AMERICAN HORROR STORY - La settima stagione potrebbe essere ambientata in mare




Mercoledì notte American Horror Story: Roanoke è giunta alla sua incredibile conclusione. Quel che è certo è che da questo momento possiamo definitivamente affermare di avere assistito ad una delle migliori strutture narrative finora estratte dal magico cilindro di Ryan Murphy e Brad Falchuk.

Qui la recensione del season finale a cura di Mauro Canali
Senza nemmeno permettere ai fan di metabolizzare ciò che è accaduto, ecco impazzire per la rete le prime teorie sulla prossima stagione. Teorie suggerite dalla stessa FX, la quale si è espressa con un primo engima attraverso l'immancabile utilizzo di Twitter.




Perché l'acqua? Si tratta di un indizio sulla settima stagione o del primo di molti tasselli volti a confondere i fan (come d'altronde è stato per Roanoke) sul prossimo tema? Si ispirerà forse a fatti analoghi a quello della Carnival Trumph del 2013? 

Qualcuno ha associato al twitt di FX un particolare avvenuto durante il season finale. Trattasi della barca che gli spiriti fanno cadere a terra, spaventando gli acchiappa fantasmi di turno. Può essere qualcosa in più di una coincidenza? Come già detto, stiamo pur sempre parlando di una serie che ha creato decine di falsi teaser per confondere il pubblico circa il tema che riguarderà la stagione in arrivo. Al contempo, Ryan Murphy ha affermato che l'ambientazione della settima stagione sarebbe stata comunicata prima rispetto alla precedente. E se dobbiamo rifarci alle numerose promesse fatte da Murphy nel corso di Roanoke, finora ha mantenuto quasi sempre la parola.



fonte: Entertainment Weekly


un saluto affiliate:
Telefilm Lovers Series Generation Le cose belle della vita sono a puntate Horror Italy



SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Fabio Scala

0 commenti: