THE WALKING DEAD - Il season finale tra scene tagliate, reazioni del cast e piccole anticipazioni sulla season 8


Non ci siamo ancora ripresi del tutto dal season finale vero? Certo che sarà dura, come ogni anno, aspettare Ottobre per vedere come proseguiranno le vicende dei nostri protagonisti. Nel frattempo lo showrunner Scott M. Gimple e Sonequa Martin Green (Sasha) hanno risposto ad alcune domande sulla realizzazione e le reazioni che hanno avuto riguardo la 7x16; e ci hanno poi dato degli indizi riguardo la prossima stagione.

SPOILER! Leggete solo se avete visto il finale di stagione.

Nicotero e Gimple a "Talking dead"


Cominciamo dalle dichiarazioni di Gimple riguardo la realizzazione del season finale e di un'importante scena tagliata.


Abbiamo avuto i flashback con Abraham, il discorso finale di Maggie riguardo la scelta iniziale di Glenn di aiutare Rick e come ciò ha gettato le basi per tutto il resto. Molto più che negli altri season finale avete chiuso il cerchio, non è vero?
"Oh credimi, io sono un grande fan della circolarità. Penso che cerco di farlo in ogni season finale [ride]. Forse in ogni episodio. Ma sapevamo dove volevamo andare a parare, già da molto prima. Non abbiamo voluto dare una conclusione ad ogni pezzo del puzzle, ma piuttosto fare in modo che tutti i pezzi si assemblassero a mostrare ciò che saranno destinati a diventare. Ogni anno è estremamente soddisfacente riuscire a chiudere il cerchio, che in questo caso, ha avuto a che fare soprattutto con ciò che è successo a Maggie e Sasha al termine della season premiere [ovvero la morte di Glenn ed Abraham]"

Il destino di Sasha è stato deciso nello stesso momento in cui è stato deciso quello di Abraham?
"E' stato deciso nel mentre. C'è sempre spazio per confermare o mescolare le carte in tavola. Ma una volta giunti alla fine, ci rammarichiamo molto del fatto che tutto questo ha dovuto far parte della storia di Sasha, il suo perdere Abraham, l'essere accecata dalla sete di vendetta, l'essere presente per Maggie ma allo stesso tempo avere tutt'altro piano. Alla fine, abbiamo sempre saputo quale sarebbe stata la sua storia. Avevamo più o meno un'idea di come volevamo che le sue vicende si concludessero. Sonequa ed io abbiamo parlato di questo già a inizio anno, del fatto che si sarebbe sicuramente verificata questa possibilità".


Ovviamente c'è stato un cambiamento abbastanza importante rispetto a ciò che succede ad Holly nel fumetto. Ha per caso a che fare col fatto che già in Fear the walking dead era stato usato l'espediente dello scambio degli ostaggi?
"Direi che la differenza è sempre stata presente dal momento in cui abbiamo deciso quale sarebbe stato il destino di Sasha. So anche che Holly era stata una vittima di Negan nel libro. E non è assolutamente questo il caso di Sasha. Quello che ha fatto è stata una sua scelta. E' qualcosa che Sasha programmava di fare. Si è trattato di una specie di effetto farfalla, per cui un piccolo evento può avere delle grandi ripercussioni in tutto il mondo. Direi che è sicuramente stato un grande momento per il fumetto, che noi non avevamo intenzione di riportare una volta successo quello che è successo. Certamente, le circostanze che lo hanno sotteso erano diverse. Lo scopo era cambiato. L'episodio di 'Fear' ha sicuramente stupito, ma non so quanto abbia veramente cambiato le cose. E' stato un gesto dettato dalla disperazione - non c'era scelta se non quella. Mentre qui la storia ha visto Sasha dire l'ultima parola. E tutte queste cose ci ronzano in testa a chiederci quali cambiamenti ci saranno. Abbiamo poi la storia di Eugene che ha creato la pillola con l'intenzione di avvelenare Negan. E poi le due trame sono confluite l'una nell'altra. E ho amato che Sasha e Eugene si ingannassero a vicenda. Perchè sono due personaggi molto differenti. Da una parte abbiamo un personaggio pronto a sacrificarsi pur di assestare un duro colpo ai Salvatori, e dall'altra un tizio che si vanta di essere uno di questi. Insomma, sono completamente opposti, eppure amici"

Io penso che per molte persone il momento clou dell'episodio sia stato il discorso di Rick a Negan durante il quale gli dice "Siete già tutti morti". E' questo che riassume il finale "Ecco dove siamo, ecco dove siamo ora".
"Esattamente. Ed è anche il punto in cui sostanzialmente è iniziata la stagione. In quella battuta. Con quei due faccia a faccia. La performance di Andy [Rick] è stata spettacolare. Semplicemente meravigliosa, potente ed emozionante. Ne sono rimasto affascinato. Ed è stato affascinante quello che Greg Nicotero [il regista] ha fatto con questa puntata"


Mi piace sempre sentire se c'è stata qualche scena, qualche momento importante che avete girato e che alla fine avete deciso di tagliare dall'episodio. C'è stato qualche momento del genere in questa puntata?
"C'è stata una meravigliosa scena famigliare tra Carl, Rick e Michonne. Era molto importante per la storia perchè si collocava nel bel mezzo del faccia a faccia con Negan. Spero che la inseriranno tra le scene eliminate [del dvd]. Anzi sono sicuro che lo faranno. Era già una puntata di 85 minuti e per ragioni di tempo abbiamo deciso di toglierla. Era una scena abbastanza lunga ed era importante al 100% ma sono assolutamente certo che verrà messa tra le scene eliminate. Ci sono un sacco di scene che portiamo avanti ma che voi non vedete. E per me fanno tutte parte dello show, me le ricordo come parte di esso. E' solo una questione di tempistiche e di non volere sovraccaricare lo spettatore con troppe informazioni"

Dopo l'episodio, durante la trasmissione Talking Dead, Sonequa ha commentato il sacrificio di Sasha e qual è stata la sua reazione:
Mi è sembrato molto giusto, mi ha dato un senso di completamento. E' stato quasi poetico quando ho scoperto cosa sarebbe accaduto. Perchè  ho sentito che sarebbe stato il finale perfetto per la mia storia, il perfetto momento culmine della vita di Sasha. Ho sentito come se tutto il mio percorso mi avesse portata a quel momento. E' stato perfetto. Inoltre è stato bellissimo perchè secondo me il suo spirito guerriero è rimasto. Anche con la morte ho continuato a lottare perchè ho finalmente raggiunto il mio scopo. Tutto prima di quel momento è stato un volersi difendere, un volersi proteggere, quasi un'auto-ossessione. E sento che nel mio percorso come Sasha le cose siano andate via via cambiando fino ad arrivare al punto di ammettere 'Okay, adesso esiste uno scopo molto più grande di te stessa, è per il futuro, e lo perseguirò anche se comporterà la mia morte.
Sonequa e Laure a "Talking Dead"

Gimple, anche lui ospite della trasmissione ha poi aggiunto:
Si è trattato del non voler rendere Sasha una vittima. Ha chiesto a Eugene un'arma, un coltello, ma non l'ha ottenuta. E così è diventata lei stessa quel coltello.
E mentre guardiamo con un occhio al passato, a quello che è successo, alla "Guerra totale" che è iniziata, con l'altro occhio siamo già proiettati nel futuro: che cosa succederà nell'ottava stagione?
"Mi fate questa domanda tutti gli anni - dice Gimple - e io ogni anno vi rispondo che sarà più grande, più intensa. E ogni anno cerco di rispettare la promessa. Vi dico solo che i primi 4 episodi scioglieranno le menti degli spettatori e romperanno i loro televisori".


No ma, ottimo, perfetto, grandioso... non siamo per niente in ansia figurati! Come sempre sarà una tortura aspettare tutti questi mesi ma la vita è difficile e dobbiamo rassegnarci!
Alle prossime news erranti del mio cuore,
Daria


Tutte le recensioni della settima stagione:
7x01 - 7x02 - 7x03 - 7x04
7x05 - 7x06 - 7x07 - 7x08
7x09 - 7x10 - 7x11 - 7x12
7x13 - 7x14 - 7x15 - 7x16



Fonte: Entertainment Weekly
Photo Credit: AMC
Affiliate:
The Walking Dead Italia The Walking Dead ITA The Walking Dead Fans Mania ITA 
Caryl Italia Series Generation Horror Italy Multifandom is a way of life  
Andrew Lincoln Italy Multifandom √ I Drogati di Telefilm  Cinema,movie and pop


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Daria Schiavolin

Posta un commento