THE WALKING DEAD: Norman Reedus parla del rimorso di Daryl per la morte di Glenn

Dopo la premiere della settima stagione sono stati molti i fan che hanno incolpato Daryl per la tragica morte di Glenn, infatti la vittima designata della conta di Negan era stata già scelta, Abraham, e un'altra morte poteva benissimo essere evitata se Daryl non avesse reagito violentemente contro il leader dei Salvatori.

Ma la realtà è molto più complessa di così. Daryl non dovrebbe essere incolpato di nulla, l'unico colpevole è Negan. Quest'ultimo è un abile manipolatore oltre che uno psicopatico; ha eliminato Abraham perché era l'unico che durante la conta aveva mantenuto con lui il contatto visivo, e sapeva che non si sarebbe piegato al suo volere, ed ha ucciso Glenn perché voleva piegare la volontà di Daryl, farlo sentire in colpa per aver causato la morte del suo amico allo stesso modo con cui ha spezzato la resistenza di Rick usando Carl.
Lo stesso Steven Yeun in un'altra intervista è intervenuto sulla questione, difendendo il personaggio interpretato da Norman Reedus e spiegando perché non dovrebbe essere incolpato della morte di Glenn.
Ma ormai conosciamo il personaggio di Daryl, e sappiamo che anche se nessuno lo incolperà mai apertamente si sentirà per sempre terribilmente in colpa per la morte di Glenn tanto quanto si è incolpato per quella di Beth. Infatti Norman Reedus, in un'intervista ha dichiarato:
 

 Io penso che questa cosa peserà molto su di lui, io non so che qualcuno nel gruppo lo incolpa di qualcosa, ma so che lui si incolperà da solo più di chiunque altro. Questo lo porterà a trovarsi in un livello in cui qualsiasi cosa gli tireranno contro lui sarà pronto a subire senza opporsi.
E inoltre, la sua posizione di ostaggio presso i Salvatori complica ancora più le cose, infatti l'attore ha detto anche:

 Daryl andrà verso l’oscurità. Lui farà alcune cose dalle quali non potrà più tornare indietro. andrà in un luogo molto oscuro. Sarà una combinazione di odio e disgusto per se stesso. Non è la stessa persona che era all’inizio della serie, quella che pensava che alle persone non sarebbe mai piaciuto. A quel tempo a lui non fregava niente: odiava tutti. Ma adesso lui odia se stesso. Odia il mondo in cui si trova. Non smetterà di combattere ma ora non vede più niente di buono nel mondo, questo è certo.
Reedus ha parlato anche, in generale del gruppo:

Quando la famiglia si divide e si perdono persone, il legame tra Rick, Daryl e quelli che sono ancora in vita si fa più forte. Quel legame esiste ancora ma ci saranno alcuni eventi durante questa stagione che cambieranno un po’ la dinamica. Tutto il gruppo ora è spezzato. Il legame c’è ancora ma non so quanto durerà, diciamo che in questo momento si è un po’ rotto.
Dalle parole dello stesso attore che lo interpreta, quindi, possiamo dedurre che il futuro per Daryl è quanto mai fosco e pieno di pericoli, quelli esterni: Negan e il suo gruppo, che lo tengono come ostaggio; e quelli interni: il senso di colpa che lo lacererà da dentro.

Un saluto alle affiliate
Cinema,movie and pop The world of two fangirls


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Francesca Lelli

0 commenti: