FEAR THE WALKING DEAD - Recensione episodio 2x13


Questa puntata mi ha fatta arrabbiare un sacco, mi ha coinvolta talmente tanto che avrei voluto prendere a sberle più o meno metà del cast coinvolto nell'episodio!







S02E13
Titolo: "Date of death"
Scritto da: Brian Buckner
Diretto da: Christophe Schrewe
Voto: 8/10

L'ORDA DEI VIVI
La brillante idea di Madison di accendere l'insegna dell'hotel, porta da subito a tragiche conseguenze: da ogni dove giungono persone che cercano riparo in quel luogo, che è uno dei pochi sicuri rimasti. Sappiamo bene quanto sia difficile e poco prudente fidarsi ed aprire le porte a così tante persone, ma come dire di no ad alcuni e lasciar passare le persone che invece conosciamo e a cui teniamo? Questo è un po' il dilemma attorno a cui ruota la puntata. Fin da subito sappiamo che Travis ha raggiunto Madison, e il momento in cui si incrociano i loro sguardi è stato semplicemente straziante, molto intenso.
Dal momento in cui le loro mani si sfiorano attraverso il cancello, un flashback ci riporta esattamente a dove avevamo lasciato Travis e Chris: entrambi si trovano davanti al cadavere dell'uomo che il ragazzo ha ucciso. Uno dei tre fratelli è stato ferito ad una gamba da un proiettile, e Travis si prodiga subito per aiutarlo. Ritorniamo al presente: Madison lo fa passare dal cancello, lo conduce in una stanza dell'hotel e i due si aggiornano sulla prole mancante, ovvero Nick (che Madison a ragione presume essere a Tijuana) e Chris. Non sappiamo ancora che fine abbia fatto ma per un momento ho sperato davvero che Travis lo avesse fatto fuori! Davvero è persino più odioso del piccolo Carl! Sta di fatto che i ragazzi decidono di mettersi in viaggio verso San Diego nonostante Travis e Chris l'abbiano vista bruciare. E' davvero esasperante stare dietro a questo gruppo: mi chiedo veramente fin dove ci siano e fin dove ci facciano. Per
la prima volta in questa serie riesco a simpatizzare e ad immedesimarmi nel povero Travis. In questo caso non ha scelta ed asseconda quel pazzo del figlio e i suoi "amici". Intanto James continua a fare il forte, a dire che non soffre ma io non ne sono per niente convinta, sicuramente ci lascerà le penne a un certo punto! Prima di lasciare la fattoria, Travis ancora una volta si comporta in modo ammirevole: va a cercare tra i cimeli di famiglia, il nome del tizio che Chris ha ucciso, in modo tale che la sua croce non sia più uno sterile pezzo di legno muto. James peggiora immediatamente a causa dei movimenti del pick-up e durante la sosta notturna Travis sente i ragazzi bisbigliare e all'improvviso tutti capiamo: lo vogliono uccidere. Quel:
how's wrong with you?!
di Travis ha dato voce a tutti noi: ma quale cavolo è il vostro problema? Uccidere per sopravvivere è 
un conto, ma per questi sembra essere diventato uno sport. Mi serve un pollo, ti uccido invece che provare a spiegarti che ho fame e convincerti a regalarmene uno; il nostro amico è ferito, si dovrà ucciderlo invece di rimandare un piano senza nè capo nè coda in modo da farlo riprendere. Il modo in cui questo show mette in evidenza questo lato quasi paradossale del comportamento umano è davvero geniale e senza precedenti! Forse nemmeno in TWD viene così indagata la parte più tetra dei protagonisti. Il fatto che Travis, un padre, abbia paura del proprio figlio ce la dice lunga, ed è forse per questo che riusciamo a perdonarlo, ma soprattutto a capirlo, per le scelte che ha fatto. Parliamo invece di Chris? E' stato proprio un verme, non ho termine migliore! Per quanto riguarda Brandon invece non esistono parole per esprime quanto abbia fatto schifo il modo in cui ha ucciso James. I tre ragazzi partono alla volta degli USA e Travis è solo. Seppellisce James e anche per lui costruisce una croce. Dopodiché si mette in cammino e il resto lo conosciamo già: arriva da Madison, Victor e Alicia. La cosa che amo di questa coppia, è che si completano l'uno con l'altra: le parole di Travis, la sua
delusione, il suo discorso riguardo le ultime parole dette a Chris ispirano Madison, che capisce di dover essere sincera con Alicia. Per questo le racconta come davvero è morto suo padre e le leggiamo negli occhi tutta la frustrazione di una madre che ha appena realizzato di aver dato per scontato uno dei suoi figli più dell'altro. Sulla scia di questo momento emozionale, la puntata si chiude come mai avremmo immaginato: ai cancelli di Rosarito arrivano Duncan e il suo compagno, senza però Chris. Mi aspettavo di rivederli, ma non così presto e soprattutto non senza di lui. Il season finale ci darà filo da torcere anche in questa stagione!

Io vi aspetto Domenica con l'anteprima delle due ultime puntate di Fear the walking dead: ebbene sì il season finale avrà doppia durata! Nel frattempo fatemi sapere cosa ne pensate di questo episodio =)

Daria


Photo credit: AMC, Tumblr

Affiliate:

SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per AMERICAN HORROR STORY, EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Daria Schiavolin

0 commenti: