AMERICAN HORROR STORY - Entriamo nel mondo di Ryan Murphy





Siamo proprio nel mezzo della Murphy horror story. "Ho deciso che tra il 4 luglio e il Ringraziamento è la mia settimana infernale" scherza in un pungente pomeriggio di settembre mentre cammina nella zona della 20th Century Fox in cui si trovano i suoi uffici che sembrano dei loft. L'onnipresente showrunner è impegnato nei vari stadi di quattro diverse serie: Fox’s Scream Queens and FX’s American Horror Story, American Crime Story, e  Feud. 

Ma prima deve scegliere alcuni turbanti. Feud, la miniserie del 2017 sulla rivalità tra Joan Crawford (Jessica Lange)  e Bette Davis (Susan Sarandon) inizierà le riprese tra una settimana e deve essere scelto il look finale. "Io direi niente turbanti" , dice al costumista di lunga data Lou Eyrich mentre consulta una tabella con vari look per la Lange. Adocchia un'altra combinazione. "Decisamente un turbante". E per il look finale? "Dammi selle scarpe strane ma molto sexy".

Gli show di Murphy sono spesso come lui : vistosi, drammatici, commoventi e sinistramente divertenti. In passato questa combinazione avrebbe portato a dei disastri dietro le quinte ("Non sono mai stato un codardo, o uno che lancia le cuffie") , ma più di ogni altro autore televisivo, Murphy ha trasformato il paesaggio della tv. Ha riportato i musical in tv con Glee, le serie antologiche con AHS ed elevato il vero genere crime a tragedia greca con ACS. "La più fantastica capacità di Ryan è di avere grandi idee", dice la sua buona amica Gwyneth Paltrow che ha lavorato con Murphy nel 2007 in Running with Scissors e Glee. "Le cose che gli vengono in mente sono veramente uniche e di impatto. Ha un ottimo istinto su come ravvivare la carriera di qualcuno o parlare di qualcosa in maniera così acculturata che le persone nemmeno sapevano di volerle sentire", aggiunge Sarah Paulson, che è apparsa in nove progetti di Murphy. "Ha quest'abilità tipo laser di individuare ciò che la gente vuole vedere". 


Ora finalmente è stato ricompensato per questa visione, dato che The People v. O.J. Simpson ha vinto nove Emmy quest'anno. Seduto al suo tavolo al Governors Ball, circondato da statue dorate, Murphy è gioioso. "Mi sento sollevato e felice" ha detto diverse ore dopo la vittoria . A 51 anni comincia a sentirsi davvero grato per il suo successo. "La mia vita a questo punto è come una fantasia, tutto quello che volevo si è avverato", afferma. 

Inoltre, nell'ultimo numero di EW una vista esclusiva al set di AHS: Roanoke, l'ultima e più misteriosa delle serie di FX. "Ero annoiato, volevo fare qualcosa di più piccolo e intimo, volevo svelarlo come "Lemonade"di Beyoncè. I copioni furono distrutti, furono usati nomi in codice . Tutte le persone coinvolte hanno fatto un patto di sangue di non rivelare nulla. "Sarà una cosa scioccante per il pubblico" dice il co-creatore Brad Falchuk delle sorprese di Roanoke. "E'affascinante che sia stato tenuto segreto." Finora.

Fonte: Ew 


Un saluto alle affiliate:




SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per AMERICAN HORROR STORY, EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Chiara F74

0 commenti: