ARROW - If you're not leaving...I'm not leaving. RECENSIONE del FINALE di STAGIONE "Schism".

Ci siamo: godetevi l'ultima recensione, quella del FINALE di STAGIONE, "Schism" (4x23).





E' finita! Ebbene si, siamo all'ultima recensione di questa quarta stagione di Arrow.

Colmo di potere e nutrito dalla morte di milioni di persone, Damien Darhk sembrava davvero indistruttibile. Un primo incontro con Green Arrow si rivela deludente per il nostro eroe: gli era stato detto che l'unico modo che aveva per confrontarsi col villain era colmarsi dell'esatto opposto, di luce e speranza. In realtà, con la Terra sotto l'assalto di migliaia di missili nucleari, la speranza l'hanno persa un pò tutti. 
Incluso Diggle, che rivela alla moglie Lyla la realtà sulla morte di Andy. La reazione della donna non è stata quella che ci aspettavamo infatti, come sempre, resta accanto al marito e lo sostiene. C'è un momento di stallo.
Ancora una volta a cuore aperto, Oliver si confida con Felicity riguardo a quest'oscurità che si porta dentro e che ha tentato mille volte di cancellare, domandandosi anche se il suo essere stato un illuso pensando di poter cambiare le cose, sia stata la causa anche della morte di Laurel
Mi è piaciuto molto il modo in cui, più volte, all'interno dell'episodio, il ricordo di Black Canary sia stato introdotto.
Poi, anche grazie alle parole accorate di Curtis, Ollie comprende quanto sia stato d'ispirazione per molti e decide di provarci ancora una volta, vada come vada. Senza più nulla da perdere e senza la sua maschera, si rivolge al popolo di Star City, impazzito e reso violento dalla paura, portandolo alla calma. 
Un'illuminazione di Overwatch e di Curtis, riesce a deviare il missile diretto proprio da loro, sotto lo sguardo incredulo di tutti. 
E' stato un momento esilarante! Solo questi due ragazzi riescono a rendere fantastica una scena al limite della catastrofe! Il saltellino finale poi! Gli animi si rinnovano di un pò di ottimismo: restano da fermare ancora 15.433 testate. 

Così tutti tornano all'opera, mentre Green Arrow riaffronta Darhk. Ora, mi sento costretta a spendere due parole per quella figlia cretina che si ritrova Damien. Allora, sta infossata sotto terra col padre, mentre lui praticamente davanti a lei uccide il mondo, e che fa quando Oliver entra? Chiede a suo padre che ci fa lui lì. No ma dico...tu stai fuori! 
Comunque sia, tra vari traumi e contusioni, giunge il momento della verità, e quando tutto sembra perso, compare a sostegno del vigilante l'intera popolazione di Star City, pronta a sostenerlo.
Accade l'impensabile: la forza della speranza di tutta quella gente, nutre Oliver di quella luce che indebolisce in maniera assurda il potere del nemico. Praticamente la folla era il Fandom, non so se ve ne siete resi conto!? Così, mentre Felicity riesce a convincere il suo ex Cooper (RIP) a lasciarle il controllo di Rubicon, con la sensibilità che la distingue, Damien Darhk viene ucciso. Non è stato uno scontro che mi ha totalmente convinta, è stata troppo veloce la dinamica e troppo semplice il metodo, non ai livelli delle aspettative.

Green Arrow torna quindi al vecchio metodo, perchè ha capito che non sempre si ha una scelta, come in questo caso, ma questo non fa di lui un assassino. Dopo la morte di Taiana nei flashbacks, rivediamo Amanda Waller e capiamo che la prossima meta di Oliver sarà la Russia, proprio come avevamo pensato.

Lo scisma di cui si è tanto chiacchierato era quello interiore, e non solo del nostro Oliver Queen, ma un po di tutti i personaggi e ho amato che il titolo dell'episodio sia uscito proprio dalla bocca della nostra Smoak. 


Lance, perde il suo lavoro come poliziotto e decide di andare via con Donna. Ora ha superato la morte di sua figlia, perchè non è stata vana;

Thea, sopraffatta da tutto quello che le è accaduto dopo la rinascita dal Pozzo di Lazzaro, decide di prendersi un pò di tempo, per capire realmente chi è. Si sente un pò troppo figlia di suo padre;

John, nonostante il sostegno della moglie, vuole allontanarsi per chiarire le idee e affrontare ciò che è accaduto col fratello, cercare per lo meno di capire;

Sorvolerò sul fatto che Ollie arriva addirittura a pensa di essere oscuratamente contagioso (nel caso, vieni qui e contagiami) e mi soffermerò su ciò che Felicity gli ha risposto: non può esistere l'eroe senza la sua parte oscura, non deve più tentare di cancellarla ma di accettarla come una parte di sè, una parte che ogni essere umano in realtà possiede. 


Ed è questo il fulcro della Season 4, per chi si fosse chiesto dove gli autori volessero andare a parare. Lo scisma interiore di ognuno di noi, che non riusciremo mai ad identificare come luce o ombra, è molto più complesso. Una volta accettato che non si è o bianchi o neri, non si è classificabili, forse si potrà trovare una nuova consapevolezza e pace interiore.

Oliver Queen, ladies and gentleman, diventa così Sindaco di Star City: chi non lo vorrebbe un primo cittadino così gnocco?! Non si è mai visto.


Dunque, se prima erano in decine a ballare l'Alligalli, ora sono rimasti in due. 

La meravigliosa scena finale mi ha riportato ad un momento, con un parallelismo tra Oliver e Felicity...

Nonostante tutto quello che hanno passato...


...accada quel che accada...



IF YOU'RE NOT LEAVING, I'M NOT LEAVING.


Vi lascio Arrowiani, restate con noi per tutte le novità della prossima stagione!

Un saluto alle affiliate: Arrow Source Italia - My name is Oliver Queen - Arrow - Oliver & Felicity - Olicity I love spending the night with you - Felicity, you are remarkable - Stephen Amell Italia - Emily Bett and Caity Lovers - Le Perle di Felicity Smoak - Stephen and Emily: my Idols - Arrow - Laulicity - Arrow e The Flash - Arrow e The Flash Italia - Arrow and the Flash Italy - Fantasy Italia - Serie TV la nostra droga - Incondizionato Amore Per Le Serie Tv - Telefilm Film Music and More - Telefilm Lovers - Series Generation - Le cose belle della vita sono a puntate - All about Willa Holland -  Miss Felicity Smoak: Our lovely Emily Bett - Stephen Amell and Emily Bett Rickards Fans - Multifandom - Colton Haynes Italy - Stephen Amell and Emily Bett Rickards Source - I believe in you Olicity - Olicity Arrow Italia - Talk About Telefilm - Katherine Evelyn Anita Cassidy Fans - Il Criticatore di Telefilm - Olicity: It's my life, my choice


SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da CaptainSwanOlicity 91

0 commenti: