SHADOWHUNTERS - Recensione 1.02 "The Descent Into Hell isn't Easy"


Ritorniamo questa settimana con un nuovo episodio della serie che, come molti di voi sanno, è stato rilasciato la settimana scorsa sull'app di Freeform, ma che è andato puntualmente in onda questa notte in America. L'episodio, forse più bello del primo, mi ha convinto sempre di più. 




The Descent Into Hell isn't Easy. 

L'episodio riprende dalla fine del pilot e quindi ritroviamo Jace, Clary e Simon in una piccola faida che "apre" il triangolo amoroso della serie. Ad ogni modo, ci presentano meglio l'Istituto spiegando del suo "incantesimo di protezione" e ci ritroviamo difronte al sarcasmo di Simon. IO ADORO IL SUO SARCASMO, il suo essere insicuro, il suo essere perfettamente umano e con dei sentimenti. Mi piace il fatto che sia un personaggio semplice con il quale potersi relazionare, mi piace come viene affrontata tutta la situazione di questo nuovo mondo perché tramite questo personaggio ci si riesce ad approcciare agli Shadowhunters con stupore rispetto alla totale fiducia di Clary in queste persone. Simon, poi, è quel povero tipo della storia che viene rapito ogni due per tre e, infatti, come abbiamo visto, a fine episodio viene rapito dai vampiri, da Rapahel (o la mia divah!) in particolar modo, alla ricerca della Coppa Mortale. Ora, da reader, mi chiedo: perché i vampiri vogliono la Coppa? Non sono mai stati interessati ad essa, ma un pensiero nella mia testa si è fatto strada: e se la volessero per provare a scambiare la loro "libertà" in cambio della Coppa? Consegnando la Coppa a Valentine potrebbero chiedergli di essere lasciati in pace, avrebbe senso. Oppure, nella serie daranno un significato diverso alla Coppa. In ogni caso, sono nel #teamsalviamoSimon e quindi non vedo l'ora di vedere il prossimo episodio per vedere come si evolve il tutto! 

Per non parlare delle scene con Isabelle che sono la cosa più tenera ed esilarante del mondo. "Lewis. Simon Lewis" tutto impacciato. Ho adorato la scena della camera da letto con il cibo, Isabelle è semplicemente terribile a cucinare. Non ce la fa. 
Mi piace, comunque, l'impostazione del loro rapporto. Adoro Isabelle e Simon nei libri e quindi sarà divertente vedere la loro evoluzione nella serie tv. Ne vedremo decisamente delle belle! 




Passiamo a Clary e Jace e alla loro ricerca della verità. Per prima cosa chiedono ad Hodge, uno degli istruttori dell'istituto ed ex-membro del circolo, soprannominato dal fandom Hotge e non vi spiego perché. Hodge è un personaggio molto complesso perché non è completamente trasparente come persona. Lui è stato parte del Circolo, una disgrazia secondo ciò che ci fanno capire, ed ora sta scontando la sua pena, cosa che porta Jace e Clary a "torturarlo" per ottenere qualche informazione

Clary e Jace poi si recano alla Città di Ossa, in compagnia di Simon, Isabelle e un Alec davvero contrariato (quando mai?), per ottenere nuove informazioni. Qui, i Fratelli Silenti, ottengono delle informazioni, anche se in modo limitato in quanto vi è un blocco troppo difficile da distruggere. Clary viene a sapere, infatti, di essere la figlia di Valentine. MA NO! NON SI ERA CAPITO. 

Nel frattempo, la nostra super magica amica Dot va alla ricerca del grande Magnus Bane per trovare Clary. Magnus, però, vuole più che altro salvare la sua specie e non farsi coinvolgere dalle problematiche degli Shadowhunters. A quanto ti sbagli, Bane! Ad ogni modo, Dot "thanks for your sacrifice". 

Luke, il non ancora patrigno o forse si di Clary, sta entrando piano piano nella storia e sicuramente diventerà una parte integrante di essa, magari con l'aumentare delle puntate. 
Punto forte, però, è Valentine interpretato in modo fantastico da Alan che riesce a dargli quel non so che di veramente misterioso e cattivo. 

Per concludere, Alec Lightwood is my spirit animal. Come si comporta, come si atteggia, è davvero una cosa fantastica: c'è sarcasmo, è sempre scazzato, rinnega la vita, insomma perfetto. Spero, però, lo facciano entrare ancora di più in azione perché merita tanto spazio. Fino ad ora, poi, Matthew Daddario mi sembra il casting migliore, insieme a quello di Alan van Sprang(Valentine). 




Bene, la recensione termina qui. Alla prossima e salutiamo le nostre affiliate: Matthew Daddario addicted  Serie tv la nostra drogaTelefilm LoversLe cose belle della vita sono a puntateFantasy ItaliaSeries GenerationShadowhunters ItaliaCrazy Stupid SeriesNon sei una MondanaKatherine McNamara Italia e Multifandom.



ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, The Blacklist e Legends of Tomorrow. Per Hawaii Five-O e The Blacklist ci servono anche RECENSORI."

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Isabel

Posta un commento