MR ROBOT - Il cast parla della scena della tomba





Mr Robot è stata la sorpresa della programmazione 2015, uno show che si adatta perfettamente a questi tempi in cui la tecnologia è in continua espansione, attraverso l'Internet delle Cose, fino alle nostre vite di tutti i giorni. Lo show tornerà a metà luglio, perciò i membri del cast Rami Malek, Carly Chaikin, Portia Doubleday e Christian Slater avevano le labbra cucite riguardo il futuro della fSociety durante il loro panel al Vulture Festival con l'editor Abraham Riesman, ma ci hanno rivelato alcune cose su come fare per entrare nelle menti dei loro personaggi.

La scena della tomba è stata quella più difficile da girare. Il momento in cui Elliot capisce che Mr Robot (ovvero suo padre) è un'illusione, e che in realtà è stato lui a guidare l'attacco alla EvilCorp ( e a creare la fSociety) avviene in una tomba. E'la prima volta che i quattro attori sono tutti insieme sullo schermo insieme, e ognuno di loro ha affermato che quella scena, girata in un vero cimitero nel giorno del compleanno della Doubleday, è stata la più dura dell'intera stagione. "Ci sono volute nove ore", ha detto l'attrice. Malek e Slater hanno girato la mattina, ma lei e la Chaikin erano entrambe sul set a guardare, entrambe trattenendo a stento le emozioni mentre guardavano Elliot venire a patti con la realizzazione che lui era Mr Robot. "Entrambe singhiozzavamo guardandoli", ha detto la Chaikin. "Dopo che avevano finito, tutto quello che volevo fare era vomitare. Quando è toccato a noi girare ho detto "Non ho più lacrime".


Quando la Doubleday ha rivisto la scena si è chiesta cosa avrebbe pensato la gente vedendo una scena così intensa in tv. "Ricordo che stavo andando via e ho pensato "Oh mio Dio, è proprio così che sarà questo show? Come reagirà la gente?"

Durante il panel, Malek ha sottolineato il rapporto che aveva sviluppato con Slater, ma ha sentito che doveva fare sul serio in quella scena. "Quando ha preso la mia faccia tra le mani alla tomba, ho dovuto guardarlo dritto negli occhi" ha detto Malek. "Abbiamo girato ancora e ancora ed io continuavo a guardare Christian morto negli occhi e ho pensato "se girerò di nuovo questa scena, dovrò soffrire per un po' ".

Come Esmail ha avuto via libera per dirigere tutta la seconda stagione. E' stato menzionato tantissime volte che Sam Esmail, il creatore della serie, voleva che fosse un film e che la prima stagione è l'equivalente della prima parte. Lui stesso aveva diretto alcuni episodi, ma aveva deciso che non solo avrebbe contribuito a scrivere il copione della seconda stagione, ma che voleva dirigerne tutti e dieci gli episodi. Secondo Slater, Usa Network aveva solo una richiesta da fare prima di dargli l'autorizzazione: "Loro erano fiduciosi, ma era comunque un grande passo, per questo chiesero ad Esmail di scrivere otto copioni prima di accettare,e lui ne scrisse dodici".

Il realismo di Angela e Darlene. La Doubleday (Angela), ha detto che lei e la Chaikin (Darlene) parlano spesso di quanto siano grate di interpretare dei personaggi così completi. Ha aggiunto : "Ci sono molti copioni in cui il mio personaggio, quando finisce una relazione, viene sempre descritto carino e divertente". Sia lei che la Chaikin hanno detto che è stato rinfrescante interpretare qualcuno che non è coinvolto in una situazione sentimentale. "Quando Sam mi ha detto che Angela (il suo personaggio ) sarebbe stata una ragazza che voleva lavorare per questa grande corporazione e che avrei dovuto interpretare una donna di oggi che vuole salire la scala verso il successo , sono stata molto entusiasta."

I costumi sono importanti. Si potrebbe pensare che sia facile vestire un personaggio che è un asociale, ma Malek ha detto che è stato difficile dato che Elliot si veste come se "avesse un'armatura". Lo scopo era che se lui avesse dovuto abbassare la testa e ci fosse stato un drone sopra la sua testa, lui sarebbe scomparso nella città per un momento." Dopo aver provato vari tipi di pantaloni neri, compresi alcuni elasticizzati, lui, Esmail e i costumisti decisero che un paio di jeans più spessi del normale (a significare "questo ragazzo non vuole essere toccato") e una felpa col cappuccio  sarebbero stati adatti per un look da lotta urbana.


Fonte: Vulture

Un saluto alle nostre affiliate:







SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Chiara F74

0 commenti: