GAME OF THRONES - Natalie Dormer e il futuro (incerto) di Margaery.



Sempre in attesa di conoscere la verità ad aprile, continuano le speculazioni sul futuro di alcuni personaggi che abbiamo lasciato in situazioni, per così dire, complicate, alla fine della scorsa stagione. Una di questi è certamente la povera Margaery, che si è vista rinchiudere in cella dall'Alto Passero e non è ancora riuscita ad uscirne. Ecco cosa ha rivelato la bella Natalie sul futuro del suo personaggio. (POSSIBILI SPOILER)


Sappiamo che questa sesta stagione, per la prima volta, sarà quasi completamente un'incognita per tutti i fan dello show, dal momento che molte storyline hanno raggiunto i libri e il tanto atteso Winds of Winter si farà attendere ancora per un bel po'; inoltre l'HBO è stata particolarmente attenta a far trapelare il meno possibile, al punto che ha deciso di non mostrare le puntate in anteprima a nessuno per non rischiare di ripetere l'incidente dell'anno scorso. Si è parlato molto di Jon e Bran, di un atteso riscatto per Sansa e perfino del possibile ritorno di un personaggio creduto morto, ma non dobbiamo dimenticare che anche la povera Margaery non si trovava di certo in una situazione piacevole! Sappiamo che in qualche modo ne uscirà, ma ci sono varie ipotesi sul come, ecco alcune delle dichiarazioni rilasciate da Natalie:


"In questo momento non indossa di certo i suoi abiti di seta. Sono passata dall'affondare nel fango e nella polvere in "The Forest" all'affondare nel fango e nella polvere in una prigione di Westeros. Ed è anche stato divertente vedere Margaery un po' fuori controllo. È stato divertente come attrice...è fantastico interpretare qualcuno che non ha una c***o di idea di cosa farà."



Parole forti e non solo per il linguaggio (siamo passati alle parolacce, Nat?)! Di sicuro non è una situazione in cui siamo abituati a vedere Margaery, che è sempre apparsa come una donna intelligente, sveglia e certamente pronta a non farsi sfuggire un'occasione quando non è lei stessa a crearne. D'altra parte con una maestra come nonna Olenna sarebbe stato difficile immaginarsi il contrario. Ma sempre nella stessa intervista, Natalie ci fornisce un altro punto di vista sul suo personaggio:

"È una persona sincera. Ha un cuore genuinamente buono. Essere una politica capace non ti rende una persona cattiva. Ma io penso che quando le donne vengono rappresentate in questo ruolo, spesso sembra così. Le donne devono combattere quando sono sotto i riflettori, ma questo non le rende persone cattive."

Io sono sempre stata una fan di Margaery e sono abbastanza d'accordo con Natalie: non credo che sia un personaggio negativo, è solo una donna che ha imparato ad usare le armi a sua disposizione per avere un ruolo preminente, cosa che i personaggi uomini fanno in ogni momento senza per questo venire bollati automaticamente come malvagi. Ma queste parole non sono molto rassicuranti per il futuro della povera regina; io ho sempre immaginato che ne sarebbe uscita usando il suo fascino sulle persone e la sua capacità con le parole, ma a sentire la bella Natalie potrebbe avere più difficoltà del previsto. Nei libri Margaery viene liberata quasi subito, d'altra parte il suo personaggio ha molto meno spazio che nella serie, quindi possiamo sperare che la sua permanenza più lunga nelle prigioni serva a mostrare un po' di struggimento in più. Anche la Dormer sembra confusa, visto che in un'altra intervista aveva fatto affermazioni che sembravano più in linea con il mio pensiero sul modo in cui Margaery si sarebbe tolta dalla situazione corrente:

"Margaery è una ragazza sveglia e sta cercando di trovare una scappatoia, sta cercando di trovare un modo per uscire da quella cella e la strada che deciderà di prendere è piuttosto divertente e ingegnosa."

Questa mi sembra molto di più la Margaery che conosciamo. Possiamo ipotizzare che avrà un momento di incertezza e disperazione e poi si riprenderà e troverà un modo di uscire da questa situazione scomoda, infondo chi non si lascerebbe andare nemmeno per un attimo trovandosi gettato all'improvviso in una cella da dei fanatici religiosi?

A proposito di questo, una delle ipotesi è che la giovane regina venga rilasciata perché convertita dall'Alto Passero e dai suoi seguaci che sono riusciti a spezzare la sua volontà; questa idea deriva dal fatto che sembra che ci sarà una scena di Jamie accompagnato da alcuni soldati Tyrell che vanno ad esigere la liberazione di Margaery davanti alla cattedrale e l'Alto Passero la lascerà andare senza opporsi. Personalmente spero che questa ipotesi non venga confermata, perché credo che una conversione di questo tipo stonerebbe davvero con il personaggio che abbiamo imparato a conoscere. Trovo molto più probabile che la ragazza possa fingere una conversione per riuscire a farsi rilasciare e riunirsi ai suoi. Infondo se l'Alto Passero si è fatto ingannare da Cersei, che aveva molte più cose da nascondere, perché non dovrebbe credere a Margaery?

Comunque vada la situazione non è certo positiva per la giovane regina, ma d'altra parte trovarsi ad affrontare situazioni più o meno difficili o drammatiche è la norma per i personaggi di questo show. E anche a proposito della violenza e della crudezza di alcune scene, che l'anno scorso aveva portato Game of Thrones al centro di numerose polemiche, Natalie non si è fatta sfuggire l'occasione di dire la sua in un intervista di poco tempo fa:

"Tutto quello che so è che accendo la televisione per ascoltare le notizie e vedo coprire un bambino affogato in mare o bambini a cui vengono mostrati video di decapitazioni. L'orrore della natura umana è preminente nel nostro mondo e io apprezzo che alcune persone vogliano guadare la televisione per evadere, ma se è questo che vuoi, non guardare Game of Thrones. Io scelgo il fantasy come sfogo, per processare situazioni politiche, sessuali e sociali complicate dalla distanza di sicurezza della fiction. Per me è questo che dovrebbe essere l'arte." E ancora: " Trovo alcune parti dello show difficili da guardare, ma non penso che faremmo nessun favore ai giovani proteggendoli da questo."

A proposito delle accuse rivolte alla serie di essere misogina, dopo la scena dello stupro di Sansa, Natalie mostra un'opinione simile: "Ci sono alcuni personaggi misogini in Game of Thrones", ma a suo parere questo può generare delle occasioni per discutere del problema della violenza familiare, "(scene come questa) possono far iniziare una conversazione a proposito delle statistiche sullo stupro e di quanto spesso questo avvenga all'interno della famiglia." 

Ancora una volta una rappresentazione di problemi della nostra società in un universo alternativo. Di certo non si può dire che abbia torto, viste le discussioni che quella particolare scena ha generato. Personalmente sono abbastanza d'accordo con Natalie, non solo sull'utilità sociale che la rappresentazione di certe situazioni può avere, ma anche sul fatto che se la violenza urta la sensibilità di qualcuno, forse queste persone farebbero meglio a indirizzarsi su un altro tipo di programmi, visto che non è mai stato fatto mistero del fatto che il mondo di Westeros non sia un luogo facile in cui vivere e non trovo che la censura sia una soluzione accettabile. Ci sarebbe un elenco piuttosto lungo di opere letterarie la cui trasposizione su schermo è stata rovinata proprio dalla censura di scene o temi ritenuti inaccettabili dal grande pubblico e non vorrei proprio vedere Le Cronache finire in questo elenco.

Per adesso è tutto, incrociamo tutti insieme le dita per Margaery nell'attesa di conoscere il suo destino!

Per chi ha letto tutti i libri consiglio i gruppi fb:
Come sempre,un saluto alle affiliate:



SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Venere B.

0 commenti: