DOCTOR WHO - Sarà Chris Chibnall a trovare il nuovo Signore (o Signora) del Tempo




Come dopo ogni grande addio della serie, ecco che la curiosità attorno al nome di colui (o colei) che prenderà il posto di comando all'interno della benamata Tardis prende il sopravvento. L'annuncio di Peter Capaldi di lasciare il ruolo di dodicesimo Dottore dopo lo speciale natalizio di fine 2017 ha scosso non pochi cuori e menti del popolo del fandom, ma per citare Capaldi stesso:"è tempo di andare avanti".

Una notizia che arriva quando in molti dobbiamo ancora riprenderci dalla dipartita di Clara e dalla notte lunga ventiquattro anni più straziante di sempre, in cui abbiamo avuto modo di assistere alla chiusura del ciclo narrativo di River Song anticipatoci cinque stagioni prima. Per quanto, in particolar modo quando si parla di Doctor Who, sulla chiusura è sempre bene non scommetterci troppo.

Sembra proprio il tempo di andare avanti e il nuovo showrunner dello show Chris Chibnall ha già tutto il peso e la responsabilità di gestire la delicata fase di casting in cui andrà a scegliere un giusto (o una giusta) successore di Capaldi. Un peso e una responsabilità gravati dai predecessori di Chibnall, Russel T. Davis e Steven Moffat, i quali sono stati capaci di trasformare un allora pericoloso reboot di una serie nata quarant'anni prima in un rinnovato immaginario in grado di coinvolgere le nuove generazioni e di immergersi e integrarsi alle nuove forme di intermedialità dovute al digitale e al web in particolare.

Nel 2005 Russel T. Davis non esitò a scomodare il mondo del teatro, chiamando in causa Christopher Eccleston e David Tennant, i quali conquistarono il pubblico con il carisma e il talento sicuramente incrementati da una buona caratterizzazione dei loro personaggi e dello show nel suo insieme. Talento e caratterizzazione che insieme superarono le difficoltà di una computer grafica non delle più convincenti e verosimili. 

Fu poi la volta di Steven Moffat, che scritturò prima Matt Smith e poi Peter Capaldi. A rendere faticoso il percorso produttivo di Moffat furono certamente l'eredità di Davis e il dover fare i conti con il vuoto lasciato da Ten, il Dottore interpretato da Tennant. Ma Moffat superò ogni difficoltà, incantò il pubblico con Smith e i suoi companion e riuscì a trattare un altro passaggio di testimone e un cambio generazionale di interpreti non indifferente, nel momento in cui subentrò Capaldi esattamente dieci anni dopo l'inizio del reboot. Capaldi incarnò l'idea di sofferenza e tormento tipico dei personaggi trattati da Moffat. Croce e pregio ineguagliabile di quest'ultimo sono stati certo gli intrecci e le dure scelte negli episodi di cui si è personalmente occupato. Il suo nome nei titoli di testa preannunciava un frammento narrativo che si sarebbe a lungo discusso, per contenuti controversi quali la morte di un protagonista o un finale di stagione difficile da mandare giù. Un talento e una crudeltà che Moffat non ha mai celato nemmeno nella sua altra creatura firmata BBC, Sherlock, e che gran parte dei fan ha imparato segretamente ad apprezzare.




I prossimi mesi saranno dunque molto duri per Chris Chibnall, ora più che mai in tempi in cui la rete permette ai fan e ai detrattori l'occasione di dire la propria, di discutere e quindi di aumentare la tensione attorno a quella che sarà la scelta del nuovo protagonista.

Al momento l'unica certezza verte attorno all'intenzione di Chibnall di portare lo show ad aprirsi alle nuove generazioni che non hanno mai avuto a che fare con Tardis e viaggi nel tempo. Questo fa certo paura ai veterani della serie, oltre a spiegare in parte la nascita dello spinf-off Class

Il Dottore, come sempre, potrebbe essere chiunque. Tuttavia, lungo il mio articolo ho fatto spesso riferimento alla possibilità che il successore possa appartenere all'altro sesso. Quest'apparente indiscrezione trova concretezza in molte voci che circolano per il web, alcune accreditate e altre decisamente meno.

Nel caso di una donna nei panni del Dottore, il nome sulle labbra di molti è quello dell'attrice anglo-nigeriana Cush Jumbo (The Goodwife) alla quale viene riconosciuta la capacità di coniugare comedy e drama perfetti per incantare i whovian di tutto il mondo. Come Capaldi, anche Jumbo non è estranea al mondo di Doctor Who. Ha preso infatti parte nel 2009 al compianto spin-off Torchwood

Sempre sull'onda del cambio etnico oltre che di genere, un'altra potenziale erede del Tardis sarebbe Noma Dumezweni, l'attrice che ad oggi interpreta Hermione Granger sui palchi di Harry Potter and The Cursed Child

Chris Chibnall non ha tenuto nascosto il suo interesse per un ritorno (che dovrà spiegarci molto bene) di Freema Agyeman nei panni del Dottore, dopo avere interpretato in passato la sua companion Martha Jones. Un interesse che condivide con l'attrice stessa e un'eventualità tuttavia insondabile, dal momento in cui Agyeman è attualmente impegnata nella travagliata produzione Netflix Sense8

Il primo a pensare a un cambio di gender per il ruolo del Dottore è stato il Dottore stesso, Peter Capaldi, il quale non ha tenuto per sé il nome di colei che a suo parere potrebbe tenere testa ad un così meraviglioso ruolo. L'attrice che Capaldi ha in mente è France de la Tour, dai più conosciuta per il suo ruolo in Harry Potter e il Calice di Fuoco nei panni di Madame Olympe Maxime. Anche Billie Piper, che in Doctor Who interpretò l'ineguagliabile Rose Tyler, si espressa a favore di un cambio di genere dopo dodici (tredici se contiamo il war doctor) generazioni patriarcali.






Un'altra fonte autorevole è la stessa BBC, rete dello show, che si è divertita a stilare un book di nomi che i fan vorrebbero nei panni del Dottore, alcuni già in lizza da anni e altri decisamente sorprendenti.

Tra i favoriti spicca il nome di Ben Whishaw (Profumo- storia di un'assassino, 2006) il quale ha tuttavia ammesso per primo come potrebbe rivelarsi un grave errore unire le personalità attoriali di Q, il personaggio di Whishaw in 007 e Doctor Who

Altre scelte popolari sarebbero: Richard Ayoade (The IT Crowds) nonostante egli stia tornando su Channel4 con The Crystal Maze;  Rory Kinnear (Penny Dreadful) già in passato valutato come valido sostituto di Matt Smith al quale succedette invece Capaldi; David Harewood (Homeland) che prese parte allo show in passato e che esaudirebbe il desiderio di Steven Moffat di vedere in scena un Dottore non bianco; Sacha Dhawan (An Adventure in Space and Time); James Norton (War and Peace) il quale si è detto favorevole ad essere nuovamente coinvolto nella serie; Alexander Vlahos (Versailles) e Russel Tovey, già suggerito da Russel T. David in persona ormai un decennio fa.


Si è lasciato poi lo spazio anche a coinvolgimenti che desterebbero davvero scalpore oltre a teorie un po' azzardate. Tra questi: un ritorno di Catherine Tate questa volta nei panni del Dottore; Andy Serkis (Star Wars - Il Risveglio della Forza); Andrew Scott, l'indimenticabile Moriarty di Sherlock, e addirittura Tim Roth, il quale ha effettivamente affermato d'essere disposto a fare di tutto pur di guidare una Tardis.



Chi più ne ha più ne metta, insomma, anche se tutto lascia pensare che il cambio della guardia in favore del sesso femminile sia la strada che gli autori imboccheranno. Hayley Atwell (Agent Carter) espresse nel 2015 con un tweet il proprio desiderio di calarsi nei panni del Dottore. Meno credibili (e auspicabili) le indiscrezioni secondo cui Emma Watson potrebbe essere la prescelta.

Alle porte della decima stagione è decisamente troppo presto per tirare un somma che non sia approssimativa e, lo abbiamo già visto, nel giro di pochi mesi la lista di nomi sarà certamente triplicata. 

Non ci resta che restare al passo e goderci l'ultima performance di un Capaldi che è stato in grado di dividere i Whovian in due parti, tra ammiratori e detrattori, ma che certo, insieme a Clara Oswald, ha rappresentato una pietra miliare dell'universo di Dottor Who.


fonti: Independent BBC News 


Un saluto alle affiliate:

Le cose belle della vita sono a puntate Io sono il dottore! "doctor who" The day of the doctor Torchwho, doctor who e torchwood planet Multifandom is a way of life Series generations  Hello I'm the doctor, basically run!  An anglophile girl's diary Multifandom  Talk about telefilm Doctor Who Italy Mad Man with a Box Alex Kingston italy Drogati di telefilm Peter Capaldi italia Cinema movie and pop Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita British Artists Addicted



SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Fabio Scala

Posta un commento