BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE - Recensione CON SPOILER e analisi


Molto probabilmente, avrete visto Batman V Superman, e ora, non essendo esperti di fumetti come chi vi sta scrivendo, vorrete sapere di più riguardo retroscena, corrispondenze al fumetto ed altre piccole questioni.
Se non avete visto il film, passate qui, c'è la recensione senza spoiler.
Se lo avete già visto, proseguite nella lettura.




QUANTO SEGUE E' UN'ANALISI DEL FILM, CHE PER OVVIE RAGIONI PRESENTERA' SPOILER. E' il vostro ultimo avvertimento, SE NON AVETE VISTO IL FILM, NON PROSEGUITE!

Bene, dunque, cominciamo un po' dai numerosi riferimenti ai fumetti:


  • Batman è stato il personaggio di cui sicuramente più si è chiacchierato. Sin dall'inizio, è montata la polemica per una scena in cui torce il collo ad un soldato in una scena del trailer.
    Precisiamo una cosa: nella sua carriera Batman ha ucciso 45 persone, o comunque è andato molto vicino ad ucciderne alcune, tra cui il Joker (cui ha persino sparato in testa),, e persino nei film dedicatigli uccide diversi criminali (solo nelle prime scene di Batman di Tim Burton uccide nove ladri). Inoltre, molti si sono lamentati del fatto che il pipistrello utilizzasse armi da fuoco, convenientemente dimenticando il fatto che, seppure non ami adoperarle, Batman, in situazioni di necessità non si fa scrupolo ad usarle.
    L'errore della promozione è stato mostrare questo Batman come vicino al Batman di Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, storia del 1988 firmata Frank Miller, in cui, in un futuro distopico, un invecchiato, violento ed intollerante Cavaliere Oscuro combatteva Superman. Questo Uomo Pipistrello, in realtà, è molto più simile al Batman di Flashpoint, proveniente da un universo parallelo in cui Bruce Wayne è morto nel famoso vicolo e suo padre Thomas, per vendicarlo,  è diventato Batman: questi, infatti, uccide ed usa tranquillamente armi da fuoco.
  • Molta gente ha affermato di non capire perché "Batman fosse vestito da Iron Man". Molto semplicemente, l'armatura che indossa (un'altro riferimento a Il Ritorno del Cavaliere Oscuro) serve a evitare di venire fatto a pezzi dai pugni di Superman.
  • Wonder Woman, nei fumetti, è mora e con gli occhi azzurri, con una pelle molto chiara. Qui, invece, è interpretata dall'israeliana Gal Gadot, il cui aspetto è decisamente diverso. In fondo, questa scelta ha senso, considerando il fatto che Wonder Woman è un'amazzone dell'antica Grecia.
    Molte sue affermazioni e la famosa foto fanno capire che l'eroina è in attività da molto tempo, gettando le basi per il suo film stand-alone, che si svolgerà durante la Prima Guerra Mondiale.
  • Superman rimane blando e freddo, continuando a somigliare in parte al Superman della Silver Age (1957-1982), al Superman del New 52 di Grant Morrison e in parte a quello della serie L'Uomo d'Acciaio degli anni '80. Da notare che queste sue due versioni non sono più canoniche.
  • Il russo che aiuta Lex Luthor, Anatolij Knijazev, che nel finale viene ucciso da Batman, nei fumetti è KGBeast, un supercriminale, un'ex agente del KGB impazzito. Anche nei fumetti, curiosamente, viene ucciso da Batman. La cosa che fece molto discutere, all'epoca, fu il fatto che il pipistrello lo lasciò a morire nelle fogne di Gotham senza un motivo apparente, dato che era ormai inoffensivo e avrebbe potuto farlo arrestare dalla polizia.
  • Nel corso del film viene mostrato che Lex Luthor possiede dati su alcuni metaumani: ovviamente, essi sono Flash (interpretato da Ezra Miller), Cyborg (interpretato da Ray Fisher) e Aquaman (interpretato da Jason Momoa).
  • Durante il film, Batman ha un sogno in cui viene catturato dalle forze di Superman e poi ucciso da quest'ultimo, pare per aver ucciso Lois Lane. Queste caratteristiche ricordano non poco le circostanze della follia di Superman nel videogioco Injustice: Gods Among Us, in cui il kryptoniano impazzisce dopo la morte della moglie e diventa Alto Consigliere della Terra, ponendola sotto una dittatura.

  • Dopo essersi svegliato da questo sogno, Bruce vede Flash urlare frasi sconnesse, che sembrano relative alla follia di Superman. La scena ricorda un celebre momento di Crisi Sulle Terre Infinite, leggendaria saga durante la quale Barry Allen morì nel tentativo di distruggere l'Anti-Monitor.
    Il costume di Flash, per altro, è ispirato a quello della sua versione proveniente dalla Terra-1098, in cui è membro di una versione della Justice Society.
  • I motivi della rivalità di Luthor verso Superman sono cambiati spesso, nella storia dei fumetti. Inizialmente, Luthor gli era ostile poiché lo considerava colpevole di avergli fatto fallire un'esperimento, ma in tempi moderni, Luthor ha iniziato ad odiare Superman poiché lo vede come una minaccia al suo primato di terrestre più intelligente: Lex non può sopportare di essere superato da un alieno. Questo ha portato a situazioni paradossali, tra cui, forse la più strana, quella che porta Luthor a curare il cancro perché sfidato da Superman.
    Nel film, Luthor sembra avere diversi disturbi della personalità: è sociopatico, paranoico e sembra faticare a mantenere il controllo di sé. Nonostante spesso risulti un po' macchiettistico, l'interpretazione di Eisenberg è stata molto positiva e ricca di passione per questo personaggio.
  • Doomsday, nei fumetti, è stato creato da uno scienziato di nome Bertron su Krypton quando il pianeta non era ancora una utopia di benessere. La strana capacità di Doomsday è quella di rigenerarsi ogni volta che muore, tornando dalla morte sempre più potente e con i dati di ciò che lo ha ucciso. Siccome le prime volte che è defunto fu ucciso da kryptoniani, Doomsday nutre un odio naturale verso essi. Quando giunse sulla Terra, Doomsday combatté Superman, uccidendolo ma morendo per le ferite riportate in combattimento (quindi si, Superman ha ucciso Doomsday).
    Nel film, le origini di Doomsday somigliano a quelle di Superboy, un clone di Superman creato usando il DNA di Kal-El (in questo caso, di Zod) e di Lex Luthor.
  • Alla fine del film, Luthor afferma che qualcosa "ci ha trovati" e sta arrivando dalle stelle.
    Il riferimento è chiaramente a Darkseid, leader di Apokolips, un pianeta brullo e desolato pieno di vulcani attivi e dove l'aria è irrespirabile, simile all'Inferno dantesco, che combatte i Nuovi Dei di Altopadre, che vivono nella rigogliosa Nuova Genesi. Il suo obiettivo è trovare l'Equazione Anti-Vita, che gli permetterebbe di controllare le menti di tutti gli organismi viventi. Nel New 52 (dal 2011 ad oggi), però, pare interessato soltanto a ritrovare sua figlia Grail, che pare sia destinata ad ucciderlo.
E questo era quanto riguardava i riferimenti e la fedeltà ai fumetti.


Il film presenta numerosissimi ed evidenti errori di sceneggiatura, oltre ad assurde forzature. La più evidente di esse è senza dubbio il comportamento di Lois Lane con la lancia fatta di kryptonite, che la donna prima getta in una pozza d'acqua, per poi tentare di riprenderla senza successo, soltanto, di fatto, per venire salvata da Superman, in una scena per altro inutile agli eventi del film. Per altro, è impossibile che Lois sapesse che Doomsday fosse debole alla kryptonite, quindi perché è andata in primo luogo a riprendere la lancia?
Va detto che pare che la versione blu-ray del film conterrà un lungo director's cut, ed è probabile che molti interrogativi (come quando sia riuscito Luthor a scoprire chi sia davvero Superman) verranno risolti da esso.
Forse il difetto maggiore del film è quello di puntare troppo sul fatto che avrà dei seguiti: sembra quasi, come ho detto nella precedente recensione, che Snyder abbia diretto un lunghissimo pilota di una serie sulla Justice League.

Ma aldilà di tutto ciò, in fondo cosa ci si aspettava da questo film?
Un tentativo di dare insegnamenti di morale e politica attraverso un blockbuster di supereroi, ancora comunemente considerati "roba per ragazzini"?
I film di questo genere non sono poi diversi gli uni dagli altri. Enormi produzioni di azione con combattimenti spettacolari e tanti effetti speciali. Sinceramente, non capisco perché gli spettatori chiudano un occhio sui numerosi buchi di trama di film come Avengers, o il suo sequel, e li celebra come capolavori, ma poi si scateni nel tentativo di stroncare questo film per i medesimi motivi.
Dall'altra parte, Guardiani della Galassia viene apprezzato dai fan nonostante le numerosissime differenze rispetto alla fonte originale, mentre questo film riceve grosse critiche dovute alla sua mancanza di aderenza ai fumetti. E sia chiaro, io ho molto apprezzato Guardiani della Galassia, e lo ritengo uno dei migliori cinecomics targati Marvel.
Forse, l'unica colpa di Batman V Superman è stata quella di porsi come un film dai toni cupi e seri, che hanno portato troppi spettatori a credere che avrebbero visto un film di grande valore artistico e culturale. I riferimenti all'epica classica hanno influito forse negativamente, sebbene momenti del film tentino di richiamarsi a quel genere di narrativa, tipica degli eroi greco-romani, il cui momento massimo è rappresentato dal sacrificio dell'eroe, dalla morte di Superman nel finale. Un momento che avrebbe potuto essere maggiormente sottolineato se a Superman fosse stata data una maggiore caratterizzazione, invece totalmente assente.

A mio avviso, questo film avrebbe comunque potuto essere davvero monumentale, se solo si fosse pensato un po' di più alla sceneggiatura, il vero problema della pellicola. Invece, ne esce fuori un ottimo prodotto di consumo, che non verrà dimenticato di certo, ma che rimarrà nella memoria come un'occasione non sfruttata a dovere. Io, personalmente, riconfermo il mio 7/10.
Con ogni probabilità, sarà ironicamente Wonder Woman ad essere il personaggio del film a ricevere più successo.

E con questo è tutto, la DC Comics torna in TV questa settimana con Supergirl, The Flash, Arrow e Legends of Tomorrow, non perdeteveli!

SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Klaus Heller

3 commenti:

Danilo Storto ha detto...

Molto prima che esca Doomsday, ci sono numerosi servizi televisivi circa i blackout, e la strana attività elettrica, che si stanno verificano nei pressi dell'area portuale che contiene l'astronave kryptoniana.
Credo che una come Lois Lane non impieghi chissà quanto a fare 2+2, quindi a me non parso stò buco enorme che vada alla ricerca della lancia.

Sicuramente lo è meno del fatto che Bruce Wayne venga portato in una misteriosa prigione nel deserto e torni a Gotham City, senza mezzi, in due giorni, in The Dark Knight Rises.

Klaus Heller ha detto...

Ce ne sarebbero molti altri, di buchi di trama, ma non sto qui a citarli.
Ciò non toglie comunque che il modo di fare di Lois non abbia senso.

Klaus Heller ha detto...

E aggiungo, rimane un buco di trama