THE 100 - Recensione 3.04 "Watch The Thrones"

Ho sentimenti contrastanti nei confronti di questo episodio perché l’ho apprezzato moltissimo da un lato, ma dall’altro ero in modalità: “cosa cavolo sta succedendo?”. Sono molto confusa, se anche voi lo siete e volete commentare con me, continuate a leggere.




Allora, incominciamo con la storyline principale dell’episodio: Lexa e il suo dover dimostrare di essere un grande comandante. Allora, strano ma vero ho davvero apprezzato Lexa in questo episodio e questa cosa ha stupito anche me. Ha fatto cosa che mi hanno permesso di apprezzarla e di vederla come una persona più umana. Carinissima la scena con i piccoli futuri possibili comandanti, anche se ho ancora qualche dubbio relativo alla successione: sappiamo che i possibili Commander hanno sangue nero, così come quello di Lexa, ma quest’ultima ha detto che il piccolo biondino dovrebbe prendere il suo posto nel caso di morte, ma se credono nella reincarnazione come fanno a sapere già chi sarà? Onestamente, mi sono persa qualche passaggio da questo punto di vista. Ad ogni modo, mi è piaciuta molto la parte relativa al combattimento con la Nazione del Ghiaccio e – da fan di Roan – ho apprezzato la scelta finale di Lexa di uccidere Queen  Nia e di rendere Roan il Re. Questa è stata la scelta più intelligente che potesse prendere perché non si è solo dimostrata forte nei confronti delle altre federazioni, ma ha anche costretto Roan ad essere in debito con lei per il resto della sua vita effettivamente. Ottima mossa politica. E beh, nonostante a me non piacciono, ho apprezzato anche il suo comportamento nei confronti di Clarke, in quanto è sembrato molto dolce e rispettoso e questo lo apprezzo. Ora, si può parlare di qualcosa che potrebbe nascere nella mia opinione, non con l’accozzaglia di cose della seconda stagione.

Clarke, invece, andrebbe presa a schiaffi in questi ultimi episodi, o meglio la Writing Room dello show dovrebbe essere presa a schiaffi: è stata relegata ad un ruolo troppo marginale per i miei gusti, sembra messa da parte e questo non mi piace. Le permettono anche di prendere decisioni abbastanza discutibili, come quelle che riguardano il voler uccidere la Regina di Ghiaccio (mi piace chiamarla così) tutta da sola. E, onestamente, come ha spiegato a Lexa e a Titus del sangue nero sulla sua faccia: “ma no guarda, stavo girovagando per le strade del mondo e mi hanno schiaffeggiato con il sangue”. BOOM.

Speaking of Titus, quel tipo prima o poi avrà bisogno di un tranquillante perché se no mi muore prima della fine della stagione. Lexa lo stressa, lui si stressa, la situazione non va bene. Poi dai, mi sta simpatico, non facciamolo morire.

(Titus nella vita --> ) 


Ora parliamo dell’elefante nella stanza: la storyline che riguarda gli Skykru e che ha rappresentato una possibile discesa per un personaggio molto amato. Che Pike fosse un cretino, lo avevamo capito tutti, che tutti gli Skykru fossero scemi non era una certezza, ma ora lo è. Allora, io dico che è stata molto affrettata come storyline e abbastanza orribile per il modo in cui il tutto è avvenuto, sia in modo relativo a Bellamy, sia in generale. Allora, tutto il popolo si trovava a confronto con un periodo di perdita, di dolore ed era abbastanza facile manipolarli e Pike ci è riuscito in pieno, mostrando di riuscire a
far valere la sua voce solo in un momento di debolezza mentale. Il popolo si è affidato a lui perché si è lasciato convincere che tutti i Grounder fossero cattivi ed in un momento di debolezza è ciò che viene generalmente fatto dall’umanità: si affida la colpa ad un capro espiatorio perché è più semplice fare questo che affidare la responsabilità a chi realmente è responsabile. Ed è per questo che qualcuno ha tirato una pietra a Lincoln, perché è più facile accusare lui che accettare di non potersi vendicare, ma il problema è che la vendetta non è mai una soluzione. Ho adorato il fatto di aver voluto inserire la scena di Lincoln che dice che se si cade, bisogna rialzarsi. E’ un grande insegnamento perché lo show ci vuole dire che anche se si viene buttati giù spesso, ci si può rialzare e combattere per cosa è giusto e per chi lo merita. Bellissima questa scena!  

Io guardando Bellomio in questa puntata come la Celentano che guarda i suoi allievi ballare. 


Parlando di Bellamy, da grande fan, sono molto dispiaciuta: il modo in cui è stato trattato dagli sceneggiatori è stato davvero pessimo perché dopo tutta la crescita che ha affrontato io non ci credo che si lascerebbe coinvolgere da questo. Vi voglio ricordare che lui è strato costretto ad uccidere tutte quelle persone a MW e non l’ha presa facilmente, lui è quella persona che si, farebbe ciò che è giusto per la sua famiglia e per la sua gente, e si è molto impulsivo, ma non ucciderebbe delle persone gratuitamente, non dopo tutto quello che ha dovuto sopportare. Io non ci credo che lui farebbe mai una cosa del genere. Okay, magari non ha mai amato i Grounders, non si fida di Lexa ed ha anche perso fiducia in Clarke, ma da qui ad un uccidere persone a caso quando sa perfettamente che non sono stati loro ce ne vuole. Non so, spero che ci sia qualcosa sotto, spero che in realtà ci venga mostrata una realtà diversa, un doppio gioco, un qualcosa … nel caso in cui ciò non avvenga e lui si dimostrasse responsabile, non ci sarà giustificazione, non sarà possibile giustificare l’atrocità che ha fatto, ma ci terrei a precisare anche altre cose: non etichettatelo subito, non dategli subito dello stupido perché Bellamy - da metà prima stagione - non ha fatto altro che salvare il culo a tutti; nella seconda stagione se lui non si fosse lasciato TORTURARE psicologicamente e fisicamente e avesse fatto quello che ha fatto, la pace nel mondo ve la sognavate. Ora che fa questo singolo errore subito lo condannate e dite che è “una merda umana. UN SOLO ERRORE.
Ripeto, anche io lo reputo non giustificabile per quest'ultime scelte, ma va anche visto tutto il contesto e non solo ciò che ci fa piacere. Il ragazzo soffre: le due persone di cui si fida ciecamente (Clarke e Octavia) lo hanno abbandonato, Gina è morta, si sente responsabile delle morti a MW risalenti a mesi passati e quelle nuove, si sente responsabile del mondo ed è stato MANIPOLATO da una persona che ha approfittato della situazione. Ragazzi, Bellamy psicologicamente in questo momento è instabile, non è lucido, ma ciò è capitato a tutti, sembra però che si usino due misure diverse quando si va a giudicare i personaggi di questa serie. Quando Lexa e Clarke lasciarono cadere il missile uccidendo tantissime persone innocenti le avete giudicate e poi perdonate, quindi si potrebbe perdonare anche Bellamy magari. Aspettiamo prima di giudicare, vi scongiuro.


Credo che stiano esasperando troppo la situazione di Jasper, dovrebbero dargli uno scossone di quelli potenti, magari Monty gli potrebbe tirare uno schiaffo di quelli che ti fanno girare la testa 400 volte. Ad ogni modo, magari l’aver sparso le ceneri di Finn – pace alle matite sue – lo possa svegliare.

ADORO la nonchalance con la quale ci hanno mostrato il fidanzato di Miller ed è un punto a favore dello show, ma si è sentita tantissimo la mancanza di Murphy in questo episodio, così come nel precedente. Due settimane senza Richard Harmon sono troppe, così come una senza la nostra Raven. Personaggi main, my ass.



Bene, la recensione è terminata. Spero siate d’accordo con me e se non lo siete, beh commentate e ditemi cosa pensate. Godetevi il promo della prossima puntata sub ita grazie a Subtitles on Demand.



ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, The Blacklist e Legends of Tomorrow. Per Hawaii Five-O e The Blacklist ci servono anche RECENSORI."

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Isabel

0 commenti: