AND THEN THERE WERE NONE - La miniserie della BBC


Dieci sconosciuti sono invitati su un'isola da un ospite misterioso e iniziano ad essere uccisi uno ad uno. L'assassino sarà uno di loro?

"AND THEN THERE WERE NONE" ("E poi non rimase nessuno") è il primo adattamento televisivo del romanzo capolavoro di Agatha Christie che includa il finale originale. E' stato commissionato dalla BBC in occasione del 125° anniversario della nascita della più grande scrittrice di gialli di tutti i tempi. 

Scritto da Sarah Phelps e diretto da Craig Viveiros, questa mini serie composta da tre episodi è un adattamento perfetto, con un cast d'eccezione che comprende Douglas Booth (Anthony Marston), Charles Dance (giudice Lawrence Wargrave), Maeve Dermody (Vera Claythorne), Burn Gorman (William Blore), Anna Maxwell Martin (Ethel Rogers), Sam Neill (Generale John MacArthur), Miranda Richardson (Miss Emily Brent), Toby Stephens (Dr Edward Armstrong), Noah Taylor (Thomas Rogers) e Aidan Turner (Philip Lombard).

La trama è, ovviamente, quella del romanzo del 1939 della Christie, che consiglio vivamente di leggere, perché è uno di quei gialli che ti tengono incollato alle pagine e sanno creare quella suspence e quella tensione che ti fa proseguire la lettura fino all'ultima pagina, senza prendere fiato. E' un giallo sviluppato seguendo i canoni dell'enigma della camera chiusa doppia, dove il delitto viene commesso in circostanze apparentemente impossibili, in un ambiente circoscritto; omicidi su un'isola che non si può raggiungere o lasciare, con un  numero ristretto di persone che sono quindi tutte sospettate. 

Il romanzo della Christie è considerato uno dei suoi capolavori, e lo è senza dubbio, per tanti motivi, primo fra tutti la sua capacità narrativa e per l'assenza del detective che svolga le indagini e tiri le fila, annotando e interpretando gli indizi. Questo conferisce al romanzo una forza narrativa ancora maggiore, con una capacità introspettiva ineguagliabile nel bilanciare e analizzare il rapporto fra il male e il bene. Tutti gli invitati vengono accusati di aver compiuto terribili delitti, ma tutti, tranne uno, negano. E Lombard, che ammette di aver commesso i fatti di cui è accusato (sebbene non ne riconosca la "colpa") lo dichiara "O sono l'unico colpevole, o questa stanza è piena di bugiardi". Tra  falsità, la colpevolezza e la giustizia. 

Tutte queste caratteristiche sopravvivono anche in questa meravigliosa mini serie, dove sono rese benissimo le evoluzioni dei rapporti, degli equilibri, delle emozioni e, soprattutto, del confronto con se stessi e con le proprie responsabilità. La mancanza del detective lascia lo spettatore in balia degli eventi, lo spettatore si sente uno dei "dieci", perché non ha punti di riferimento ulteriori rispetto a quelli di cui sono a conoscenza i personaggi e ha la sensazione di galleggiare in acque pericolose.

Anche se il libro della Christie è famosissimo e la trama è stra-nota, vi racconterò la trama senza spoiler, quindi potete tranquillamente proseguire nella lettura.

E' il 1939, l'Europa vacilla sull'orlo della guerra. Dieci sconosciuti sono invitati a Soldier Island, un'isola al largo del Devon dal signor U.N. Owen e signora  (attenzione al nome U.N. OWEN.), misteriosamente assenti. Una volta sull'isola, tagliati fuori dal continente, senza possibilità di comunicare con nessuno e senza via di fuga, gli ospiti vengono tutti accusati di aver commesso un crimine terribile. Quando uno del gruppo muore improvvisamente, serpeggia la paura che tra di loro si nasconda un assassino.

Vi lascio con il trailer della serie, dal quale già di capisce quanto straordinarie siano state le performance di tutti gli attori del cast (menzione speciale per Sam Neil). Le atmosfere, proprio come in un romanzo della Christie, sono claustrofobiche e trasmettono quella punta di disagio che fa stare scomodi e la tensione cresce, fino al parossismo finale. La BBC ci ha fatto un grande regalo di Natale, approfittatene e guardatelo, non ve ne pentirete! 


Curiosità: 
- Il romanzo di Agatha Christie uscì con il titolo "Ten little nigger", tradotto in italiano con "Dieci piccoli indiani", mentre il titolo "And then there were none" fu inizialmente utilizzato per il mercato americano, dove la parola "nigger" era percepita come particolarmente offensiva. 
- La poesia originale, infatti, parlava di "ten little nigger" e non "little soldiers" (o piccoli indiani) e l'isola era Nigger Island.
- La serie televisiva Harper's Island del 2009 prende ispirazione dal romanzo della Christie  e ne riprende anche l'ambientazione.
Fateci sapere se avete visto la serie e se vi è piaciuta!  


Un saluto alle affiliate:Series Generation - Serie tv, la nostra droga - Telefilm Lovers - An Anglophile Girl's diary - Telefilm,Film, Music and More


ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, Fear the Walking Dead, The Walking Dead e Legends of Tomorrow. Per Hawaii Five-O, Fear the Walking Dead e Legends of Tomorrow ci servono anche RECENSORI.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Anna Galimberti

0 commenti: