THE SHANNARA CHRONICLES - Recensione S01E03 "Fury"



Dopo una doppia partenza abbastanza convincente, la serie entra nel vivo con questo terzo episodio, ricco di azione e dal ritmo più veloce rispetto alla premiere, e spinge sempre più decisamente i nostri giovani eroi verso il loro destino, mettendoli di fronte alle possibili conseguenze se decidessero di rifiutarlo. Tra terribili demoni, minacciosi Rover e decisioni importanti la storia inizia a prendere forma.
S01E03: "Fury"
Scritto da: Alfred Gough e Miles Millar
Diretto da: James Marshall


Questo terzo episodio ci proietta direttamente nel bel mezzo dell'azione, riprendendo subito da dove ci aveva lasciato il precedente: Wil e Amberle sono in serie difficoltà di fronte alla Furia, mentre Allanon sembra ancora fuori combattimento; per fortuna lo stallo dura poco e il Druido riesce a riprendersi e a colpire il demone, riuscendo a soccorrere in tempo i due ragazzi. Il tutto prima dei titoli di testa. La scena, seppure breve, risulta molto spettacolare, forse perfino troppo, mostrando ancora una volta le grandi doti di Allanon, questa volta nel combattimento armato, e confermandolo come elemento fondamentale almeno in questa prima parte del viaggio dei due ragazzi. Ma ovviamente la questione non può andare così liscia e, poco dopo, il druido cede a una grave ferita inflittagli dalla furia e chiede ai due ragazzi di trasportalo alla Fortezza dei Druidi, lasciarlo lì e proseguire il viaggio per Arborlon. Altrettanto ovviamente nessuno dei due ha intenzione di farlo e Wil decide di recarsi al Fiume Argento per procurarsi un fango dalle grandi proprietà curative, accompagnato da Amberle.

In questa prima parte dell'episodio iniziamo a vedere l''interazione tra Amberle e Wil e a capire l'importanza che il loro rapporto potrebbe avere in futuro. Contrapposto al comportamento di Allanon, pratico e sbrigativo nei confronti di entrambi, quello di Wil è invece comprensivo nei confronti della ragazza, che, oltre ad aver appena perso una persona a cui teneva molto, si incolpa per quello che sta succedendo all'Ellcrys. Le scene in cui parlano delle esperienze passate e delle loro paure sono forse rappresentate un po' troppo alla maniera dei teen drama, complice anche l'interpretazione dei due giovani attori, ma servono comunque a far capire alcuni dei punti che porteranno i due ragazzi ad avvicinarsi: entrambi si trovano catapultati in qualcosa di molto più grande di loro e non sono in grado di relazionarcisi in maniera razionale. Amberle è più decisa e meno ingenua del ragazzo, ma i sensi di colpa annebbiano il suo giudizio, portandola sulla strada sbagliata. La decisione con cui entrambi si rifiutano di lasciare Allanon a morire mostra anche un altro punto di contatto tra i due, ovvero l'estremo altruismo e la tendenza a rischiare e sacrificarsi per aiutare il prossimo, tipica degli eroi.


Intanto ad Arborlon scopriamo un altro po' del passato del regno e dei suoi protagonisti, in un dialogo tra re Eventine e il figlio Ander, zio e confidente di Amberle. Ho apprezzato molto questa parte, anche se breve, in cui vengono spiegati un po' meglio i rapporti all'interno della famiglia reale; ancora una volta sentiamo parlare del padre di Amberle e apprendiamo che è morto per proteggere lo zio, che sente su di sé il peso di questa morte. Risulta chiaro che Eventine sente molto la mancanza del figlio e che avrebbe voluto vedere lui come successore invece di Arion, l'altro fratello. Personalmente trovo che Ander sia molto più ragionevole e sensato di Arion e sono convinta che potrebbe essere un re decisamente migliore, ma vedremo come si svilupperà questa parte un po' più politica della trama.

Ma passiamo alla parte più estesa dell'episodio, che si svolge nell'accampamento dei Rover; Wil e Amberle vengono infatti catturati da Eretria dietro ordine del padre, che vuole impossessarsi delle pietre magiche e la loro permanenza nel campo dà modo di spiegare un po' meglio sia il personaggio di Eretria che in generale la cultura dei Rover e il loro modo di vivere. Come si era già intuito, ci rendiamo conto che è una società molto crudele e selettiva dove non c'è posto per l'altruismo e ognuno deve preoccuparsi solo della propria sopravvivenza. Cephalo è un personaggio molto ben riuscito che esemplifica al meglio questa cultura: desidera impossessarsi delle pietre e per farlo utilizza ogni mezzo, dall'inganno alla coercizione, senza farsi nessun tipo di scrupolo morale. Il modo in cui tratta Eretria, minacciandola quando non vuole fare quello che le viene chiesto e il modo in cui cerca di convincere Wil raggirandolo sono due facce della stessa medaglia e ci spiegano bene il modo di ragionare di Cephalo, personaggio insopportabile e proprio per questo perfetto per il suo ruolo.

Eretria, d'altra parte, non è del tutto così. Nonostante odi gli elfi e la sua antipatia per Amberle sia piuttosto evidente alla fine cerca di salvarla. È di sicuro una ragazza molto indurita dalla vita, cinica e opportunista, ma ha ancora degli scrupoli morali e fa quello che deve per sopravvivere, come lei stessa dice a Cephalo. Questo personaggio mi piace molto, credo che la sua antipatia per Amberle dipenda anche da questo: non riesce a sopportare l'altruismo e l'ingenuità della ragazza, pronta a credere che a Cephalo importerebbe qualcosa della morte di Eretria perchè non riesce a concepire il contrario. Sono due donne molto diverse, una cresciuta in un ambiente familiare protetto, amata dai suoi congiunti e non esposta ai problemi del mondo, mentre l'altra ha dovuto combattere per sopravvivere ogni giorno della sua vita e non conosce l'affetto e la fiducia nel prossimo. Le loro interazioni sono sempre molto interessanti perchè mostrano bene i lati positivi e negativi di entrambe e personalmente le preferisco alle rispettive interazioni con Wil, almeno fino a questo punto.

Andando avanti nell'episodio, quando la situazione precipita all'accampamento, l'attacco di una Furia salva Amberle da Eretria e Wil riesce per la prima volta ad usare le pietre magiche per distruggere il demone. Quasi subito, un provvidenziale intervento di Allanon, curato dal potere della Fortezza dei Druidi, risolve la situazione e permette al piccolo gruppo di fuggire e proseguire il suo viaggio. Tutta questa parte è molto ricca di scene di azione che ho trovato ben girate e coinvolgenti, con il giusto ritmo narrativo. L'unica cosa che non mi ha convinta del tutto sono gli effetti speciali, forse un po' eccessivi, usati nella scena in cui Wil utilizza le pietre magiche, in particolare quello sugli occhi, ma risultano comunque adeguati al contesto fantasy.


La seconda metà dell'episodio racconta il viaggio verso Arborlon e l'arrivo a palazzo, e viene presentato un nuovo personaggio, il giovane elfo Bandon, salvato dai nostri protagonisti. Quasi subito scopriamo che ha il singolare potere di vedere la morte delle persone che tocca, cosa che non gli ha attirato molte simpatie, al punto che era stato rinchiuso dai suoi stessi genitori. Anche Allanon non sembra avere molta simpatia per il ragazzo, ma Amberle insiste per aiutarlo e portarlo con loro a palazzo. Per ora sappiamo molto di questo personaggio, anche se ha avuto il ruolo fondamentale di convincere Wil a restare raccontandogli di aver visto la morte di Amberle, ma potrebbe diventare importante in futuro, visto che non siamo sicuri delle varie applicazioni del suo potere né dei suoi limiti e penso che potrebbe rivelarsi più importante di quanto si pensi. Quest'ultima parte è forse però quella che mi ha convinta di meno in questo episodio: le scene con Bandon e la sua presentazione sono convincenti, ma credo che si percepisca un po' troppo il fatto che una buona parte del viaggio è stata tagliata; nelle scene successive a palazzo, con Wil che decide di rimanere e aiuta Amberle davanti al consiglio, si intuisce un rapporto piuttosto stretto tra i due che di certo ha richiesto un po' di tempo per svilupparsi, mentre la maggiore conoscenza che hanno l'uno dell'altra viene data per scontata.

L'ultima parte dell'episodio, che si chiude ancora una volta nel bel mezzo di un momento importante, racconta dell'arrivo dei ragazzi a palazzo e della seduta del consiglio che darà ad Amberle il permesso di essere messa alla prova dall'Ellcrys per farsi dare il seme che potrà consentirne la rinascita. Nonostante si svolga negli ultimi dieci minuti non sembra troppo affrettata, ma anzi dà l'idea di come gli eventi siano concitati e di come tutti debbano decidere in fretta cosa fare perché a questo punto ogni minuto e prezioso. Ancora una volta ci troviamo di fronte ai dubbi di Wil, che non ha completamente accettato il suo destino, che contrastano con la decisione trovata da Amberle. L'intervento del nuovo arrivato Bandon però convince Wil a restare e parlare davanti al consiglio, cosa che darà la spinta finale per far accettare a tutti il ruolo di Amberle, dando ancora una volta l'idea di come in questa storia il destino giochi un ruolo importante, fatto più volte ricordato dal druido Allanon, probabilmente l'unico davvero a conoscenza degli eventi a venire.

Nel complesso anche questo episodio mi è piaciuto e credo la struttura narrativa della serie sia abbastanza solida, nonostante alcune pecche, tipo la percezione non del tutto coerente dei tempi di viaggio, che sempre si rischiano con le trasposizioni televisive. Lo sviluppo del rapporto tra Amberle e Wil è forse stato un po' affrettato, ma con i pochi episodi a disposizione credo che sia stato abbastanza inevitabile per dare spazio a tutti gli elementi necessari alla narrazione della storia. Alcuni dei dialoghi, in particolare all'inizio dell'episodio, risentono un po' delle influenze teen tipiche delle serie di MTV, tuttavia trovo che siano ancora abbastanza contenute da non dare fastidio, visto che il tono generale della serie si mantiene adatto alla narrazione di un racconto fantasy più classico.

Per quanto riguarda gli attori, a parte l'ottima performance di Manu Bennet (Allanon) e John Rhys-Davies (Eventine), forse si può vedere qualche indecisione nell'interpretazione dei più giovani, ma per ora non mi sembra comunque niente di imperdonabile.

Anche con questo terzo episodio abbiamo finito, rimane solo la recensione del quarto e poi dovremo attendere fino al 25 per poter finalmente vedere quello nuovo. Spero che la serie si mantenga su queste premesse, perché per adesso mi sta piacendo parecchio. Voi cosa ne pensate?


Come sempre, un saluto alle affiliate:
Series Generation - Serie tv, la nostra droga - Telefilm Lovers - Fantasy Italia - Le cose belle della vita sono a puntate - Manu Bennet Italia - The Shannara Chronicles italia - Crazy Stupid Series - Telefilm, Film, Music and more

ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland e Legends of Tomorrow. Per Hawaii Five-O ci servono anche RECENSORI.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Venere B.

0 commenti: