THE WALKING DEAD - This is war! (Recensione dell'episodio 8x01)



Faccio una piccola premessa prima di iniziare la recensione della season premiere. Questo episodio mi ha rievocato una canzone dei 30 Seconds To Mars che amo alla follia. Si intitola "This is war", e già dal titolo capite bene che potrebbe decisamente essere la colonna sonora di questa stagione. Così sono andata su YouTube per cercarla e inserirla nell'articolo consigliandovi appunto di ascoltarla durante la lettura. Il risultato è questo che trovate qui sotto: ho scovato un video fan made della settima stagione di TWD sulle note di "This is war"!



S08E01
Titolo: "Mercy"
Voto: 8/10


L'ottava stagione prende le mosse da subito dopo la fine della settimana. Sono passati pochi giorni e ad Alexandria, Hilltop e nel Regno tutti si stanno organizzando per scendere in campo contro Negan. Il piano è dividersi in due gruppi: uno, il più numeroso, si presenta alle porte del covo dei Salvatori armato fino ai denti e fa la propria dichiarazione di guerra a Negan; l'altro, formato da Daryl, Carol, Tara e Morgan, ha il compito di condurre un'orda di erranti dritta verso di loro. E' in particolare Daryl che, attraverso una serie di esplosioni, traccia il percorso per farli arrivare dritti dritti tra le mura dei Salvatori.


Nel frattempo Rick e i leader delle comunità che lo seguono, Maggie ed Ezekiel, accompagnati e sostenuti dai loro compagni e guerrieri, fanno la prima mossa. Con una serie di tre spari a salve attirano Negan e i suoi ambasciatori (fra i quali Eugene) fuori dal rifugio. Rick dà loro la possibilità di schierarsi con lui, promettendo che così facendo verrebbero risparmiati e dimostra di conoscerli, uno per uno (eccetto una certa Regina e fin troppo bene Eugene, che quasi si stava prendendo male per non essere stato chiamato a gran voce come gli altri: ciccio Rick ti conosce fin troppo bene, e ti disprezza a tal punto per averli traditi, che manco ti considera... get over it!). Negan come al solito se la ride e sfodera quella che pensa essere una mossa vincente: Gregory. L'ex leader di Hilltop minaccia i suoi: Hilltop sta con Negan e coloro che imbracceranno le armi contro di lui o uno qualunque dei Salvatori, vedrà uccise le proprie famiglie. La risposta è stata questa:

30 minuti di applausi per l'epicità di Jesus in questa scena
Nessuno si muove dalle proprie postazioni e non appena all'orizzonte si scorge il fumo provocato dalle esplosioni di Daryl, tutti cominciano a scaricare i propri proiettili contro i Saviors, o, più precisamente, contro le finestre del loro palazzo. Le intenzioni sono chiare: lasciare aperta ogni possibile via di accesso per l'orda. Gabriel dirige un camper verso i cancelli e una volta arrivato in prossimità dell'entrata lo fa esplodere. Stavo quasi per esultare ma poi mi ha fatto ricredere per l'ennesima volta: sfoderando la sua innata ingenuità (per non dire stupidità) cerca di aiutare Gregory, il quale era stato calciato giù dalle scale per la sua inutilità, ma quest'ultimo, codardo come sempre, se ne approfitta e gli ruba l'auto per scappare. Auto che tra l'altro stava servendo per tenere a distanza gli erranti prima del tempo. Col risultato che Gabriel si ritrova circondato da non morti e alla fine intrappolato in un caravan con l'ultima persona che ci saremmo aspettati di vedere lì: Negan.


Tranquillo Padre, ce la faremmo sotto anche noi al tuo posto, non sei da solo!
Ma come ci è finito Negan qui? Se vi ricordate, durante la sparatoria, si era rifugiato dietro una lamiera e da quel che è sembrato ha pure una gamba ferita. Rick non si è fatto sfuggire questo particolare e ha iniziato ad inveire su di lui col fucile (mancandolo ripetutamente). E proprio Gabriel, lo aveva trascinato via ricordandogli che erano tutti lì per la sopravvivenza comune e non per la sua vendetta personale. Evidentemente Negan è riuscito a strisciare verso il mezzo e ci si è coraggiosamente chiuso dentro per ripararsi dall'attacco zombie. Vorrei ora sottolineare l'epicità di Rick nel momento in cui scatta una polaroid che ritrae il grande, grosso, forte, imperturbabile Negan nascondersi in battaglia dietro le lamiere.

Dite tutti: "Formaggio!"
La guerra è iniziata gente e presto, molto presto, arriverà sicuramente il contrattacco. Prima di chiudere la recensione, ci restano un altro paio di cosucce da commentare. Innanzitutto l'incontro di Carl con il ragazzo di colore, un sopravvissuto rimasto orfano e senza cibo che Rick ha fatto brutalmente scappare sparandogli sopra la testa. Se fosse stato un pericolo o una spia? Carl non è d'accordo con la mossa del padre e prima di andarsene lascia al ragazzo due scatole di cibo e un biglietto di scuse. Quanto è stato dolce questo gesto? Ditemi quello che volete ma a me col tempo Carl sta piacendo moltissimo (per contro il mio fidanzato spera che muoia al più presto. Odio e amore insomma per questo personaggio, voi da che parte state??).

♪Quattro pirati sul mar dei Sargassi, sopra una zattera fatta di assi, vanno remando dicono loro alla ricerca di un
grande tesoro. Però: uno è alto, uno è basso, uno è zoppo, l'altro aveva una benda sull'occhio... ♪ .... ops scusate, ma quando lo vedo con quella fascia mi viene sempre in mente questa filastrocca :')

Tornando seri. un'ultima cosa da dire riguarda il tema dei saluti. Ne abbiamo visti almeno 4 strappa lacrime durante i 45 minuti della puntata. Ebbene sì, Michonne non è scesa in battaglia: è rimasta con Carl, Judith e qualche altro "civile" ad Alexandria. E' vero che qualcuno deve pur custodire il forte mentre i guerrieri sono lontani da casa. Come ha detto lei stessa a Carl, questo è il suo momento, il suo teatro. E' stato tristissimo vedere Rick salutare la sua famiglia prima di andare ad affrontare Negan!


L'altro saluto a cui mi riferivo è invece quello che si sono scambiati Daryl e Carol prima di separarsi per la battaglia. Infatti mentre Daryl si preoccupava di far strada all'orda, Carol ha raggiunto il resto del gruppo dai Saviors, unendosi a loro per la battaglia.



Ma non finisce qui. Ci sono state delle scene strane in questa puntate. Una sorta di flasforward che riguardano principalmente Rick e la sua famiglia. Lo vediamo prima con gli occhi arrossati, sofferente mentre sogna/ricorda/immagina se stesso a casa, con barba e capelli ingrigiti, vivere in una Alexandria felice, in pace. I suoi figli sono cresciuti, al suo fianco c'è Michonne bella come sempre. E poi c'è lui che si muove con l'aiuto di un bastone ma tutto sommato sembra stare bene. I primi segni di barba brizzolata li ho notati fin da questo episodio, e mi sono spiegata questa scena come appunto un'anticipazione di ciò che sarà: sconfiggeranno Negan, vivranno tutti insieme in pace ad Alexandria e a quanto pare si porterà dietro dalla battaglia una ferita (probabilmente a una gamba visto che cammina male) e un grande carico di stress (non so spiegare altrimenti i peli imbiancati =') ). Quello che non mi tornano sono le scene che lo vedono appunto con gli occhi rossi e decisamente sconvolto, che precedono tali visioni. Sono perciò curiosissima di sapere le vostre interpretazioni a riguardo!

Per oggi vi saluto e vi lascio con il promo del prossimo episodio!
Daria

PROMO 8X02:



Video Credit: Coral_riggs5

Collabora con noi!
Stiamo cercando autori per news e recensioni di Arrow, Legends of Tomorrow, Supergirl, American Horror Story, Agents of S.H.I.E.L.D., Inhumans, The Punisher, Daredevil, Homeland, Empire.
Inoltre newsers per The Originals, Vikings.
È richiesta un'ottima conoscenza della lingua italiana e una buona conoscenza della lingua inglese.
SCRIVETECI! contatti@lostinaflashforward.it


Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Daria Schiavolin

Posta un commento