SUPERGIRL - Recensione dell'episodio 2x22 "Nevertheless, she persisted" (Season Finale)


Il momento del decisivo scontro finale tra Supergirl e Rhea è giunto. Abbiamo atteso questo finale di stagione tra mille domande. Come c’entrerà il Generale Zod nel racconto dell’invasione daxamita? Come faranno a sconfiggere la Regina? E, soprattutto, quale sarà il destino di Mon-El?



Rhea, che ne sa una più del diavolo, ha usato la speciale kriptonite d’argento per confondere la mente di Superman e fargli credere che si trova di fronte al suo acerrimo nemico Zod. Supergirl tenta di farlo ragionare con le buone ma riuscirà a placarne la furia solo a suon di pugni e mettendolo ko. Signore e signori, se vi siete mai chiesti chi tra i due fosse il più super, ebbene avete avuto la risposta che cercavate.


Resta ancora da risolvere la questione dell’invasione, però. Che fare?

Il piano è semplice. Dakkam Ur. Ovvero sfidare a singolar tenzone la Regina di Daxam: chi tra le due vincerà avrà il pianeta. Ma ci si potrà fidare della parola di Rhea? Croce sul cuore, parola di boy scout! Ma, si sa, il fine giustifica i mezzi. E se agli dei interessa solo la sua vittoria, che sia fatta la loro volontà. Cavoletti, non ci si può mai fidare del villain di turno, guarda un po’ tu!


A questo punto non resta che passare al piano B. Il terribile piano B.

Lena Luthor è riuscita a modificare il congegno inventato dal fratello contro Superman e ora è in grado di creare immediatamente un’atmosfera tossica per i daxamiti. E se finalmente possiamo toglierci dai piedi Rhea, ormai ridotta a un mucchietto di cenere, dobbiamo anche dire addio a Mon-El, obbligato a partire per non subire gli effetti mortali della polvere di piombo.


“Ovunque io andrò, sarò un uomo migliore grazie a te”, le dice tra un respiro ansante e l’altro. “Ti amo, avrei dovuto dirtelo prima”, aggiunge lei, prontamente ricambiata da Mon-El, che le dà un lungo bacio con il poco fiato rimasto, prima di salire a bordo della sua navicella e partire. Per dove? Chi lo sa. Certo è che quella “cosa” che lo inghiotte ha tutta l’aria di un buco nero o, quantomeno, di un varco spazio temporale.


Kara ha dovuto dire addio al suo grande amore per salvare National City mentre tutte le altre coppie intorno a lei sembrano ritrovarsi. Una sconfitta personale, sembrerebbe. Invece - citando Cat Grant che cita Joseph Campbell - lei ha appena intrapreso il percorso dell’eroe, abbandonando l’idea di vita che aveva pianificato per aprirsi a quella che la sta aspettando.




Quello che lei ancora non sa (ma che noi già sappiamo) è che un altro bambino si è salvato dalla distruzione di Kripton. Sarà forse il villain della prossima stagione?


Un saluto alle nostre affiliate:

SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Heather Purple

Posta un commento