The 100 - Bellamy Blake: THE MONSTER INSIDE OF US. Attenzione SPOILER!

Analizziamo insieme il personaggio di Bellamy,
 aiutati dalle parole di difesa che il produttore 
Jason Rothenberg gli ha dedicato.
ATTENZIONE SPOILER!










PARTIAMO DAL PRINCIPIO

Ricordo come se fosse ieri la prima volta che mi sono imbattuta nel personaggio di Bellamy Blake: ARROGANTE, PRESUNTUOSO, SENZA PIETA' ed ESTREMAMENTE EGOISTA.

Ha preso il comando della situazione sulla Terra, autoproclamandosi leader del gruppo (si, perchè le "elezioni" le facciamo solo quando arriva Pike, così anneghiamo proprio nella nostra stessa merda!).

Nulla da ridire, visto comunque il suo forte temperamento, indispensabile per affrontare le minacce della nuova vita.

Anche se mi ha fatto salire subito il FUCK YOU!


L'unico spiraglio positivo in quel mare di acidità, era lo sguardo adorante che sin dal primo istante ha rivolto a sua sorella, Octavia, che d'altro canto è il motivo per il quale ha fatto in modo di unirsi ai 100.


L'istinto di protezione e l'indiscutibile amore verso di lei, lo rendevano UMANO, ai miei occhi, nonostante il fatto che per la paura che le accadesse qualcosa, non la lasciava neppure vivere! Povera anima!


Quindi Bellamy season 1: NON ME NE FREGA UN TUBO SE NON DI OCTAVIA.

Il resto del mondo può anche bruciare!


Man mano che le cose sono andate avanti però, Bell ha dovuto affrontare i suoi demoni, presenti e passati, ha dovuto fare qualcosa alla quale non era assolutamente abituato: IMPARARE A FIDARSI DEGLI ALTRI!


Clarke ha fatto tanto in questo percorso, tenendogli testa e mostrandogli che non esiste mai un'unica via e un unico modo di vedere le cose, anche se sicuramente quella da intraprendere non è la strada più semplice.


Insomma, tra alti e bassi ( più bassi che alti), siamo arrivati a conoscere una parte inedita di questo ragazzo complicato.

Abbiamo conosciuto la sua LEALTA', il suo CORAGGIO, la DETERMINAZIONE nel difendere la sua gente da ogni pericolo, mettendosi in prima fila e rischiando per qualcun'altro al di fuori di Octavia e di se stesso.

Il nuovo Bell, è un ragazzo che conosce il PERDONO.


Bellamy season 2: ODIO I GROUNDERS, MA POSSIAMO TROVARE UN COMPROMESSO!

La crisi di follia globale giunge in quest'ultima stagione.

Dopo il tradimento di Lexa e tutto ciò che ne è derivato a Mount Weather e la "fuga" di Clarke, Bellamy è come paralizzato.

La sua unica ossessione è riportare a casa la ragazza che, suo malgrado, è diventata nella sua vita un punto di riferimento, nonostante abbia intrapreso una relazione amorosa (si vabbè) con una certa Gina.


Sembra aver stretto buoni rapporti con i Terrestri rifugiati, soprattutto con Lincoln, che ormai considera parte della sua famiglia.

La situazione precipita quando uno dei dodici clan dei Terrestri, la Nazione di Ghiaccio, fa esplodere Mount Weather, dove erano rifugiati altri Skikru, della Stazione Agraria.

Muoiono tutti, compresa la beneamata Gina...(Chi???...Ah si...quella di prima,quella della relazione amorosa...)

L'intento è di scatenare una guerra.

Sappiamo tutti i macelli che sono seguiti a questo, quindi non mi soffermerò.

Clarke è con Lexa e decide di restare al suo fianco e non tornare ad Arkadia

Per Bellamy questa è l'ultima goccia!

Rothenberg ci invita a valutare il quadro generale della situazione, quindi prima di iniziare ad inveire in malomodo contro Bellamy, fermiamoci a riflettere:

Bellamy non ha conosciuto i Terrestri profondamente, come invece abbiamo fatto noi telespettatori. 

Quando Clarke ha approfondito il suo rapporto con Lexa, rivelandone l'umanità, il ragazzo era infiltrato a Mount Weather. Per lui, quindi, Heda resta semplicemente la donna che li ha massacrati e che li ha abbandonati.


Mentre Octavia si è incavernata con Lincoln (beata lei!) e si è unita a Indra, per suo fratello quest'ultima resta la persona che ha lasciato sua sorella sola a morire nella miniera.

Perciò, anche quando Lexa proclama gli Skikru tredicesimo clan e invia un esercito di 300 guerrieri a difendere Arkadia dalla Nazione di Ghiaccio...Bellamy non ci sta!

"Il rapporto di Bellamy con i Grounders non è mai stato roseo e non crede, per come stanno le cose in questo momento, che manterranno la parola data, perchè non l'hanno mai fatto prima" spiega Jason.

"L'esercito di pace era costituito dalle stesse persone che volevano ucciderli nella prima stagione. Poi per Bellamy, aggiungiamo anche l'esplosione di Mount Weather dell'episodio 3, la perdita di tutte le persone che lui avrebbe dovuto proteggere e, naturalmente, c'era un pò di dolore in più per lui, per la perdita di Gina".

Quindi ora abbiamo Bellamy INCAZZATO e che si sente per la seconda volta ABBANDONATO da Clarke.



E' talmente ACCECATO da non capire i motivi che hanno spinto la ragazza a restare a Polis e da allearsi con Pike (tutti sappiamo chi è quindi non ci spenderò una parola in più), che sfrutta la sua debolezza tanto da metterlo contro sua sorella, Kane, Lincoln e portarlo a compiere un massacro di 300 alleati e chissà ancora cosa farà in futuro!



Rothenberg però, lo difende, affermando che questa è una perfetta evoluzione per un personaggio messo sotto pressione, scaraventato in situazioni al limite della sopportazione. 



TUTTI i protagonisti della serie hanno subito torti e violenze, anche peggiori di quelle di Bellamy, eppure lui è l'unico a reagire in questo modo, voltando le spalle alla sua stessa famiglia e ai suoi amici...(ma questa è una considerazione del tutto personale!)

Ma in "The 100" non ci sono buoni o cattivi, solo esseri umani, che dovranno rendersi conto delle proprie azioni e pagarne le eventuali conseguenze.








Siete d'accordo?



Diteci la vostra! ALLA PROSSIMA GROUNDERS!

Fonti:TvGuide



SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da CaptainSwanOlicity 91

3 commenti:

sissi br. ha detto...

Purtroppo (vi prego non linciatemi) il personaggio di Bellamy non mi è mai piaciuto, nemmeno un pochino. Adoravo Finn, ma non ho per nulla gradito quello che gli autori hanno fatto con lui. E ora vedo che nemmeno Bellamy sta scampando la rovina che ha subito Finn. Mi ha un po' deluso nel senso che nel momento in cui quelli del piano di sopra (quelli dell'Arca in sostanza) sono scesi ha smesso di fare il leader che è sempre stato. I grandi capoccioni appena arrivati come potevano sapere cosa significasse vivere sulla Terra? Bellamy lo aveva imparato e avrebbe potuto insegnarlo ma si è fatto schiacciare e controllare dagli altri. E ora ha dovuto aspettare di vedere Kane CONDANNATO A MORTE per risvegliarsi dal suo torpore. Octavia ha ragione: è colpa di Bellamy se siamo arrivati a questo punto, punto in cui persone innocenti vengono condannate a morte. Spero riesca a salvarli.

CaptainSwanOlicity 91 ha detto...

Hai perfettamente ragione. Infatti sono molto delusa da lui. Come ho detto anche nell'articolo tutti hanno subito il peggio, ma l'unico che ha reagito in maniera così assurda è lui. Ho paura che quella che pagherà il prezzo maggiore sarà proprio Octavia, che è a mio avviso il personaggio più bello e coerente della storia. Quindi non ti lincio anzi, ti quoto!

CaptainSwanOlicity 91 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.