GOTHAM - Recensione "Worse than a crime" S02E11



Eccoci finalmente giunti all'ultima recensione di Gotham del 2015! Un'altra volta in ritardo, e un'altra volta mi scuso, prometto che dal 2016 sarò più puntuale. Ci sono un bel po' di cose da dire su questo mid-season finale, anche se purtroppo non quante me ne sarei aspettate. Questa sarà la mia prima recensione non del tutto positiva, quindi sarei davvero interessata ad avere altri pareri. Ma andiamo con ordine.

S02E11 "Worse than a crime"
Scritto da: Bruno Heller
Diretto da: Jeffrey G. Hunt

 Avevamo lasciato una situazione piuttosto tesa a Gotham, con Jim che veniva salvato da Pinguino, Bruce nelle mani di Galavan e Alfred appena fuggito dallo scontro con Tabitha, ed è proprio da lì che riprende l'azione. Presto scopriamo che Jim è stato dichiarato fuggitivo, armato e pericoloso, e niente possono le parole di Lee per cercare di convincere Barnes: abbiamo già visto la sua inflessibilità più volte e, nonostante lui voglia bene a Jim e sia convinto che Galavan sia invece un criminale, la sua unica opzione rimane seguire la legge e continuare a cercare prove. Questo atteggiamento farà più tardi da contraltare a quello di Jim, sempre combattuto tra la legge e il bene superiore.


La trama di questo episodio è piuttosto semplice e lineare: un'improbabile comparsa di Lucius Fox che denuncia la scomparsa di Alfred e Bruce serve a mettere in moto l'azione alla centrale, mentre Jim si risveglia in casa di Nygma, dove viene convinto da Pinguino che ormai l'unica cosa che gli resta da fare per fermare Galavan è andare con lui e aiutarlo nella sua vendetta, visto che la legge ha già fallito in questo senso e ormai considera anche lui un fuggitivo. Nygma serve anche da tramite per far incontrare il gruppo che si trova alla centrale con quello che si trova a casa sua, prima Lee, poi Alfred, Harvey e Lucius. La prima ad arrivare è la donna, che cerca di convincere Jim a lasciar perdere e fuggire con lei da Gotham, rivelandogli di essere incinta. Quando stanno quasi per andarsene, però, l'arrivo di Lucius, Harvey e Alfred con la notizia che Bruce è nelle mani di Galavan, convincono il detective a cambiare idea, non lasciando a Lee altra scelta che accettare la situazione e rimanere ad aspettarlo. Al gruppo si unisce anche Selina, che conosce una via d'entrata per il palazzo di Galavan, e tutti insieme si armano e si muovono verso il loro obiettivo.

Questa parte della storia, in realtà frammentata nel corso dell'episodio, è come sempre ben costruita, in particolare le scene a casa di Nygma, che sono pervase da un'atmosfera decisamente fumettistica, con colori e inquadrature particolari, ma il modo in cui tutto si svolge molto rapidamente lascerebbe presagire una resa dei conti decisamente più epica di quella che invece ci aspetta. Inoltre non ho apprezzato molto il provvidenziale arrivo di Lucius dal seminterrato dopo che era sparito per così tante puntate; è vero che in questa serie tv il realismo non è la parte più importante, ma l'espediente mi è sembrato comunque un po' forzato. Sempre più stima invece per Alfred, che tenta una manovra quasi da videogioco per rubare una macchina e correre in soccorso di Bruce, prima di essere fermato dalla polizia. La scena nella discarica mi è piaciuta molto, ormai sono la prima fan dell'eroico maggiordomo. Menzione anche alla bellissima interpretazione di Nygma e Pinguino, mi convinco sempre di più della bravura dei due attori, che, anche quando non sono protagonisti, riescono a fornire splendidi momenti allo show. Non sono invece molto convinta dalla storia del bambino di Lee e Jim, che è stata aggiunta per via della gravidanza dell'attrice, ma non riesco a immaginare bene che impatto avrà sulla storia. Una nota decisamente positiva la merita la scena in cui il gruppo si equipaggia e parte per la sua missione di salvataggio o vendetta, in cui l'improbabile compagnia si avvia quasi in formazione verso la sua destinazione: sembra quasi una di quelle scene a tutta pagina che si trovano nei fumetti, davvero ben costruita.

Ma passiamo alla parte a cui viene lasciato molto spazio nell'episodio: quella a casa di Galavan, in particolare con Bruce e Silver. La prima sorpresa è vedere Tabitha che finalmente inizia a opporsi al fratello: Galvan infatti la rimprovera di non aver ucciso Alfred e subito dopo se la prende con Silver per non essere riuscita a raggirare Bruce, ma essere invece caduta nel suo trucco, e le affida la missione quasi impossibile di farlo nuovamente innamorare di lei, nonostante ormai sappia tutto, minacciandola altrimenti di un destino molto poco roseo. A questo punto Tabitha fa notare che si tratta solo di una ragazzina e lo accusa di essere ingiusto. Ovviamente Silver si mette subito all'opera e finge di avere un piano per far fuggire Bruce, che ovviamente si conclude con un fallimento; ma il ragazzo non si lascia ingannare e si fa spiegare da Silver il motivo delle sue azioni, concludendo che non è colpa sua, ma del modo in cui persone più grandi di lei l'hanno condizionata e minacciata, così, poco prima di essere portato nella stanza del rito, la bacia e le dice che la ama per salvarla.

So di aver detto più volte di non sopportare il personaggio di Silver, ma la bravura della giovane attrice è innegabile e in questo episodio è riuscita a farmi provare un po' di empatia per lei, che infondo è solo una ragazzina che cerca di sopravvivere nell'unico modo che conosce. Per tutto il tempo, piuttosto lungo, delle sue scene riesce a non far capire mai quanto di quello che dice a Bruce sia reale e quanto sia invece un inganno; infatti sappiamo che i suoi sentimenti non sono certo d'amore, ma ci rendiamo conto mano a mano che sviluppa una sorta di empatia nei confronti del ragazzo, quasi come se entrambi fossero incastrati in qualcosa di più grande di loro. Silver agisce per sopravvivere, capiamo che suo zio non le ha lasciato molta scelta, e Bruce sembra invece aver accettato l'inevitabilità del suo destino. Eppure, al momento decisivo del sacrificio, sarà proprio Silver a salvare il ragazzo, distraendo Padre Creel con il suo grido e confermando così di non aver mentito per tutto il tempo. Il piccolo istante di smarrimento del sacerdote si rivelerà cruciale per la vita di Bruce, perchè permetterà agli altri di fare irruzione e dare inizio allo scontro.

Anche Bruce mi è piaciuto molto, la sua maturazione è ormai evidente, così come la sua calma e capacità di discernimento. In questi ultimi episodi abbiamo iniziato a intravedere l'uomo che sarà, e spero che lo show continui in questa direzione. Il modo coraggioso in cui attende il momento del suo sacrificio non è quello di un bambino, così come la pietà che riuscirà a dimostrare nei confronti di Silver dopo che lei gli avrà rivelato il perchè delle sue azioni. Non prova astio o risentimento nei suoi confronti perchè la vede come una vittima della situazione, esattamente come lui, non cade nella sua trappola ma è abbastanza calmo da chiederne il motivo, da voler cercare di capire il perchè di azioni all'apparenza insensate. Anche il suo atteggiamento nei confronti di Galavan e del suo rituale è quasi distaccato, come se Bruce avesse capito fino a che punto si è spinta la follia e il fanatismo dell'uomo.

Ma passiamo alla parte che, purtroppo, mi ha più deluso dell'episodio: quella della battaglia. Devo dire che dopo tutta l'attesa che era stata creata per questo momento, mi sarei aspettata qualcosa di più. La sequenza, secondo me, è troppo breve e troppo poco spettacolare: non avevamo parlato di una setta di assassini letali e che non sentono il dolore? I brevi combattimenti dello scorso episodio promettevano qualcosa di molto meglio! Non che mi aspettassi un film di Michael Bay, sia chiaro, né uno di arti marziali, ma un po' più di azione non avrebbe fatto male, secondo me. Rimango della mia idea che non abbiano lasciato all'Ordine di Saint Dumas il tempo di dare il meglio: questi terribili assassini sono comparsi solo per due puntate e sono stati facilmente sconfitti da un gruppo alquanto impreparato, il che finisce per renderli, ai nostri occhi, un po' meno terribili. Comunque, com'era ovvio, Bruce viene salvato e Galavan costretto alla fuga. E qui abbiamo un altro punto di svolta annunciato per tutta la puntata: quello di Tabitha. La sorella, quando scopre che Galavan intende lasciare indietro Silver, trova il coraggio di ribellarsi del tutto e, dopo averlo colpito, fugge con la ragazza gettandosi dal grattacielo con gli unici due paracadute a disposizione.

Questo è l'altro momento cruciale dell'episodio: Galavan , ormai senza via di fuga, si trova davanti Jim, che deve finalmente fare la sua scelta. In un primo momento sembra che Barnes lo abbia convinto a seguire le regole, ma l'arrivo di Pinguino lo metterà di nuovo di fronte a quello che crede veramente: la legge non punirà mai davvero un uomo come Galavan, la legge può fallire, l'unico modo di fermarlo è ucciderlo. E Gordon decide di prendere questa via, confermando quello che ormai sospettavamo da diverse puntate; agisce per il bene superiore, e non sempre la scelta migliore prevede il seguire la legge. Così Galavan viene portato via da Oswald e Jim, colpito con una mazza dal primo, che vuole solo vendetta per sua madre e infine ucciso dal secondo, che è invece interessato alla giustizia per la sua città. Infine Jim torna da Lee e le chiede di sposarla, ora il suo compito è concluso e possono pensare al futuro.

In questo modo si chiude un arco narrativo molto bello, che ci ha tenuto compagnia per questa prima metà di stagione e raramente ci ha delusi. Nelle scene finali vengono gettate le basi per la seconda metà dello show, in cui faremo la conoscenza del Dott. Hugo Strange e di Mr Freeze. Vediamo infatti il corpo di Galavan che viene trasportato in uno strano obitorio, dove alcuni cadaveri sono conservati in dei cilindri in attesa di chissà cosa, mentre il secondo già si aggira per le strade di Gotham, mietendo la sua prima vittima. Come ho detto mi sarei aspettata di più da questo fall-finale, vista la qualità di altri episodi, ma, tutto sommato, non si può dire che non sia stato un episodio comunque ben costruito.

Per questa prima metà di stagione è tutto, ci vediamo nel 2016 per commentare insieme le vicende della sfortunata città di Gotham e dei suoi protagonisti. Nel frattempo vi faremo compagnia con news ed anticipazioni, non perdetevele!

Come sempre, un saluto alle affiliate!




ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, Fear the Walking Dead e Legends of Tomorrow.

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Venere B.

Posta un commento