SCANDAL - "Something Borrowed". Recensione 7x07


Nel winter finale della serie, Olivia per la prima volta, ha dovuto affrontare le conseguenze delle sue azioni. Ora viene messa davanti ad una decisione difficile da prendere, solo così si capirà se può essere Commando o solo una pallida imitazione. 



La puntata fa leva sulla scomparsa di Quinn e sull’amicizia che Olivia prova per lei. Finalmente si viene a scoprire che fine ha fatto la ragazza. Nella sua scomparsa c’è lo zampino di Eli Pope. L’uomo, ex Commando, non poteva di certo rimanere relegato in un angoletto, ad aspettare che la figlia decidesse delle sue sorti. Ha fatto di tutto per salvare l’anima della figlia, con scarsi risultati. L’intervento di Fitz e il suo fallimento, lo hanno spinto ad agire in prima persona. Per questo ha organizzato e rapito Quinn. La ragazza è la persona di cui Olivia si fida di più, tanto da lasciarle in mano la sua Agenzia, ma è anche incinta e quindi vulnerabile. Quinn, però, è anche l’unica che conosce il segreto di Olivia e del coinvolgimento del Capo di Gabinetto nell’esplosione dell’aereo. Proprio su questo Eli vuole far leva su Olivia, per vedere fin dove è disposta a spingersi la figlia. 



 Il vero Commando, è la persona che mette al primo posto il bene della Repubblica a prescindere dagli affetti. Se Olivia vuole ricoprire questo ruolo deve essere disposta a sacrificare la vita di Quinn e del bambino che porta in grembo. La ragazza e il segreto che porta con sé rappresentano un pericolo per la Presidenza Mellie e per gli Stati Uniti. La cosa giusta da fare è eliminare il pericolo. Ma sarà capace di scindere questi due ambiti? Questa è la domanda che gli pone Jake, nonostante l’uomo ha perso le speranze nella donna che ha amato più di tutti al mondo. Per lui l’anima di Olivia è definitivamente compromessa.    



Questa puntata ci fa rivedere la vecchia Olivia. La donna che ha deciso di sacrificare la vita di un’adolescente per salvaguardare la presidenza Mellie, per la prima volta inizia a vacillare. L’idea di avere tra le mani la vita di Quinn le genera incubi e come unica via di fuga è rifugiarsi nell’alcool. Olivia ha ancora un’anima, ed è ciò che Eli tenta di dimostrare con il rapimento della ragazza. Commando avrebbe dato l’ordine di uccidere la ragazza senza esitazione, Olivia, invece, non riesce a farlo. 



La Pope pur volendo salvare la vita dell’amica, è consapevole che se cede, se si mostra debole o incerta davanti al padre, soccomberà nuovamente a lui, come è successo nel corso di tutta la sua vita. Olivia sa che se concede all’uomo di ricattarla, lui lo farà ogni volta che vuole, fino a toglierle ogni forma di autorità. La donna che si è vista portare via dal padre, la madre, l’infanzia e l’unico uomo che ha amato, non può concederglielo. L’atteggiamento di Eli è come sempre ambiguo. Si è sempre presentato come un uomo spietato, disposto a tutto pur di salvaguardare sé stesso. Ora risulta difficile credere che sta agendo solo ed esclusivamente per la salvare l’anima della figlia. Molto probabilmente dietro le sue azioni, c’è la voglia di riprendere ciò che ha perso e il suo ruolo all’interno del governo, come capo del B6-13. 



 Olivia, decide di giocare secondo le regole del padre, pur consapevole che sta mettendo a rischio la vita dell’amica. Si presenta dal padre dicendo che è come lui, che per lei l’unica cosa importante è la Repubblica, per la quale è disposta a sacrificare tutto. Spera che il padre vedendo è il nuovo Commando, cambi idea e non spari a Quinn. 



 Se il padre crede o meno alle parole di Olivia, lo sapremo il prossimo gennaio. L’episodio si è concluso con questo interrogativo, che però non è l’unico. Non solo la presa di posizione di Eli sembra strana rispetto al suo passato di uomo spietato e senza scrupoli, ma è difficile da giustificare. L’uomo è relegato in casa, controllato a vista dagli scagnozzi di Olivia. Come ha fatto a rapire Quinn, ma soprattutto,a scoprire che la ragazza sapeva del coinvolgimento della Pope nell’esplosione dell’aereo? Gli altri colleghi di Quinn inoltre, sembrano vivere la scomparsa della ragazza con troppa tranquillità. Che ci sia un accordo tra tutti per riportare Olivia sulla vecchia via? Oppure la serie sta ricadendo nel solito loop con Eli che ritorna al potere e tenta di vendicarsi di coloro che gli hanno messo i bastoni tra le ruote? Per capire come evolverà la stagione e quale ruolo avrà ogni personaggio nella storia, non ci resta che aspettare la ripresa della serie il 18 gennaio

Un saluto agli amici di: Serie tv conceptTelefilmiamoMultifandom is a way of lifeMultifandom

Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Francesca Baranello

Posta un commento