THE FLASH - La storia si ripete


I fan hanno speculato sull'identità di Zoom fin dall'inizio della seconda stagione, ma la verità si è rivelata ancora più scioccante di quanto potessimo prevedere!


Attenzione spoiler!







L'uomo che abbiamo conosciuto come Jay Garrick si è rivelato essere Zoom, aka Hunter Zolomon.




MA  COME E' POSSIBILE?

Come ipotizzato nelle mille teorie portate avanti in queste settimane, Jay era candidato per essere Zoom dopo la rivelazione dell'identità del suo doppelganger di Terra-1, Hunter Zolomon, l'alter-ego di Zoom nei fumetti.

Ma nonostante questo, come è possibile che Jay Garrick, che è apparentemente arrivato su Terra-1 senza poteri, sia riuscito a viaggiare tra i due universi e persino a colpirsi dritto al cuore come abbiamo visto durante lo scorso episodio?
Per ora, dobbiamo aspettare per ricevere risposta a questa domanda, ma nel frattempo i produttori esecutivi delle show hanno rilasciato delle succose interviste.
"Come tutto questo cambierà le cose e ciò che sta succedendo davvero lo scopriremo solo dopo la pausa", ha dichiarato Kraisberg. "Ma volevamo concludere questa serie di episodi con una rivelazione, così come abbiamo fatto alla fine del nono episodio della prima stagione, in cui abbiamo rivelato che Harrison Wells era l'uomo in tuta gialla. 


In molti modi, la storia si sta in pratica ripetendo. In assenza dell'originale Harrison Wells, il team Flash guardava Hunter Solomon (Jay Garrick) come un leader, che ha contribuito a mantenere unita la squadra. Vi suona familiare?

"Per noi può accadere solo grazie a quello che è accaduto la scorsa stagione", spiega Kreisberg. "Per Barry e gli altri, per quanto essi siano stati colpiti dal tradimento di Wells/Thawne, quest'ultimo per loro era un mentore e un amico e quando se ne è andato tutti hanno sentito un vuoto dentro. Jay li ha osservati e quindi sapeva quale ruolo era necessario interpretare con ognuno di loro. E' diventato amico e mentore di Barry. Un interesse amoroso per una Caitlin dal cuore spezzato (Povera Caitlin!). Ha abilmente preso in giro tutti."

"E' un tradimento persino peggiore di quello dell'anno scorso, perché si sentiranno tutti come dovrebbero. Sono stati disattenti davanti alla minaccia.", ha aggiunto Kreisberg. "Mi freghi una volta, vergogna su di te. Mi freghi due vole, vergogna su di me.".
"Hanno lasciato entrare questa persona, parte del motivo per cui era in grado di fare ciò che ha fatto è stato perché c'era un buco al centro del loro gruppo, e lui lo sapeva. E' stato in grado di inserirsi perché loro lo volevano così disperatamente."

"L'ironia sta nel fatto che l'unico che ha detto: Non fidatevi di questo tizio! Non fidatevi di questo tizio! è stato Harrison Wells, uomo di cui nessuno si fida.", spiega Kreisberg. "Per noi, c'era tutta questa grande e deliziosa ironia nella faccenda. Succede tutto in un modo che non li fa sembrare sciocchi, perché l'unico motivo per cui riusciva a manipolarli era che stava giocando con le loro emozioni. Non è successo perché sono dei creduloni."

"In realtà hanno preso delle precauzioni all'inizio - Barry lo ha persino rinchiuso - ma tutti avevano bisogno di un nuovo centro e di una nuova stella brillante che hanno messo da parte i loro timori."

Nonostante la grande rivelazione dell'identità di Zoom, rimane ancora una grande domanda:  Chi è l'uomo con la maschera di ferro che Barry ha incontrato nel covo di Zoom?
"Proprio quando risolviamo un mistero, ci piace impostarne un altro. L'identità dell'uomo con la maschera di ferro sarà, probabilmente, una sorpresa ancora più grande."
"E' un nuovo mistero per attrarre i telespettatori. Barry ha giurato che non lo avrebbe abbandonato e qualcosa mi dice che sta per mantenere la sua promessa."

The Flash torna mercoledì 23 marzo.


Fonti: Variety, Ew


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.


Condividi su Google Plus

Scritto da Silvia Orio

0 commenti: