OUTLANDER - Intervista a Sam Heughan




Sam Heughan parla di alcuni temi affrontati in Outlander, a cominciare dal sesso....
Attenzione: Spoiler!







Outlander non è famoso solo per le sue scene di sesso bollente, ma tratta tanti altri argomenti, cosa che sarà ancor più evidente durante questa seconda stagione.
La serie è un racconto femminile di resistenza e ripetute sfide ai tradizionali ruoli di genere. C'è molto da dire sul suolo interpretato da Caitriona Balfe, la bella Claire forte e indipendente, ma anche Jamie Fraser di Sam Heughan è degno di nota.

A prima vista sembra un eroe romantico, un principe della Disney che fa sognare; ma è anche vulnerabile, ingenuo e sessualmente inesperto. Il suo corpo pieno di cicatrici viene messo in mostra per aiutare la rivolta giacobita e, nel finale della prima stagione, è ripetutamente aggredito dal suo antagonista.

Ora, lo show ha un compito enorme davanti a sé: gestire le conseguenze dello stupro di Jamie con la sensibilità e la cura che merita (e vi assicuriamo che è stato fatto un ottimo lavoro).
In questa breve intervista, Sam Heughan affronta un argomento così forte.

Claire non è esattamente una moglie convenzionale e questo porta Jamie ad affrontare diverse sfide. Cosa succederà quando nascerà il bambino?

Sam: Jamie si aspetta che Claire giochi un certo ruolo convenzionale perchè è così che è cresciuto, con questa idea, ed è così che vede la società. Ma Claire è una sfida, così lui capisce che quell'idea non è giusta. Nella seconda stagione, Claire è più "casalinga" e, come ben sappiamo, non è a suo agio in questo ruolo. Lei è una donna d'azione e ciò crea tensione tra i due. Jamie è eccitato all'idea di diventare padre, ma la coppia rischia di perdere il contatto a vicenda.

Jamie è un femminista totale e sembra non rendersene conto. Lo show lo rende un eroe romantico, eppure chiaramente non ricopre il tradizionale ruolo dominate nel rapporto.

Sam: Jamie inverte i ruoli uomo-donna, in un certo senso, ma penso che, alla fine, entrambi siano sullo stesso piano. Sono persone intelligenti e il loro rapporto è equilibrato. Si impara molto da Claire, ma anche lei impara tante cose dal marito, specie come comportarsi in una società che non conosce. Si completano a vicenda.


Jamie è stato stuprato nella scorsa stagione. Sta superando la conseguente depressione, ma ancora non riesce a trasformare quello che è successo in un ricordo. La brutta esperienza rimarrà con lui?

Sam: Ne è assolutamente influenzato, non solo fisicamente, ma anche emotivamente e mentalmente. Allo stesso tempo, cerca di non pensare a quanto accaduto per non farlo diventare un problema ancor più grande. Speriamo di vedere presto un Jamie più rilassato, l'uomo che conosciamo, anche se lo stupro rimarrà sempre un parte di sé, come le cicatrici sulla schiena.

Come hai fatto ad interpretare così accuratamente una vittima di stupro? Hai fatto delle ricerche?

Sam: No, perchè non si tratta solo di uno stupro, è anche una lotta di volontà. Randall abusa fisicamente e mentalmente di Jamie, cerca di avvelenarne la mente, quindi quando Jamie pensa a Claire non può fare a meno di pensare anche a Black Jack. Questo, per me, è stato l'aspetto più interessante: vedere Jamie perdere se stesso, quasi ridotto a nulla, se non al semplice fatto di essere un umano.

Hai lavorato a stretto contatto con gli autori per girare queste scene?

Sam: Si, ho discusso con loro. Sapevamo che quello era un grande momento dell'intera storia. Abbiamo parlato in dettaglio di quanto girato perchè era un tema delicato. E' stato un grande onore per me girare quelle scene.

Non dimentichiamo che anche Claire è vittima di violenza sessuale. Jamie trova in lei un sostegno?

Sam: Jamie preferisce non parlarne, mette via la brutta esperienza in un angolo molto scuro. Claire lo affronterà ad un certo punto e lui cercherà di sfogarsi. Il dialogo tra i due è molto bello, mi ha emozionato.

Outlander pone molta attenzione alle scene di sesso, che viene usato spesso come arma. Come cambierà, ora, questo momento intimo tra Jamie e Claire dopo la violenza?

Sam: Nelle prime bozze di copione, io e Caitriona vedevamo che gli autori non trattavano abbastanza la cosa. Così, ne abbiamo parlato con loro, abbiamo espresso i nostri pensieri ed essi hanno riscritto le scene. Sentivamo che Jamie non era in grado di fare sesso con la moglie. Qualsiasi tipo di intimità avrebbe stonato nella storia. Infatti, ci sarà quasi un'assenza di sesso e forse molti si sorprenderanno. Quando lo faranno, sarà tutto collegato al bambino che sta per nascere e al fatto di diventare genitori.

Dal momento che Outlander è tratto da dei romanzi, i lettori sanno già cosa accadrà. La serie si distaccherà dai libri, soprattutto per quanto riguarda l'invecchiamento? Ci saranno sorprese?

Sam: Probabilmente dovranno rivedere qualcosa nel cast oppure mangerò un sacco di guacamole e diventerò grasso! (Ride) Non posso anticipare nulla, ma già i personaggi cambiano molto da stagione a stagione. Nella mia mente Jamie è più vecchio e più saggio.

                                                                                                                Lidia

                                                                                                                                        www.marieclaire.com

Saluti agli amici di MultifandomisawayoflifeTelefilmLoversSassenachTelefilmFilmMusic-and-MoreSamHeughanItalianFansSerie-tv-la-nostra-drogaanglophilegirlsdiarycrazystupidseriesMultifandomTelefilmGenerationtalkaboutelefilm




SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Lidia Lyn

0 commenti: