con lui: Kara se ne accorge, ma improvvisamente un'esplosione la distrae. Riesce a spegnere un incendio e salvare un palazzo da un crollo, ma il misterioso drone continua a sorvegliarla.

Avete presente quando andate in palestra?


Kara fa analizzare la bomba, che pare prodotta dalle industrie di Maxwell Lord. Poco dopo, deve raggiungere Carter, il figlio di Cat, a scuola, un ragazzino un po' complessato con una cotta per Supergirl. Frattempo, mentre Alex e Henshaw interrogano Lord, si scopre una bomba nel suo laboratorio: Supergirl lascia Carter con Winn e va a prendere la bomba, facendola esplodere in un luogo sicuro. Kara, quindi, convinta dal poter lasciare Carter con Winn, sbriga altre commissioni, parlando per altro con Jimmy e con Lucy della loro relazione, scoprendo, per altro, che il motivo per cui Lucy lasciò Jimmy era che Superman era più importante della loro relazione, per lui.

Maxwell Lord ha costruito una monorotaia, e all'inaugurazione un ex impiegato delle Lord Industries, Ethan Knox, compirà un attentato. Supergirl vuole impedirlo, ma sfortunatamente per lei Carter scopre della situazione e si reca alla monorotaia, allo scopo di incontrare la sua eroina. Un'altra bomba rischia di esplodere in un aeroporto, ma di essa se ne occupa il DEO, e viene disattivata da Henshaw che usa i suoi strani poteri. Carter riesce a salire sulla monorotaia, che viene messa in sicurezza da Supergirl; la ragazza è costretta a far esplodere Knox, il quale afferma che se non muore, sua figlia non riceverà un particolare beneficio.

Mentre Jimmy e Lucy si rimettono insieme dopo che lui è andato a cercarla all'aeroporto, Kara vede Maxwell Lord prendersi la colpa degli attentati, e inizia a sospettare di lui. Andata ad interrogarlo, scopre che quanto accaduto finora era un test per analizzare le sue capacità: a causa del suo background (i genitori morti a causa del governo), Lord è naturalmente diffidente, e vuole dimostrare che Supergirl è un danno per la città; ma per capire i suoi punti deboli, deve prima analizzarla.

Queste sono cose da Batman


Questo episodio ha un lato positivo: finalmente c'è un po' di trama. Finalmente vediamo Maxwell Lord diventare il cattivo che si supponeva sarebbe stato sin dall'inizio. Come avevo supposto, è il Lex Luthor della serie. Anche se il suo piano (dimostrare che Supergirl è un pericolo per National City, mettendo in pericolo i cittadini di National City) ha ben poco senso.
Ma su questo episodio gravano come un macigno alcune cose assolutamente senza senso. In primo luogo, il fatto che Supergirl, la supereroina cugina del supereroe per eccellenza, lasci morire una persona. Una cosa così dannatamente fuori dal personaggio che mi fa sentire sinceramente preso in giro. Considerando che questa serie è prettamente teen, e si rivolge, per tanto, ad un pubblico di adolescenti, cosa vogliamo mostrare? Che se una persona vuole suicidarsi dobbiamo lasciarglielo fare? E dirmi "ma sennò sua figlia non avrebbe avuto niente" non è una scusa. Piuttosto, convinci l'uomo a rivelare il piano di Lord per rovinare la città.
E pensare che Supergirl dovrebbe avere la superintelligenza tra i suoi poteri.
A proposito! I superpoteri di Supergirl sono assolutamente inconsistenti. Può resistere ai proiettili ed al fuoco, può reggere un palazzo pesante tonnellate, ma una bomba la tramortisce senza via di scampo. Tutto ciò non ha assolutamente senso, soprattutto se consideriamo che nei fumetti Superman (e quindi, Supergirl) può entrare in un vulcano in eruzione e ingoiarne la lava senza subire danni.

Per cui, come al solito, la sceneggiatura è pessima e senza senso. Gli effetti sono leggermente migliorati, e la regia di Thor Freudenthal è stata stranamente buona, soprattutto per alcuni raccordi.
Non so come questa serie riesca a mantenere valutazioni critiche così alte - su Rotten Tomatoes si mantiene sul 97% di recensioni positive. Se voi avete un'idea al riguardo, siete tenuti a comunicarmela.


Ci sono stati riferimenti ai fumetti.

  • Cat Grant deve ritirare il Siegel Award: esso prende il nome da uno dei creatori di Superman, Jerry Siegel. L'altro è Joe Shuster.
  • Kara dice a Winn di mostrare a Carter "i suoi giocattoli", riferimento al fatto che Winn, nei fumetti, è una delle incarnazioni del Giocattolaio.
  • Jimmy Olsen e Lucy Lane vivono un curioso tira e molla, ma nei fumetti sono addirittura sposati.
Con questo è tutto, ci vediamo al prossimo episodio di Supergirl!


Salutiamo gli amici di Melissa Marie Benoist, Supergirl serie TV Italia,  e Supergirl Italia Telefilm Lovers,  Series Generation, Fantasy Italia,  Telefilm, film, music and more, Serie TV la nostra droga, The Fault in our series, e Incondizionato amore per le serie TV.  


ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, Fear the Walking Dead e Legends of Tomorrow.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Klaus Heller

0 commenti: