SUPERGIRL - Recensione S01E19, "Myriad"



Manca una sola puntata al termine di Supergirl. La serie, che pare stia rischiando la cancellazione, oggi ci presenterà le circostanze che porteranno alla battaglia finale tra Kara Zor-El ed i kryptoniani guidati dal malvagio Non.

L'episodio è stato scritto da Yahlin Chang e Caitlin Parrish e diretto da Adam Kane.

Giudizio: 6.5/10

A causa del misterioso progetto Myriad, creato su Krypton da Astra, tutti gli esseri umani di Central City sono come ipnotizzati da una sorta di segnale radio. Il piano era stato inizialmente creato per costringere i kryptoniani a credere alle voci sulla imminente morte del pianeta, ed ora Non vuole usarlo per creare un suo impero. Solo Kara, Cat e Maxwell Lord (che ha inventato una tecnologia per schermare il segnale) sono immuni; persino Superman, avendo passato troppo tempo sulla Terra, non può fare nulla.


Alex e J'onn si trasferiscono momentaneamente dalla signora Danvers, mentre Non fa capire a Kara che il suo piano è inarrestabile. Questo  porta Maxwell Lord ad attuare una soluzione drastica: far esplodere una bomba di kryptonite, che ucciderà tutti i kryptoniani della zona e l'8% della popolazione di National City. Nel frattempo, J'onn decide di andare in città per salvare la situazione, ed Alex lo convince a portarla sin lì, con la mente schermata dalla telepatia; tuttavia, una volta arrivati, vengono aggrediti e sconfitti da Indigo. Kara, ispirata da un discorso sulla speranza di Cat, trova un'altra soluzione: trasmettere un simbolo "che tutti conoscono" attraverso un segnale d'emergenza per svegliare le persone dall'ipnosi. Ma quando il piano sta per avere inizio, Alex si presenta fuori dalla centrale televisiva dove si trovano: la ragazza è stata ipnotizzata per combattere Supergirl, in un combattimento all'ultimo sangue.



Non vorrei dare un voto a questo episodio, poiché bisognerebbe, a mio avviso, aspettare l'ultima puntata.
Questo ed il successivo episodio sono infatti troppo legati per considerarli divisi l'uno dall'altro.
Tuttavia...
Se considerata come qualcosa a sé stante, questa puntata ha diversi problemi, tra cui l'utilizzo stentato di Maxima, per la quale mi aspettavo una maggiore presenza (anche se Eve Torres non è pessima come mi aspettavo), e scene come quella della "scelta" di Kara, che sembra non colpita dalla morte della collega. Vero, l'episodio è stato anche diretto molto male, e spero di non rileggere il nome di Adam Kane alla voce "directed by".
Non riesco inoltre a capire come possa J'onn essere così irresponsabile da mettere in pericolo la ragazza che ha giurato di proteggere soltanto per un suo capriccio, mettendosi per altro in difficoltà. Cosa che si rivelerà, ovviamente,  importante per il prosieguo della trama.
Sinceramente, non capisco perché la gente non faccia caso a questo tipo di buchi di trama, queste forzature, per poi lamentarsi di altre opere con i medesimi difetti.
Comunque sia, la quasi totale mancanza di azione è una delle falle peggiori dell'episodio, anche se ho apprezzato l'utilizzo di Maxwell Lord, sfruttato come un villain abbastanza interessante e capace di allearsi con il proprio nemico per un bene maggiore.

Con questo è tutto, la prossima settimana andrà in onda l'ultima puntata di Supergirl, ci vedremo allora!



Salutiamo gli amici di Melissa Marie Benoist, Supergirl serie TV Italia,  e Supergirl Italia Telefilm Lovers,  Series Generation, Fantasy Italia, Talk about telefilm Telefilm, film, music and more, Serie TV la nostra droga e Incondizionato amore per le serie TV.  


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Klaus Heller

0 commenti: