FEAR THE WALKING DEAD - Recensione episodio 2x01

E' cominciata ragazzi! La seconda stagione di Fear the walking dead si è aperta alla grande, con un episodio carico di azione ma anche di introspezione: il mix perfetto che ci piace tanto.
Commentiamolo insieme!






S02E01

Titolo: "Monster"
Diretto da: Adam Davidson
Scritto da: Dave Erickson
Voto: 8/10


BURN, BABY BURN!
 Los Angeles è stata bruciata. Dalla riva prospiciente la villa di Victor Strand, Madison insieme a Travis e Chris osservano sconcertati lo spettacolo mentre si apprestano a riunire le ultime cose (e persone) da portare a bordo di "Abigail". Ebbene sì, hanno davvero portato con loro il cadavere dell'ex moglie di Travis, che lui stesso ha ucciso nel precedente season finale. Solo io l'ho trovata una cosa macabra e priva di logica? Capisco che il piccolo Christopher sia sconvolto e non sia ancora pronto a lasciar andare la madre, e che non sia il massimo lasciare il suo corpo in balìa degli erranti, ma insomma, io se fossi stata Travis e Madison avrei cercato di spiegargli che non è la soluzione più sana e migliore da fare, soprattutto dal momento che è già difficile portare in salvo i vivi, figuriamoci i morti! Paradossalmente hanno deciso di ignorare (non senza discussioni e
divergenze di opinioni) le richieste di aiuto di un gruppo di sopravvissuti a bordo di una zattera in mezzo al mare, ma se si tratta di fare le coccole a un cadavere allora va bene: d'altronde una donna morta non può nuocere tanto quanto un gruppo di estranei vivi... potrebbe avere il suo senso. Il pericolo si fa subito avanti: Nick riesce a salvare per un pelo i tre compagni rimasti, i quali erano stati prontamente attaccati da un numeroso gruppo di erranti scesi sulla spiaggia. Ed eccola! Una delle migliori uccisioni zombie della storia: uno zombie si avventura in acqua dietro alla scia del gommone che sta portando in salvo il gruppo, è pericolosamente vicino quindi cosa fare se non alzare il motore e spappolargli il cranio?BEST SCENE EVER! Le coccole al cadavere finiscono quando raggiungono un punto abbastanza profondo per lasciare andare Liza: Travis fa un discorso di commiato in cui sostanzialmente loda l'altruismo e la forza della ex-moglie. Chris sfoga tutta la sua rabbia proprio verso quel corpo che fino a dieci minuti prima considerava un "oggetto" prezioso: spinge con violenza il cadavere della madre nell'acqua e subito dopo lascia il ponte. E'
stato un momento davvero straziante e doloroso, ha avuto una risonanza potente. Ultima menzione al riguardo va a Daniel: quest'uomo è la voce delle coscienza di ogni personaggio! Con lui si confidano, a lui chiedono consiglio; e sembra che sappia sempre qual è al cosa giusta da dire. E' anche l'unico che non si fida al 100% di Strand: perché vuole andare proprio a San Diego? Cosa ha tenuto loro nascosto? Perché aveva già i bagagli pronti?

I AM HERE
Uno dei momenti migliori della puntata è stato sicuramente quello in cui Alicia, incaricata da Travis di sintonizzarsi su tutte le frequenze radio per capire se ci sia un posto sicuro, si mette in contatto con un ragazzo sopravvissuto. All'inizio è titubante, non sa se rispondergli o meno, ma alla fine preme il tasto della ricetrasmittente e in tono sommesso dice: "sono qui". Il tutto sulle note della meravigliosa "Five years" di David Bowie, che sembra essere scritta per questo momento apocalittico:

🎶News guy wept and told us
earth was really dying
Cried so much his face was wet
then I knew he was not lying🎶

[il frontman piangeva e ci diceva che la Terra sta davvero morendo. Piangeva così tanto che la sua faccia era bagnata e allora ho capito che non stava mentendo]
I due si raccontano, parlano di come sono sopravvissuti, delle condizioni in cui si trovano, cosa hanno fatto quando tutto è successo, delle persone che hanno perso; ma entrambi sanno che non è sicuro
rivelare troppe informazioni, come ad esempio l'esatta posizione in cui si trovano. Tutto cambia quando all'improvviso la barca di Jack imbarca acqua e rischia di affondare: i due si scambiano dei punti di riferimento per trovarsi. Alicia vuole salvarlo, si è affezionata visibilmente a lui, ha trovato conforto e amicizia in questo, anche se breve e a distanza, incontro. Propone al gruppo di salvarli e subito Victor mette in chiaro la situazione: quella è la sua barca, se non fosse per lui sarebbero tutti dei bei polli allo spiedo. Quindi in poche parole ogni decisione spetta a lui.

A BIG NEW FAMILY
Stare tutti insieme su una barca ha i suoi pregi: innanzitutto favorisce a creare dei legami, oltre che delle dispute. Ci sono stati diversi momenti di vicinanza tra i personaggi durante questa puntata. E sono proprio questi a rendere grande questo show, così come la serie madre da cui parte: The walking dead. I personaggi sono il centro di tutto: non sono telefilm che parlano di zombie e uccisioni mozzafiato, bensì vogliono raccontare cosa succede all'essere umano in circostanze catastrofiche. Cosa ciascuno è in grado di tirare fuori per sopravvivere? Cosa siamo destinati a diventare quando veniamo messi faccia a faccia con un nemico mortale? Come evolvono i rapporti che abbiamo con chi amiamo e con chi conosciamo appena? Parlavo di momenti di condivisione: Daniel e Chris che pescano e pensano a chi hanno perso. Si dicono solo poche parole, ma sono esattamente quelle di cui hanno bisogno. E poi Nick e Victor che parlano sottocoperta di cosa significhi "essere qui", sia dal punto di vista pratico del presente (cosa ci faccio su questa barca?) sia dal punto di vista esistenziale (perchè esisto in questo mondo). Sono delle domande che già tutti nella vita ci poniamo, anche senza essere coinvolti in uno scenario apocalittico. Madison che riesce ad aprire un dialogo con Chris, facendogli capire che è normale soffrire e sentire il peso soffocante della perdita di chi amiamo; ma mettendolo anche di fronte al fatto che se suo padre non avesse ucciso Liza, si sarebbe trasformata in una di quelle
creature che stanno contribuendo alla fine del mondo, e nessuno vorrebbe che i propri cari facessero quella fine. Ed infine il momento delle cena: una tavola imbandita, del buon pesce fresco appena pescato, tutti insieme riuniti intorno allo stesso tavolo, a condividere la malasorte e la vita. Un piccolo momento di leggerezza fatto di gesti e di sguardi. Ma è un momento effimero, perché presto le ombre si abbattono nuovamente sugli ospiti dell'"Abigail".

SHADOWS
Chris si getta in acqua seguito da Nick. Tutti abbiamo pensato al peggio, ammettetelo, e questo stupido teenager se ne esce con un "volevo farmi una nuotata"... ma vai va!. E poi c'è Nick che si immerge nell'acqua, sembrerebbe per godersi la freschezza del mare, ma forse indugia un po' troppo e, visti i mille pensieri esistenziali che ha condiviso con Victor poco prima, ci fa prendere un colpo al cuore. Ditemi che non sono stata l'unica a gridare da sola in casa: "Nick torna su, Nick cosa fai, torna su, torna su, ti prego!". Finalmente comincia a riemergere verso quello che si pensa essere Chris che galleggia a pancia in su, e invece... signori e signore ecco a voi la prima apparizione ufficiale di un zombie galleggiante! Vedendo una piccola imbarcazione da pesca rovesciata, colleghiamo subito il tutto a Jack e a quel "Alicia, ti vedo" davvero poco poco inquietante. Saranno loro le malcapitate vittime? Oppure sono i passeggeri di una nuova imbarcazione che sta tallonando "Abigail, e che molto probabilmente hanno causato le morti di quelle persone? Io sono più propensa per la prima ipotesi perchè ci sono davvero molte coincidenze con il racconto di Jack (barca da pesca, lui unico uomo con altre due donne, la sorella e la cognata); ma può anche essere che il vero Jack sia un altro, e che abbia raccontato ad Alicia la storia delle tre vittime per farsi dare la sua posizione e raggiungerli. Voi che dite?

Concludo con la miglior scena, la peggior scena, il miglior personaggio e il peggior personaggio, secondo me, dell'episodio:

Best scene:

Worst scene:

Best character:

Worst charater:

Alla prossima recensione!
Daria

Affiliate: Telefilm LoversSeries GenerationHorror ItalySerie tv, la nostra drogaDiario di una serie tv addicted 



SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Daria Schiavolin

3 commenti:

barby ha detto...

ma solo a me è venuto il mal di mare,maturato dopo la visione della puntata? xD non scherzo,stavo quasi come quando andavo in sardegna,senza nausea ma stomaco scombussolato...prevedo le prossime puntate di fare scorta di antiemetici misà xD.

Malori a parte,l'idea del mare è bellissima...vedremo"pirati"e arrembaggi versione moderna ....riguardo jack,io avevo capito che lui si trovava nella parte opposta,ovvero sud,quando si lanciano le coordinate rispetto all'incendio divampato sulla costa. quindi non può stare li'.... lo spero,perchè mi è partita la ship(lol),già la voce è sexy di suo...senza contare nick e l'ispanica(non ricordo il nome),che è ancora da approfondire,non l'hanno fatta interagire mai in pratica in questo episodio. quando si son scontrati sottocoperta ho lanciato:icebergggggg rottura:ammmmore. xD

Daria Schiavolin ha detto...

AHAHAAH esattamente! Ofelia l'ho messa come peggior personaggio proprio perché non ha fatto nulla e si è vista pochissimo (a parte la piccola parantesi alla "Titanic" con Nick). Per quanto riguardo Alicia e Jack è partita la ship potente anche a me, quindi sei in buona compagnia tranquilla :') Anche io ho capito che si trova a Sud però non si mai che abbia mentito e in realtà il suo scopo sia attaccarli e impossessarsi dello yacht :O spero vivamente che non sia così, ma conosciamo gli autori no? quindi mai dire mai XD

Francesco Spurio ha detto...

Ma me la togliete una curiosità? La parte in cui scoppia l'incendio e la casa viene invasa dagli zombies me la sono persa solo io??