GAME OF THRONES - Ancora un ritorno dal mondo dei morti? Ian McShane dice di sì!



Ormai la sesta stagione di Game of Thrones si avvicina e tutti noi non vediamo l'ora di scoprire quali idee sadiche avranno messo in pratica Weiss e Benioff per far soffrire i poveri personaggi di questo show. Ma quest'anno Game of Thrones non sarà solo morti, ma anche ritorni (più o meno) inaspettati! Forse serviranno solo a poter uccidere i personaggi due volte, ma cerchiamo di non perdere la speranza!




Pochi giorni fa, l'attore inglese Ian McShane, noto al pubblico per la sua partecipazione in serie tv quali I pilastri della terra (2010), American Horror Story (2012) e Deadwood (2005) per cui ha vinto un Golden Globe, oltre che per la sua presenza in produzioni cinematografiche molto note, tra cui Pirati dei Caraibi, ha rilasciato un'intervista a BBC Breakfast, lasciando cadere un indizio che potrebbe essere molto importante per noi affezionati di Westeros. Ha ovviamente affermato di non poter rivelare molto a proposito della sesta stagione (che novità!), ma ha parlato brevemente del suo personaggio, la cui identità è ancora ignota, con queste parole:

"Il mio personaggio è un ex-combattente che è diventato un pacifista. Dunque io ho questo gruppo pacifico...è come un culto, una tribù pacifica che ha riportato indietro...Riporterò indietro questo personaggio molto amato che tutti credono essere morto."

Jon Snow! Ammettetelo, è la prima cosa che vi è venuta in mente, ormai i nostri cervelli sono condizionati a cercare ovunque qualcuno che possa resuscitare il povero Jon, ma, pensandoci bene, non credo proprio che sia questo il caso (qui alcune teorie su Jon). Sebbene il ruolo di McShane non sia stato rivelato, e le sue parole possano certamente apparire vaghe a chi non ha letto i libri, per gli appassionati lettori di Martin questo è un indizio molto più significativo.

Questa descrizione, infatti, non può che portarci alla mente un personaggio apparso brevemente in a Feast for Crows: il Confratello Anziano incontrato da Brienne durante la sua ricerca di Sansa, un ex cavaliere che ha combattuto nella battaglia del Tridente e, creduto morto, è stato abbandonato dai suoi compagni e ritrovato spogliato di tutti i suoi averi dai fratelli del monastero dell'Isola del Silenzio. In seguito alla disavventura l'uomo si è fatto monaco ed sarà proprio lui ad informare Brienne della morte del Mastino. a suo dire avvenuta tra le sue braccia.

Ed ecco che iniziamo a capire qualcosa. I lettori infatti di sicuro ricordano l'enorme monaco dal volto coperto che scava le fosse e altrettanto certamente hanno letto e analizzato le varie teorie che vogliono farlo coincidere con il Mastino e questa rivelazione sembra proprio calzare a pennello. In molti avevano già interpretato la morte di Sandor come una morte metaforica, un passaggio ad una nuova vita di pace e redenzione, come già prima era successo al confratello anziano, che quindi potrebbe parlarne nello stesso modo in cui parla del vecchio se stesso: l'uomo che era è morto, quello che si trova lì adesso è a tutti gli effetti considerato qualcun altro.

C'erano già stati dei rumors a proposito di un possibile ritorno di questo personaggio e si può dire con abbastanza sicurezza che fosse uno dei personaggi più amati dal pubblico, quindi perché non dovremmo scegliere di credere a questa teoria? Io la trovo piuttosto probabile, ma se dovesse rivelarsi esatta quale potrebbe essere secondo voi il ruolo del Mastino negli eventi a venire?

Nell'attesa delle risposte che arriveranno ad aprile, qui trovate le foto promozionali e l'ultimo teaser rilasciato dalla HBO, insieme a qualche indizio sul futuro delle sorelle Stark e un po' di commenti del cast.

A presto con le ultime da Westeros!

Per chi ha letto tutti i libri consiglio i gruppi fb:
Come sempre,un saluto alle affiliate:





SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Venere B.

0 commenti: