TWIN PEAKS - "The Search For The Zone" Il blog di Bill Hastings ci racconta di dimensioni parallele



"Benvenuti alla ricerca della zona", così ci si presenta il sito web di Bill Hastings.

Questo sito è un diario mio, (e del mio partner) sul nostro interesse per le multi dimensioni, i viaggio nel tempo, la materia oscura, la vita oltre la morte, etc. Siamo interessati a molte cose, ma questi sono i principali argomenti di discussione.

La nona puntata, riunisce di nuovo tutte le trame, così come aveva fatto la settima parte, e ritroviamo il personaggio di Matthew Lillard, Bill Hastings, arrestato per l’omicidio di Ruth Davenport.

Scopriamo che Hastings non è del tutto estraneo alle creature della Loggia, anzi, è proprio il suo blog ad attirare l’attenzione di Gordon Cole, Albert Rosenfield e Tammy Preston. 
Uno dei post di Hastings infatti, parlava dell’incontro con un Maggiore.
Bill Hastings si ritrova a raccontare in lacrime a Tammy Preston, che lui e Ruth Davenport avevano incontrato il Maggiore Briggs in una dimensione parallela, lo definisce in ibernazione, e forse, più che in una delle Logge si ritrovava in un piano di inesistenza, una dimensione senza tempo e spazio. Ruth e Bill gli hanno dato delle coordinate, hanno visto la sua testa volare via e in seguito sono stati circondati circondati e attaccati da delle entità. Hastings non scende nei dettagli ma possiamo presumere siano i Woodsmen, questo spiegherebbe anche perché li abbiamo visti attorno al personaggio di Lillard e al corpo del Maggiore.

Ciò che però ha entusiasmato i fan è stata la scoperta che “The Search For The Zone”  è un sito reale e esistente.
Ha uno stile vintage, sembra un sito uscito direttamente dagli anni 90, ha un contatore delle visite che va all’indietro, forse arriverà a zero proprio in occasione dell’ultimo episodio?

Il blog tratta di cospirazioni e teorie sul paranormale, e soprattutto sulla possibilità dell’esistenza di più piani dimensionali e la possibilità di viaggiare nel tempo. Il nome di Ruth Davenport non viene citato, il collaboratore di Hastings si chiama Heinrich Viegel, potrebbe essere un identità fittizia di Ruth, oppure è una persona che ha collaborato con Hastings in seguito ai fatti che seguiamo nella serie?

L’ultimo post del blog risale infatti al 2015, e in molti pensano che la serie si svolga nel 2014, venticinque anni dopo i fatti delle prime due stagioni, ambientate nel 1989. Possiamo quindi presumere che Hastings abbia  continuato ad aggiornare il blog dopo i fatti della terza stagione. Di sicuro la data scelta (Novembre del 2015) non è casuale.

Il posto più recente infatti, non riguarda il maggiore Briggs, anche se sarebbe stato bellissimo poterlo leggere sul blog con i nostri occhi, ma il suo contenuto è comunque interessante perché si collega apertamente con i fatti che Lynch ci ha mostrato nell’ ottava parte “Gotta Light”.

Dobbiamo prestare attenzione a questo interrogativo. Se qualcuno estraneo al mondo che conosciamo, riuscisse a entrare nel nostro piano esistenza, quali conseguenze potrebbe comportare? Potrebbero esserci delle forze provenienti dal profondo spazio dimensionale, o dal futuro, o sono forse la stessa cosa ? Pensate agli eventi che avrebbero potuto disgregare il tempo, le cose che avrebbero potuto gettare le basi per questo sviluppo. Magari innovazioni tecnologiche o l’assassinio del presidente Kennedy?

Provate a cliccare sul suo più vecchio post, c'è una sorpresa
 e ci saranno spoiler più in basso, al riguardo.
Hastings suggerisce che innovazioni tecnologiche o atti malvagi compiuti dall’umanità possano aprire dei varchi dimensionali e permettere il passaggio di forze, o entità da una dimensione all’altra.
Nell’ottava parte, durante l’esplosione atomica del Trinity Test, ci avevano mostrato “La Madre” vomitare la sua progenie sulla terra, insieme all’arrivo di BOB nel nostro mondo. Abbiamo ipotizzato che la realizzazione del primo test nucleare e la conseguente esplosione, fossero un gesto così insano da parte dell’uomo da aver richiamato delle forze malvagie, aprendo una sorta di varco tra i mondi.

Articoli Correlati: Twin Peaks - "Così la morte si congiunge alla resurrezione" David Lynch ci immerge in un esplosione atomica

Le parole di Hastings nel blog, sembrano suggerirci che effettivamente l’esplosione della bomba atomica abbia creato un varco dimensionale in grado di far scendere il male nel nostro mondo.
Diversi link suggeritici dal blog riguardano effettivamente studi su universi paralleli, avvistamenti di fantasmi nell’area di Buckhorn, si parla di incendi e incidenti in miniera (magari entità della loggia, simili ai Woodsmen?), un link riporta anche ad un altro blog che dovrebbe parlare della correlazione tra le frequenze e i piani dimensionali, ma il link porta ad un blog che non esiste più, e ci viene messo a disposizione anche uno scritto di Nikola Tesla sulla diffusione dell’elettricità.
Le frequenze e l’elettricità sembrano avere una certa rilevanza per Hastings, abbiamo più in fondo anche tre file audio che è possibile ascoltare, denominati interferenze elettriche 1 e 2 e vortex.  
Nell'ultima in sottofondo si sente una voce urlare "No", e poi "Help", non sappiamo però se appartenga allo stesso Hastings, al Maggiore Briggs, oppure a Cooper, e alla fine si sente della strana musica.
"Viviamo in un posto dove gli uccelli cantano un grazioso motivo e c'è sempre tanta musica nell'aria" diceva il Nano.

Se clicchiamo invece sul link del post più vecchio del blog, parte un video con le musiche di Twin Peaks, e anche i pezzi che sono stati suonati al Roadhouse, con in sottofondo delle interferenze e delle voci, come se fosse una radio mal sintonizzata.


Lo stesso Woodsmen, interpretato da Robert Broski, in “Gotta Light” diffonde il suo oscuro messaggio tramite la radio, e allo stesso modo venivano registrate le voci captate dal governo e dal Maggiore Briggs.

Ci vogliono forse suggerire che ci sia qualcosa che interferisce con il tempo e le dimensioni a Twin Peaks? Che le entità dalla loggia fossero presenti al Roadhouse ma in una dimensione parallela?

Twin Peaks è il centro di tutto, quasi una città che sorge sulle fondamenta del male. Che qualcosa non vada con il tempo, Lynch ce lo potrebbe avere suggerito nella scena finale dell’episodio 7 al Double’s R, dove c’è un piccolo salto temporale , i clienti e le persone nel diner cambiano e per un secondo Shelly si guarda intorno spaesata. Le forze della loggia stanno forse interferendo più del solito per qualche motivo?
In fondo al sito, ci sono delle coordinate, che siano le stesse date al Maggiore Briggs e che Mr. C. vuole?

Non lo sappiamo, ma se ci cliccate sopra, si aprirà un video mal sintonizzato, pieno di interferenze ma che ritrae in bianco e nero delle immagini del Convenience Store di “Gotta Light”. La prospettiva sembra quella della strada, come se qualcuno lo stesse filmando. 


Articoli Correlati: TWIN PEAKS - "Il Dale buono è nella loggia, e non può uscire. Scrivilo sul tuo diario". Ricapitoliamo prima dell'ottava parte : "Gotta Light"

Il sito è senza dubbio una trovata interessante e piena di chicche interattive, se cliccate su Donate, sarà possibile acquistare la colonna sonora, e a sinistra delle coordinate, alla stessa altezza c’è un link nascosto che vi porterà a un video di una breve sequenza in musica di una strada buia illuminata dai fanali. Le tanto amate strade perdute di David Lynch.




Ricordatevi di passare dal guestbook del sito prima di andare via. 





Collabora con noi!
Stiamo cercando autori per news e recensioni di The X-Files, The Flash, Supergirl, Hawaii Five-O, Homeland, Empire, House of Cards, Mr. Robot, Supernatural, The Big Bang Theory, How To Get Away With Murder, IZombie, Legion, Luther, Scandal, This Is Us, Orphan Black e Westworld. Inoltre newsers per Stranger Things, Game of Thrones, The Originals, The Handmaid’s Tale e Narcos.
È richiesta un'ottima conoscenza della lingua italiana e una buona conoscenza della lingua inglese.
SCRIVETECI! contatti@lostinaflashforward.it


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Cristina F.

Posta un commento