THE WALKING DEAD - Recensione 7x13 "Bury me here"


Amo questo show! Ve l'ho già detto fino allo sfinimento vero? Scusate ma non smette mai di sorprendermi. Altra puntata stupenda, incentrata soprattutto su Morgan e Carol. In generale abbiamo seguito le vicende del Regno, di re Ezekiel e tutti i suoi "sudditi".




S07E13
Titolo: "Bury me here"
Voto: 9/10

Innanzitutto: E' TORNATA CAROL!!! Gioia e gaudio in tutto il Pianeta! Ve lo avevo detto o no che sarebbe tornata la nostra combattente e che si sarebbe schierata con Rick? Adesso sì che le cose si faranno interessanti. Ma procediamo con ordine.
Cominciamo a parlare di Richard. La puntata si intitola "Seppellitemi qui", ed è il riassunto perfetto del piano di questo personaggio tremendamente tormentato. Sì, perchè ha organizzato tutto per farsi uccidere in modo da far sì che finalmente Ezekiel vedesse la vera pasta di cui sono fatti i Savior e decidesse di spalleggiare la battaglia di Rick. Il suo intento alla fine si compie, peccato che il percorso non vada esattamente come lui aveva previsto. A morire è infatti il
piccolo
Benjamin, il nuovo allievo del metodo non-violenza di Morgan. Quest'ultimo rimane completamente sopraffatto dall'esito degli eventi, e la confessione di Richard è la goccia che ha fatto traboccare il vaso. L'ho davvero rivalutato in questo episodio il nostro Morgan, sì perchè ho davvero temuto che potesse ritornare in quello stato bestiale-confusionale di qualche stagione fa. Vederlo uccidere un suo concittadino, infrangere la sua completa dedizione all'arte del bastone (come la chiamo io), mi ha dato uno scossone. Ma a suo volta anche lui ha ricevuto una bella scossa, e questo lo ha portato nella posizione che aveva avuto Carol fino a questo
episodio. La sostituirà infatti, andando a vivere nella sua casa, prendendosi del tempo. Bellissima la scena di chiusura in cui lo vediamo intento ad affilare il bastone, sembrerebbe per trasformarlo in una lancia. E' la sintesi perfetta del suo cambiamento, della sua metamorfosi: da strumento di difesa ad arma di attacco. Carol saputo di
Glenn, Abraham, Denise, Spencer e tutte le altre perdite di Alexandria, non ha battuto ciglio e si è subito messa al servizio del re per condurre con lui la battaglia al fianco di Rick. 
Il premio per la scena più triste va a Morgan che disotterra lo zaino della piccola figlia di Richard proprio nel punto in cui ha lasciato indicazione per seppellirlo. Il mio povero cuore... </3.
In conclusione volevo parlare del personaggio di Nabila, colei che si occupa del giardino e delle colture. Sfortunatamente i vermi hanno infestato le piante e bisogna bruciare tutto se si vuole evitare che si espandano agli orti. Ma da ciò che brucia, si può far rinascere qualcosa di nuovo ed è proprio quello il suo proposito. Ho trovato questo personaggio così saggio e puro, e mi ha ricordato in piccolo tutto ciò che sta succedendo nello show: per ricominciare bisogna estirpare le erbacce (Negan e i suoi) e ripiantare le buone colture (le nuove comunità che Michonne e Rick vogliono guidare una volta terminata la guerra)


Alla prossima miei zombetti adorati, di seguito vi lascio le recensioni precedenti.
Daria



Negli episodi precedenti:

Affiliate:
The Walking Dead Italia The Walking Dead ITA The Walking Dead Fans Mania ITA 
Caryl Italia Series Generation Horror Italy Multifandom is a way of life  
Andrew Lincoln Italy Multifandom √ I Drogati di Telefilm  Cinema,movie and pop 

SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Daria Schiavolin

Posta un commento