AMERICAN HORROR STORY - Anteprima episodio 6x10 (SEASON FINALE)


Ad un passo dalla fine, lo show ha inizio. Il ritorno a Roanoke è giunto alla sua fallimentare conclusione e, come pronosticato, solo uno dei protagonisti è riuscito a uscirne vivo.

Contro ogni aspettativa (esclusi pochi ottimisti) Lee Harris è l'unica sopravvissuta, la sola ad avere pernottato due volte presso la tenuta dei Mott ed essere ancora in grado di raccontarlo, se pur con un imbroglio di non poca rilevanza. Come fu per Thomasin White, anche Lee viene infatti tratta in salvo dall'originale Suprema/Scàthach interpretata da Alexandra Daddario (già presente in AHS: Hotel nei panni di Natacha Rambova) divenendo quella che la rete ha ormai canonizzato The Butcher 2.0.

D'altronde la Suprema non poteva che scegliere il maggior esponente matriarcale per diffondere il proprio seme. Non a caso, così come la Macellaia originale uccise il suo stesso figlio per fare ciò che secondo lei era la cosa migliore per la colonia, Lee è arrivata a uccidere il suo stesso marito pur di non essere allontanata dalla piccola Fiona. Se il paragone tra le intenzioni dell'una e dell'altra appaia un tantino discordante, resta innegabile come le due donne abbiano in comune qualcosa di fondamentale: un istinto naturale a sovvertire il sistema patriarcale governato dal sesso maschile. La falsità da oscar di Audrey e la totale devozione (poi esplosa in follia) di Shelby per Matt non erano nulla a confronto con la forza di una madre in grado di arrivare laddove il suo stesso doppio (Monet) non è arrivato. Monet è infatti caduta nel circolo dell'alcolismo laddove Lee è riuscita ad uscirne. Al contempo, Shelby e Monet non sono sopravvissute ai terrori di Roanoke, e Audrey è durata a lungo solo grazie al gioco di squadra e alle energie tratte dalle sue mille maschere. Lee ce l'ha fatta da sola, si è liberata dei Polk con le proprie forze e la sua determinazione è stata premiata.


Resta da scoprire come il mondo abbia accettato la sopravvivenza di Lee e come Lee stessa potrà convivere dopo ciò che ha fatto a Roanoke. Lo scopriremo attraverso telecamere familiari, accompagnati da una voce ancor più amica: Lana Winters. Nonostante sia la prima volta che un suo personaggio muore in AHS (se escludiamo Sally) Sarah Paulson vive ancora e torna a farlo nei celebri panni di Lana Banana, la giornalista sopravvissuta a Bloody Face e figlio in Asylum.

L'ultima parte di American Horror Story: Roanoke sarà dunque all'insegna del confronto non solo tra due sopravvissute, bensì tra due tipi molto diversi di reduci dai rispettivi incubi. Noi sappiamo che Lana se l'è vista davvero brutta, così come abbiamo assistito alla carneficina fatta da Lee e al suo risveglio.

Resta da vedere se sarà un confronto verbale e sensoriale alla Frost vs Nixon o più a un Lana Winters VS Johnny Morgan. Resta da vedere se l'obiettivo di Lana sarà da subito quello di smascherare Lee, o se la crede erroneamente il suo riflesso. Resta da vedere, in conclusione, se Roanoke saprà non solo stupirci per un'ultima, grandiosa volta, bensì se sarà in grado di infiocchettare a dovere un pacchetto confezionato alla perfezione.




Un saluto alle affiliate:



SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Fabio Scala

0 commenti: