PENNY DREADFUL - THE ROAD SO FAR: che cosa è successo finora


L'attesa è terminata! Tra pochissimo Penny Dreadful tornerà su Showtime, e per nove settimane potremo di nuovo goderci lo splendido gioiello creato da John Logan, con i suoi personaggi sensazionali e le sue atmosfere da brivido. Leggete di più per un recap della scorsa stagione..


Per prepararci all'imminente messa in onda della terza stagione (per chi non lo sapesse, è stato rilasciato un pre-air il 26 aprile sul sito web di Showtime e sulle sua piattaforma YouTube, ma la data ufficiale rimane il 1° maggio) ho pensato fosse il caso di fare un riassunto di ciò che è successo finora, per riportare la trama al punto in cui si era interrotta con l'episodio 10 della stagione 2.


La seconda stagione di Penny Dreadful ci ha stupiti ancor più della prima, riconfermando l'eccellenza della serie e la cura con cui ogni ogni pezzo viene, poco a poco, aggiunto a un misterioso puzzle che sembra non finire mai.
La seconda stagione, a differenza della prima, ha definito chiaramente già dalla prima puntata il nemico contro cui il gruppo dovrà battersi, individuando le fazioni fin da subito e reinterpretando in maniera davvero interessante la figura millenaria che tutti quanti abbiamo imparato a conoscere nei modi più svariati: quella della strega.
Le streghe di Penny Dreadful sono molto legate alla tradizione e, al contempo, estremamente originali; rivendicano, infatti, il loro ruolo di serve e adoratrici del demonio, mostrandoci riti e tratti tipici, come la pratica del voodoo o la morìa delle mandrie, che avevamo dimenticato nei libri di storia o nelle favole folkloristiche. Allo sterro tempo, però, sono figure crudeli, quasi sadiche, degne della Contessa Bàthory e più pericolose di qualunque altro nemico incontrato in precedenza perché non si acquattano nell'ombra, perché non vivono in una capanna sperduta nel bosco, al contrario si nascondono in piena vista, si infiltrano nelle vite delle loro prede per circondarle lentamente, cambiando aspetto e celando la propria identità come mutaforma, aspettando il momento opportuno per colpire.
Avevamo già incontrato Evelyn Poole alias Madame Kali nella stagione precedente, interpretata da un'attrice fuori del comune come Helen McCrory, ma allora era rimasta sullo sfondo e non sapevamo fosse un personaggio fondamentale sino a quando non l'abbiamo sentita cantare "The Unquiet Grave" immersa in un bagno di sangue. Evelyn, come una mantide, tesse lenta la sua tela con l'unico scopo di conquistare l'anima di Vanessa per il Diavolo, suo padrone, e sembra aver imboccato il giusto sentiero scegliendo, come prima cosa, di avvicinare Sir Malcom (il legame fra i due, infatti, è molto forte e ormai possiamo considerarli come padre e figlia). Lo ammalia e poi lo usa come esca per attirare la ragazza nella sua dimore dove avviene il confronto più epico di sempre.. Amunet contro il Male, Satana contro la sua amante. In altre parole: Vanessa contro se stessa.
In fin dei conti, è questo ciò che l'intera stagione ha voluto mettere in luce; ogni personaggio ha dovuto in, qualche modo, fare i conti con se stesso, con il proprio passato, con il proprio operato e al grido di Sembene (know who you are!) tutti quanti hanno dovuto scoprire le carte e affrontare se stessi. Ethan, come Vanessa, lotta contro la propria natura, Victor affronta le conseguenze di quello che ha creato, Sir Malcom sfoga finalmente il suo tormento per le perdite subite, delle quali si sente responsabile, Dorian e Lily si rivelano alla fine per i mostri che sono, si riconoscono e accettano a vicenda mentre la Creatura sperimenta ancora una volta l'odio e il disprezzo degli esseri umani per chi è diverso suo malgrado, finendo per confermare, ancora una volta, l'etichetta che il mondo gli ha imposto.

Personalmente ho molto apprezzato la seconda stagione, finalmente abbiamo avuto la possibilità di esplorare e meglio apprezzare tutti i personaggi, inclusi quelli secondari come l'Ispettore Rusk, il professor Lyle o Hecate, la figlia di Evelyn. Dorian Gray ha assunto un ruolo più centrale diventando (almeno un pò) più interessante rispetto a prima e il modo estremamente delicato con cui Logan ha deciso di affrontare un importante tema come quello transgender (indipendentemente dalla fine della povera Angelique) è stato decisamente azzeccato.
Ma il vero fiore all'occhiello della stagione è sicuramente Lily con il suo character developement. L'interpretazione magistrale di Billie Piper ha stupito e ammaliato tanto che, come Victor, sebbene avessimo tutti compreso esserci qualcosa di oscuro in lei, nessuno si sarebbe mai aspettato un risvolto talmente radicale e spaventoso come quello a cui abbiamo assistito.
Infine conosciamo molto bene l'influenza che la cultura e la poesia romantica e preromantica inglese hanno sullo show e la passione di John Logan per gli autori di quel periodo (e non solo), la sottoscritta, in particolare, è molto ghiotta di references e non ha potuto fare a meno di notarne alcune fra le quali la "lonely shore" verso la quale si sta dirigendo la Creatura: i ghiacci del Polo Nord, una delle grandi ambientazioni del romanzo originale di Mary Shelley.


Mentre aspettiamo la messa in onda leggete
QUELLO CHE SAPPIAMO DELLA TERZA STAGIONE e
L'ARTICOLO CON PROMO, SINOSSI E FOTO DEL PRIMO EPISODIO


Qui sotto, invece, due brevi interviste sul finale della seconda stagione..

The Hollywood Reporter

Nel confronto fra Vanessa e la bambola, era proprio Satana quello che ha affrontato oppure era un altro demone?
E' Lucifero, l'angelo caduto in persona. Sta scegliendo di agire attraverso Evelyn Poole e questo sorprendente simulacro di Vanessa perché è lo strumento che Evelyn usa. E' sicuramente il Diavolo che tenta di incantare, sedurre, costringere Vanessa ad accettarlo.

Dopo che Vanessa distrugge la bambola, uno scorpione viene fuori e striscia sulla sua mano dove viene assorbito. Questo scorpione è sempre stato il suo simbolo protettivo. C'era dell'altro nella scena?
Lo scorpione è il suo animale spirito, che lei usa per proteggersi. Per Vanessa diventa un simbolo plurivalente. Ciò che lo scorpione suggerisce, secondo me, è che lei si è alimentata di questa oscurità, spaventando la cosa che è dentro di lei. Quando si fonde nella sua mano, non è un grosso shock; è lei che accetta la parte oscura di se stessa. Lo sa nel momento stesso in cui accetta lo scorpione e questo si scioglie delicatamente nella sua mano, il suo destino è legato a quella croce impressa a fuoco.
Vanessa ha accettato la complessità e il dualismo del suo essere. Lei è in parte angelo e in parte mostro, come tutti noi. Alla fine è questo ciò di cui parla la serie.

Un'altra scena scioccante è quella in cui Victor affronta Dorian e Lily mentre stanno danzando nella sala da ballo. Mentre Victor spara loro, parlano del predominio che sentono di avere,
diventeranno i Cattivi nella terza stagione? Qual'è il progetto per Dorian e Lily?

Stanno sicuramente affrontando un percorso tetro. Tanti dei personaggi sono costruiti sul desiderio di essere normali, di sentirsi adeguati. Lily e Dorian non hanno alcun interesse nell'adeguarsi. Sono interessati alla conquista, alla supremazia, nella superiorità, e ciò è piuttosto spaventoso avendo a che fare con due creature sovrannaturali potenzialmente immortali. E sappiamo che Lily è così dannatamente formidabile che potrebbe fare tutto ciò che desidera. È una persona davvero, davvero potente. Mi piace spedirli su di un sentiero oscuro, in modo che sperimentino che cosa significhi veramente "conquista". Ci sono molti modi per ottenere potere e il loro percorso durante la terza stagione parlerà di "conquista del potere" in un modo veramente unico.

Entertainment Weekly

Puoi anticipare qualcosa?
Questi personaggi hanno trovato così tanta forza e grazia stando fra loro, e intimità anche, e sono diventate persone più forti grazie alla vicinanza dei loro rapporti. Nella prossima stagione alcuni di loro saranno soli, e non avranno amici cui rivolgersi, non avranno tale supporto. E sarà interessante capire come se la caveranno là fuori nel mondo l'uno senza l'altro. Quale evento li riporterà di nuovo insieme?

Vorrei parlare di Lily e di Billie Piper, che è stata assolutamente fantastica. Quanto prima Billie ha saputo ciò che era previsto per il suo personaggio quest'anno? 
Prima che iniziassimo a filmare. Ha dovuto costruire molto attentamente quella performance, che è stata magnifica. E' una delle cose più straordinarie che abbia visto fare ad un attore in tutta la mia carriera; il modo in cui ha modulato il personaggio di Lily, come sia innocente, confusa, spaventata non appena la incontriamo e come diventi più sicura di sé, fino a quando tutto viene rivelato in quel sensazionale discorso dell'episodio 8. Penso sia una performance straordinaria e una di quelle di cui sono più fiero in questa stagione.

Vedremo di nuovo Hecate?
Assolutamente. Penso che Hecate sia un personaggio piacevole perché, come sua madre, possiede una sorta di appariscente senso del male e del linguaggio, ma è una giovane donna contemporanea, che non è legata tanto quanto sua madre ai vecchi tropi del Satanismo. Tornerà sicuramente nella stagione 3.

C'è qualcos'altro che dovremmo aspettarci nella stagione 3? 
Posso dirti questo: dopo due anni ho finalmente aggiunto un'altro famoso personaggio letterario. E' stato divertente entrare dentro al cervello di un altro scrittore e portare nel nostro mondo un'altro di quei grandi personaggi.



Il primo episodio della terza stagione, The day Tennyson died, è diretto da Damon Thomas e scritto da John Logan, va in onda il 1° maggio sul canale Showtime.




Un saluto alle affiliate
Horror Italy, Harry Treadaway Italia, British Artists Addicted, Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita, Telefilm Lovers, Telefilm,Film,Music and More, Serie tv, la nostra droga, Series Generation, Talk About Telefilm


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Gotcha

0 commenti: