COLONY - Recensione 3x03 "Sierra Maestra"


La terza stagione di Colony offre un episodio ricco di spunti di riflessione e importanti risposte sulle domande fondamentali per cui avremmo pensato di dover aspettare molto di più, scongiurando ogni dubbio sulla natura extraterrestre della serie. Il titolo di questo terzo episodio è "Sierra Maestra", tratto dal nome della catena montuosa cubana utilizzata come rifugio da Fidel Castro e i suoi seguaci, calzando a pennello con un campo ribelle di nostra conoscenza dall'aura sospettosa. La regia passa a Peter Leto (Seppuku), mentre la sceneggiatura è curata da Cathryn Humprys (Supernatural), in un episodio che continua parallelamente le vicende dei Bowman e Snyder da una parte e di Broussard e la sua nuova partner Amy dall'altra.


-Situazione disperata: L'episodio si apre con un flashback incentrato su Amy, la quale era un medico nel blocco di San Fernando. Mentre curava dei pazienti, viene informata dai suoi colleghi che nel blocco di Los Angeles sta per accadere qualcosa e correndo fuori vede delle navi RAP atterrare sulla città, l'inizio della Total Rendition. Alla fine del suo turno viene raggiunta da un uomo che richiede la sua assistenza per curare il figliastro, ferito alla testa. Lei inizialmente non è convinta di poterlo fare e propone di condurre il paziente in ospedale, ma l'uomo le spiega che ha corso grandi rischi per portare aiuti a Los Angeles e che condurlo in ospedale è troppo pericoloso. Alla fine lei accetta e chiede all'uomo di aiutarla ad operarlo.


-Domande: Tornando al presente, i Bowman e Snyder si sono sistemati nel campo della Resistenza e mentre discutono se ci sono altri bambini e se il posto è sicuro, il leader, Andrew MacGregor, fa loro una visita e chiede come siano riusciti ad ottenere il congegno RAP. Katie gli parla dell'operazione condotta con Broussard e lui espone loro le regole del campo: i bambini vanno a scuola, gli adulti lavorano, c'è il coprifuoco, a nessuno è permesso di uscire senza permesso e non si fa uso di dispositivi elettronici, spiegando come mai non venissero mai rilevati dai radar. Katie chiede del RAP disertore, e MacGregor specifica che si tratta di un prigioniero di guerra e che la sua cattura è la miglior vittoria per il suo gruppo. Poi da' un quaderno a Katie e le chiede di trascrivere tutto ciò che ha appreso a Los Angeles sul RAP e sulle politiche del blocco. Katie chiede di poter vedere il RAP ma lui dice che avverrà solo quando si proverà la loro utilità nella causa, come se recuperare un congegno alieno non fosse abbastanza.


-Un passaggio: Broussard e Amy osservano a distanza un campo abitato e lei pensa che valga la pena di contattare quelle persone. Broussard è diffidente al riguardo, ma Amy gli ricorda che non hanno scorte e, non potendo andare a piedi così a lungo, potrebbero chiedere loro un passaggio. Lui ritiene che un'auto dia troppo nell'occhio, ma lei pensa che possono ricavare qualcosa, visto che si trovano lì dall'Arrivo e che è un rischio restare per strada. Così decidono di confrontarsi con loro, chiedendo un passaggio per Portland, e uno di loro chiede loro aiuto per recuperare dei medicinali per sua moglie, promettendogli che li accompagnerà.


-Parte di qualcosa: Katie chiede a Will cosa ne pensa della loro attuale situazione e lui le spiega che Vincent gli ha detto che questo posto ha una politica particolare e che quando loro sono arrivati col congegno, non lo hanno trattato come un eroe. Katie capisce questo, ma sottolinea che hanno un RAP. Will non ne è convinto e non si fida di Macgregor e Katie scherza dicendo che a lui non piace prendere gli ordini. Lei espone la sua opinione al riguardo, dicendogli che hanno trovato un modo per starsene nascosti, che hanno persino una scuola e che potrebbe essere un modo per vivere in modo quasi normale, come anche un opportunità di essere parte di qualcosa di importante, di poter finalmente capire le vere intenzioni dei RAP. Will la avvicina a se' e la bacia e le spiega che gli hanno dato un impiego come scavatore, un modo per capire se questo campo è realmente sicuro. Intanto Katie inizia a riempire il quaderno e Will le chiede cosa farà se Macgregor non manterrà la sua promessa e lei è convinta che ciò avverrà:

"K: Well, we brought him something incredibly valuable. We deserve to be a part of it. 

 

W: In my experience, deserve ain't got nothing to do with it. 

 

K: Well, a lot of my friends died for that thing. I'm not taking no for an answer. 

 

W: Then may God have mercy on this camp." 

Will conosce il medico del campo, mentre Charlie e Grace vanno a conoscere i loro insegnanti. Il medico garantisce a Will che i suoi figli staranno bene e spiega come funzionano le cose nel campo, invitando a fare rapporto per il suo impiego.


-Rischio elevato: Broussard e Amy pianificano la loro operazione per recuperare i medicinali e nella zona individuano un punto morto, dove i droni bipedi tengono le persone alla larga e uccidono a vista, ma quella farmacia è l'unico posto dove possono rifornirsi. Broussard ritiene il piano troppo rischioso, perchè loro sono inesperti e il margine di errore è piuttosto alto. Amy pensa che sia un occasione per rifornirsi e ottenere un passaggio sicuro per la loro destinazione. Broussard dice che tenteranno, ma se qualcosa va storto, interromperà la missione. Alla fine lei gli chiede come mai i RAP difendono con tanto interesse quella zona e lui dice che ha già fin troppi misteri a cui pensare.


-Sicurezza: Bram e Snyder ottengono i loro nuovi impieghi e l'ex delegato suggerisce di tenere un profilo basso, per non destare sospetti e Bram gli risponde che non è il suo primo campo di lavoro (davvero azzeccata). Così Bram viene assegnato alle casse e Snyder alle stampe, che lui scopre essere del logo dell'Occupazione, come per le casse trovate sul treno. Katie esce e un uomo assegnato alla sua sicurezza la ferma, suggerendole di dare un occhiata in giro, ma lei è intenzionata a vedere il RAP. L'uomo le spiega che la zona è off-limits e cerca di fermarla, lei si irrita perchè ha cercato di toccarla e chiede di vedere Vincent per spiegargli quanto sta accadendo. Lui le assicura che la sua famiglia è al sicuro, ma lei vuole chiarimenti sul perchè Macgregor si rifiuta di parlare con lui dopo avergli reso il congegno. Vincent dice che è una questione di politica e che Macgregor è un uomo fin troppo prudente, il quale cerca di fare il necessario per evitare di commettere errori contro la sua gente. Katie gli chiede se hanno davvero un RAP e lui lo conferma, perchè lo ha visto, ma svela che non parla. Katie gli ricorda i rischi che lei e la sua famiglia hanno corso per portare loro il congegno e che merita una voce in capitolo. Vincent comprende la situazione e svela che ha disobbedito a Macgregor perchè crede nel vantaggio conferito dal congegno e che sfortunatamente ci vuole una certa esperienza per vivere in questo campo, promettendole che farà il necessario per convincere Macgregor.


-Troppo strano: Will inizia il suo primo giorno come scavatore e fa' la conoscenza di Ed, un uomo proveniente dal Nevada, rimasta una zona libera dopo l'Arrivo. Will gli descrive la dura vita di Los Angeles e fra una parola e l'altra, ne approfitta per chiedergli del tizio col tatuaggio di Bugs Bunny. L'uomo dopo aver esitato dice di non conoscerlo e Will insiste in maniera gentile, ma l'uomo sembrava spaventato dalla domanda e torna a lavorare, una cosa cha fa insospettire Will.


-Pessimo affare: Broussard e Amy osservano a distanza la farmacia e controllano la traiettoria percorsa dai droni bipedi attorno alla zona. Broussard propone di irrompere nella farmacia e di prendere il necessario in un lasso di tempo di cinque minuti, tempo davvero minimo ma efficace. Così mettono in atto l'operazione e riescono ad entrare nella farmacia; Amy inizia a cercare i medicinali, ma il tempo stringe e Broussard fa accelerare i tempi, portandoli fuori. Ma un drone bipede torna indietro e annienta tutto il gruppo, mentre Broussard e Amy si nascondono in un cassonetto. Poco dopo ritornano nella farmacia e lei decide di raccogliere tutto quello che trovano. Broussard cerca di confortarla, dicendole che è successo perchè non avevano seguito il piano. Lei dice di essere abituata a vedere persone che muoiono e non vuole che le cose si semplifichino e alla fine i due se ne vanno per evitare di incontrare altri droni.


-Paure giustificate: Will e i ragazzi parlano di come si sono trovati al campo e Snyder ne approfitta per parlare con lui in privato. Lui gli chiede se tutta la situazione non gli sembra familiare, visto che ha elementi simili a come si gestiva una colonia, e che Macgregor sembra troppo interessato alla sua gloria personale piuttosto che alla causa in se'. Will gli chiede cosa vuole fare e lui gli consiglia di andarsene il prima possibile. Will si oppone, perchè i ragazzi hanno già sofferto troppo e sua moglie è un eroe per queste persone, mentre Snyder pensa che questo potrebbe renderla più pericolosa per Macgregor. Will gli ricorda che hanno rischiato tutto per arrivare fin qui e che non possono andarsene finchè non ne vale veramente la pena, perciò lo invita ad andarsene per conto suo, offrendo il suo aiuto. Snyder dice di non poterlo fare, perchè non è come lui e che la sua sicurezza è riposta nell'abilità di mantenere un segreto complicato e teme che qualcuno potrebbe riconoscerlo.


-Promesse: Katie riesce a parlare con Macgregor, consegnandogli il quaderno con tutte le informazioni apprese a Los Angeles. Lui la ringrazia per quanto ha fatto e lei si offre volontaria per aiutarlo in ogni modo possibile col congegno. Macgregor spiega che al momento sono in una fase di osservazione e studio, cercando di operare in modo lento e metodico e non accelerando la cosa finchè non ne sapranno di più. Katie, mossa dalla curiosità, chiede da quanto tempo hanno un RAP e lui dice che è un tempo sufficiente per capire che hanno bisogno di comunicare, il solo mezzo per ottenere informazioni e il congegno è la chiave per raggiungere questo scopo. Lei chiede di vederlo, ma lui le dice che glielo permetterà soltanto quando sapranno con cosa hanno a che fare. Katie non demorde e dice di essere conscia dei rischi che ha corso, fornendo il congegno e ogni dato acquisito al riguardo. Vincent dice che lei ha l'esperienza giusta e Macgregor gli chiede di lasciarli soli. Katie gli parla di quanto ha combattuto con Broussard a Los Angeles, del fatto che lui si fida di lei, e Macgregor gli chiede se Broussard le ha mai spiegato come funziona il protocollo in questi casi. Alla fine le promette che quando avranno visionato il tutto e discusso la cosa, lei sarà in quella stanza.


-Uno strano edificio: Broussard e Amy si allontanano dalla zona controllata e lei inciampa. Broussard va a soccorrerla e nota che la sua collana resta sospesa in aria. Allora lui fa un test prima con una roccia e poi con un proiettile e quest'ultimo rimane sospeso. A un tratto notano uno strano edificio, presumibilmente non umano, e Amy incomincia a sentirsi strana e a udire uno strano rumore, mentre Broussard, che resta stranamente impassibile, le dice di allontanarsi.


-Incontro ravvicinato: Will legge "A Wrinke in Time" ai suoi figli (un easter egg di Lost coi fiocchi) e Katie rientra, riferendo a Will che ha dato le informazioni a Macgregor, ma non ha ricavato molto in cambio. Lui le dice che questo posto è pieno di segreti e che Snyder lo detesta, una cosa che non sorprende affatto Katie. Improvvisamente un rumore assordante si propaga per tutto il campo e Snyder spiega che si tratta della connessione del RAP. Will e Katie corrono subito nell'edificio dove è tenuto il RAP e lei rimprovera Macgregor per non essere stato metodico come diceva. Will si avvicina al RAP e chiede se si tratta di una macchina e il RAP inizia a parlare, ripetendo la domanda con la voce di Will. Katie chiede se ha parlato e l'alieno risponde con la sua voce e Macgregor dice che finora non lo aveva mai fatto e per questo avevano bisogno del congegno. Will chiede al RAP se riesce a capirli e lui dice di sì. Katie gli chiede da dove vengono e l'alieno inizia a dire una serie di numeri, delle coordinate misurate con unità astronomiche, prova che sanno molte cose sugli umani. Poi svela perchè sono venuti sulla Terra: il suo popolo è in guerra con un nemico potente, da cui stavano scappando. Loro hanno bisogno degli umani come risorse per costruire una difesa e li definiscono loro alleati (concetto un po' strano date le circostanze) e sanno che il loro nemico sta per arrivare sulla Terra con lo scopo di annientare ogni cosa. Alla fine dice una frase che fa' parecchio riflettere:

"Human equal ally equal partner. [...] Our enemy is your enemy. We are your defense." 

Macgregor, convinto che stia mentendo, stacca il congegno e ordina un isolamento totale e una sorveglianza elevata. Will e Katie disapprovano dicendo che dovrebbero tornare dentro ad interrogarlo, ma Macgregor non lo ritiene necessario e pensa che ciò che ha detto non sia vero, perciò devono controllare la situazione prima che sia tardi.


-Continuare la missione: Broussard e Amy sostano per qualche istante e si chiedono che cosa hanno visto la notte prima. Lui pensa che non sia nulla di buono e lei decide di contattare il campo per comunicare quanto hanno visto. Broussard propone di andare verso la costa per restare al sicuro e Amy viene a sapere che il campo ha smesso di trasmettere dalla notte scorsa, segno che qualcosa non va e così decidono di proseguire il loro cammino, chiudendo l'episodio.

VERDETTO

Finalmente, dopo due stagioni e tre episodi, arrivano le risposte che tanto attendevamo, le quali danno soddisfazione, ma lasciano degli spunti su cui discutere, specialmente riguardo alla vera natura dei RAP. Ancora una volta la storia prosegue sui due fronti distinti presentati nello scorso episodio, i quali sono incredibilmente gratificanti, offrendo risposte e qualche mistero in più. Da una parte i Bowman, che assieme a Snyder hanno trovato un luogo apparentemente sicuro e cercano di fare del loro meglio per contribuire; Will inizia a lavorare come scavatore e nota un aria sospetta, specialmente riguardo al tizio col tatuaggio di Bugs Bunny, il che fa pensare che le questioni politiche di questo campo sono ben più complicate, aspetto evidenziato puntualmente da Snyder, mentre Katie fa di tutto per contribuire alla causa, il che è logico, visto il notevole contributo dato col congegno e le informazioni sul quaderno. Il tutto trova uno sbocco con la prima interazione fra RAP e umani, la scena che ci ha dato più da riflettere, specialmente sul loro concetto di alleanza, ponendoci due alternative: o secondo i RAP invadere un pianeta, colonizzarlo e assoggettarlo ai loro bisogni è sinonimo di pace, oppure loro non sono completamente padroni di come gli umani, nella fattispece l'IGA, gestisca le cose sulla Terra, ipotesi abbastanza plausibile. Potrebbe anche essere che Macgregor abbia ragione sul fatto che non si possano fidare, ma staccare la spina non risolve di certo le cose, facendo presagire un'atmosfera di pericolo nel campo. Dall'altra parte Broussard e Amy continuano il loro viaggio e fra l'imbattersi in un gruppo di inesperti che si è fatto uccidere e recuperare qualche scorta utile, si trovano davanti a un'altro mistero, lo strano edificio alieno alla cui vicinanza il metallo resta sospeso in aria e Amy inizia a stare poco bene e a sentire un rumore, che non sembrava toccare minimamente Broussard e chissà se la lista in cui lui e Will si trovano ha a che fare con questa sua resistenza fisica. Insomma, tanta carne al fuoco in una terza stagione che continua ad affascinare ed intrattenere, portando dei risultati e aprendo nuovi scenari per i prossimi episodi, che noi aspettiamo con grande impazienza.

Continuate a seguirci per le ultime news su Colony!

Un saluto alle affiliate
Colony Italia,I Drogati di Telefilm, Cinema, Movie and Pop Multifandom il mondo che non c'è, Josh Holloway Italia Serie tv Concept
Talk About Telefilm Telefilmiamo


Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Ada_Bowman

Posta un commento