SOMEWHERE BETWEEN - Recensione 1x05 "Into the Fire"


Ben ritrovati con la recensione del quinto episodio della mini-serie Somewhere Between. L'episodio si intitola "Into the Fire", un titolo che già contiene la focosità e l'intensità di come esso si è sviluppato, con una serie di eventi e colpi di scena. La direzione va a Mathias Herndl (Wayward Pines, Motive), mentre la sceneggiatura è stata scritta da Wil Zmak, uno dei co-produttori della serie. Reggetevi forte e andiamo a vedere che cosa è stato svelato in questo episodio.



-Non è andato tutto distrutto: L'episodio si apre con Laura che porta la colazione a Serena e Tom scende dalle scale per uscire, chiedendo a Laura se andava a lavoro, ma lei le dice che ogni tanto si prende la domenica libera. Lui le dice che deve andare a consegnare delle deposizioni e chiede se per quella sera Barry fosse disponibile a badare a Serena, perchè ha prenotato una cena per lui e lei in un noto ristorante, una cosa che sembra entusiasmare Laura. Poi lui si avvicina, la bacia e va via, e dal volto di Laura capiamo che lei sta iniziando a non fidarsi di suo marito. Così, approfittando della sua assenza, entra nel suo studio e inizia a cercare centimetro per centimetro per capire che cosa Tom stia nascondendo. Poi il suo sguardo va sul tritacarte, ma a quanto pare il nostro procuratore non è poi tanto meticoloso, visto che Laura riesce a recuperare un frammento di carta, recante la sillaba "DA", all'interno del tritacarte.


-La morte di Jesse: Nico e Jenny continuano a lavorare sul tatuaggio dell' uomo che ha ucciso Debray grazie a un nuovo programma per l'analisi fotografica. Nel frattempo Laura contatta Nico (l'Habanera come suoneria è davvero simpatico) per esporgli l'ipotesi che l'assassino di Debray abbia portato una foto a suo marito, su cui ha mentito e poi cercato di distruggere e lei pensa che era vicino a qualcosa che ha a che fare con la polizia e che ora i diretti interessati stiano reagendo, o forse si è spinto troppo oltre e per questo Serena è stata uccisa e chiede l'aiuto del detective, rendendolo molto felice. Poi Laura va a cercare Serena e sente che sta piangendo, così va nella sua stanza e vede sua figlia che piange, perchè ha saputo della morte di Jesse Reid, il suo cantante preferito. Lei la consola e le torna in mente quando è accaduto la prima volta e della veglia notturna fatta per lui e propone a Serena di portarla lì, così potrà vedere anche Ruby.


-Lezioni di storia: Laura porta Serena da Nico, il quale per tirarla su le racconta che anche lui ha perso il suo "Jesse", Freddie Mercury, e ha sentito come se una parte di lui si staccasse violentemente e niente poteva riaggiustarla. Serena dice che è triste per la moglie di Jesse, Vivica, e il detective le conferma che sarà molto triste e che Jesse invece non lo sarà, poichè ora è in Paradiso a fare rock 'n' roll con Freddie, Jimi e Janis, assieme a un coro di angeli. La bambina chiede se Freddie avesse una bella voce e lui risponde che c'è solo un modo per spiegarlo, cioè ascoltare Bohemian Rhapsody, così da' le cuffie a Serena, la quale sembra decisamente apprezzare (thumbs up Nico!). Laura lo ringrazia per aver rincuorato sua figlia e lui le chiede di mostrargli quello che ha trovato. Fra una domanda e l'altra di Serena sul brano, Nico cerca di capire a cosa appartiene quel frammento e chiede a Laura perchè non le ha detto nulla, se avesse a che fare con l'uomo che sta cercando e lei le chiede come farebbe a scoprirlo con i suoi metodi e lui le dice che per capire ciò che sta facendo deve stargli alle costole e l'avverte sulle conseguenze:

"People almost never like what they find. When their life is blown up into a million pieces..."

Nel frattempo sopraggiunge Jenny e Laura spiega a Nico che Tom è "la luna e le stelle" per lei (uhm... forse doveva essere sole e stelle?) e dice che se la sua vita sarebbe compromessa, anche quella di Serena lo sarebbe. Nico le chiede se forse era un messaggero occasionale e Laura deduce che forse Serena non prestava attenzione e in realtà non ha visto una busta e spesso suo marito strappa le cose e forse non è niente di grave. Nico le dice di non scordarsi che stanno dalla parte buona del destino, ma ci pensa Jenny a rovinare la festa dicendo che Mimi è morta per arresto cardiaco e dice loro che hanno fatto quello che potevano. La notizia sconvolge Laura e dopo qualche secondo, prende la sua decisione:

"I want you to do it. I want to know."



-L'amante: Nico e Jenny iniziano a pedinare Tom. Prima Jenny va ad aspettarlo nel suo studio legale e dice di venire al garage perché sta andando via. Una volta in macchina i due lo seguono fino a quello che sembrerebbe essere un motel. Poi Nico comincia a scattare delle foto, ma il suo sguardo va sull' insegna del motel, le cui due lettere finali sono "DA", facendo capire che loro non sono i primi a pedinare Tom. Poi lo vedono entrare in una delle stanze e subito Nico si precipita davanti alla porta e inserisce una microcamera sotto di essa, per poi a scattare altre foto, che ritraggono Tom Price in compagnia di una donna, che sembrerebbe essere Mara, collega e migliore amica di Laura.


-La verità: Nico propone a Jenny di non dire tutto a Laura, ma Jenny dice che lei sta cercando solo la verità e secondo Nico lei potrebbe non sopportarla. La sua partner nota chiaramente che lui si sta contraddicendo, dato che sbandierava sempre che dalla morte di Susanna è divenuto molto freddo e che ora Laura lo stia intenerendo e conclude dicendo che se ci fosse qualcuno che sapesse qualcosa del genere e non gliela direbbe, lei gli spaccherebbe la testa. Così il detective va a trovare Laura che gli chiede cosa ha scoperto. Nico inizia chiedendo dove sia Serena e lei gli dice che è di sopra a fare i compiti. Poi lui le da' la busta e Laura la apre. Lui le mostra che il frammento da lei trovato corrisponde all'insegna del motel, dicendo che probabilmente qualcuno sta ricattando Tom. Poi Laura continua a guardare le foto e vede Tom con un' altra donna e Nico le spiega che sembrava volesse troncare la storia a causa del ricatto, ma poi una cosa ha portato all'altra e lei è sconvolta nel vedere suo marito in intimità con quella donna, che lei riconosce come Mara. Lei ringrazia Nico e lui si allontana e lei si siede sulle scale e scoppia a piangere. Poi ferma Nico mentre sta uscendo, per dirgli che Mara una settimana prima della morte di Serena aveva una ferita su un braccio e le disse che era caduta, ma in realtà è stato Tom. Quindi tutto questo è già accaduto la prima volta e riassumendo, Mara si è ribellata al fatto che Tom volesse lasciarla per via del ricatto e dato che i ricattatori non hanno ottenuto quello che volevano, hanno ucciso, perciò Tom sa di chi si tratta. Nico ammira le abilità investigative di Laura e scherza offrendole un lavoro.


-Il confronto: Laura va a trovare Tom in ufficio, che è intento a parlare al telefono. Laura gli dice che è importante e finalmente suo marito le presta attenzione. Laura gli mostra la foto di lui e Mara e chiede spiegazioni e lui si giustifica dicendo che era andato da lei per dirle che era finita, ma Laura gli mostra la foto più piccante e dice che a quanto pare non ha recepito il messaggio. Tom le spiega che lui è un uomo debole e stupido ma lei sa che lui la ama e si avvicina per abbracciarla, ma lei lo scansa. Poi gli chiede chi lo sta ricattando e Tom continua a fare lo gnorri e improvvisamente arriva Janet, ma Laura la manda fuori, in uno scatto di rabbia. Tom le chiede come sa dei ricattatori e lei dice che non deve chiederle nulla. Tom le dice che non hanno fatto richieste e che molte persone chiedono cose a lui e che non abbia idea di chi siano. Laura gli suggerisce di indagare e finché non lo farà non lo vuole più vederlo. Tom non capisce cosa intende dire sulla morte di Serena e lei gli dice di chiederlo a quelle persone, che lui ripete di non conoscere e Laura esprime la sua opinione:

"Why would I believe anything you say?"


Tom prova ad abbracciarla ma lei lo respinge, dicendogli che ha ancora l'odore della sua amante su di se'.


-Il disegno e un miracolo: Serena e Barry guardano il servizio sulla morte di Jesse Reid e la bambina propone di portare qualcosa di speciale alla veglia, per rendere felice Vivica. Lui le dice che l'amore del pubblico la renderà felice e la bambina dice di voler portare un disegno che lei ha fatto quando aveva sei anni, ma è dentro la sua capsula del tempo che non può aprire fino al 2030. Lui le suggerisce di fare ciò che sente nel suo cuore e così la bambina va a prendere la sua capsula del tempo (dove vi sono i gioielli che suo padre ha nascosto) e poichè non riesce ad aprila, la mette nel suo zaino. Nel frattempo Ruby dice a sua nonna Grace che lei non è dispiaciuta per Jesse perchè è preoccupata per suo padre e sua nonna le da' un incoraggiante consiglio:

"G: We have to pray.

R: For God to put my dad at the bottom of the list?

G: No sweetheart. That would be praying for someone else's dad to be at the top.

R: Then what we do we pray for?

G: A miracle. For all of us."



 -Mara si svela: Barry è a fare jogging e riceve una chiamata da Laura per sapere come sta Serena e lui sembra impacciato. Laura gli chiede cosa stia facendo, visto che respira in modo strano, e lui le spiega che ha lasciato Serena a casa, ma insieme a Mara. A sentire il suo nome Laura ripensa alle sue parole sul bambino che ha perso e Barry le dice che lei ha detto che le mancava molto Serena e che era autorizzata a venire a farle compagnia. Laura riattacca e inizia ad andare verso l'auto e chiama il 911 per un aiuto e poi parte, ignara che il messaggero la sta seguendo con la sua moto. Laura arriva a casa rapidamente e Serena le chiede perchè sia tornata presto. Mara la saluta come se niente fosse e Laura le dice di essere sorpresa di vederla e lei le dice che voleva passare del tempo con Serena, visto che non la vedeva da tanto. Laura le dice che porterà Serena a fare compere, ma Mara dice di voler vedere tutta la famiglia e tira fuori la pistola, mettendola sul tavolo e chiedendole di chiamare Tom. Laura riflette e poi dice a sua figlia che deve parlare con Mara e le dice di andare di sopra e scaricarsi l'indirizzo della veglia per Jesse e le chiede di riprodurre il suo ultimo singolo a tutto volume. Poi Laura si rivolge a Mara, dicendole che se le farà del male, lei la ucciderà, ma lei le assicura che non le sparerà e le chiede nuovamente di chiamare Tom per unirsi a loro e Laura le dice che ha ferito entrambe e possono contrastarlo assieme, poichè la sua paura è essere un nessuno, ma Mara sostiene che la sua paura più grande è che qualcuno le porti via sua figlia ed è pessimo che non si sia interessato a un secondo figlio (qui Laura realizza che era Tom il padre del bambino perduto). Poi continua dicendo che sarebbe una tragedia se il procuratore vedesse la sua fidanzata spararsi in testa davanti alla sua bambina, ma Laura le dice che non ne vale la pena e lei dice che per una piccola vita distrutta è un prezzo equo da pagare e punta la pistola a Laura, dicendo di chiamarlo o lei lo farà, non prima di averla uccisa. Laura le dice che ha chiamato la polizia e probabilmente sarà di sotto, poi le ricorda che sono amiche e che lei le vuole bene e le chiede la pistola. Mara non si fa convincere e le chiede di nuovo di chiamare Tom o la farà finita, così Laura prende il cellulare per chiamarlo, ma non prima di chiederle da quanto va avanti la loro storia e lei le svela che è iniziata l'anno passato, poi Laura le chiede se ha fatto sesso con lui nel suo letto e lei insiste sul chiamare Tom. Così Laura le va addosso e le fa cadere la pistola, ma la polizia arriva e arresta Mara, portandola fuori.
 

-Laura viene rapita: Mentre Laura si sta riprendendo, il messaggero la attacca di spalle, imbavagliandola. Lei tenta di resistere e quando vede il tatuaggio sul polso, riconosce il disegno tribale visto il giorno della morte di Serena, ma lui la stordisce e la porta via. Intanto la piccola Serena vuole informare sua madre della veglia, ma non la trova. Così prova a telefonarle, ma senza successo, mentre il messaggero la sta caricando nel portabagagli della sua auto. Alla fine Serena, dopo aver tentato di contattare suo padre, telefona a Nico.


-Tom minaccia Nico: Nico cerca di contattare Laura, ignaro del fatto che è stata rapita, mentre Serena gli da' una sua giacca, dove lui ha messo un localizzatore, per proteggerla dai pericoli del mondo e le ricorda che se si toglie la giacca, deve essere sicura di averlo addosso, così non si perderà mai. Ma Serena pensa che non ci si può perdere, perchè basta guardarsi intorno per capire dove ci si trova, una cosa intelligente secondo Nico. Nel frattempo Tom rincasa e chiede a Serena dove sia sua madre, mentre Nico riceve da Jenny un immagine nitida del tatuaggio. Serena spiega a suo padre che ha chiamato Nico perchè nessuno rispondeva al telefono e lui le chiede se sua madre ha detto dove andava e Serena dice che non ha detto nulla, così lui le dice di andare di sopra. Poi Tom si siede di fronte a Nico, dicendogli che Laura non sarebbe mai andata via, lasciando da sola Serena, ma lo ha fatto e lui è lì e Nico dice che non gli farebbe piacere rapire sua moglie, anche se ne avrebbe mezzi e opportunità, mentre non esisterebbe un plausibile movente, o forse sì dato che un certo procuratore ha proposto a lui di testimoniare contro Danny sicuro che la corte non avrebbe decretato la pena di morte e Tom gli spiega che nel momento in cui i dettagli dell'omicidio sono emersi, tutto era cambiato e Nico aggiunge che tutto si è "risolto" con una promessa da mantenere per una famiglia dilaniata e gli chiede se ne valeva la pena. Alla fine Tom lo minaccia, dicendogli di stare lontano da lui e dalla sua famiglia, oppure gli avrebbe fatto passare dei guai e Nico gli ricorda che qualcuno lo batte in questo ed esce. Mentre aspetta l'ascensore, Nico riceve un messaggio di Laura, che in realtà è il rapitore che gli propone di venire solo se vuole vederla viva e gli da' l'indirizzo del luogo dove devono incontrarsi.


-Il salvataggio: Serena chiede a Tom perchè sua madre non è ancora tornata e lui dice che è colpa sua perchè ha fatto qualcosa di stupido, che l'ha fatta arrabbiare e le dice che deve sapere che non importa se lui e sua madre litigano, ma entrambi le vorranno sempre bene. Serena gli ricorda che sua madre doveva accompagnarla alla veglia di Jesse e Tom decide di accompagnarcela. Intanto Nico arriva sul luogo e vede il rapitore e Laura sul tetto di un edificio, così corre subito da loro e ingaggia una lotta col rapitore e durante la colluttazione, un guanto del rapitore cade dentro l'edificio. Alla fine il rapitore sta per gettarlo di sotto e lo avverte di starne fuori e di non fare domande o la prossima volta lo uccide e lo colpisce per stordirlo. Poi libera Laura e le restituisce il cellulare e lei lo prega di farle qualunque cosa, ma non di far del male a Serena e lui la avverte di non fare domande o indagare su cose che la riguardano e se ne va. Alla fine Laura accorre da Nico per vedere se sta bene e gli chiede dov'è Serena e lui le dice che è con Tom.


-Collegare i punti: Tom e Serena arrivano alla veglia per Jesse, dove la bambina incontra la sua amica Ruby. Intanto Laura dice a Nico che il tatuaggio sul polso del rapitore corrisponde al disegno trovato sul corpo di Serena quando è annegata e dopo averlo descritto, Nico le mostra la foto mandata da Jenny, confermando i suoi sospetti: il rapitore e assassino di Debray è colui che ucciderà Serena e che sta ricattando Tom. Quindi Nico afferma che bisogna collegare tutti questi eventi per riuscire a fermarlo, ma Laura non capisce da cosa devono restare fuori e che collegamento c'è con Tom, Mara e Debray e crede che sia meglio dimenticare l'accaduto, ma Nico non è d'accordo e alla fine chiede perchè mai dovrebbe far del male a Serena. Laura deduce che sia un poliziotto e dato che Tom è contro di loro e che forse loro stanno rispondendo in questo modo, facendo pensare che loro era un avvertimento e Serena una conseguenza.


-Spanish Harbor: Laura chiama Tom per sapere di Serena e lui le spiega che l'ha portata alla veglia di Jesse e le chiede perchè l'ha lasciata sola. Laura gli chiede l'indirizzo ma Nico le ricorda che ha il localizzatore, così gli dice che sta arrivando. Serena dice a Ruby che vorrebbe entrare in casa di Jesse per dare il disegno a Vivica e Ruby le dice che tutto si può realizzare e con un po' d'astuzia le due bambine riescono ad entrare. Nel frattempo Nico chiama Kupner, per dirgli che ha preso l'assassino di Debray e gli fornisce l'indirizzo di dove lui ha perso il guanto, dove è presente il suo DNA. L'agente gli chiede come ha fatto e lui gli dice di pensare al guanto innanzitutto e poi al resto. Laura e Nico arrivano alla veglia e notano assieme a Tom che Serena e Ruby sono entrate nella casa, grazie al localizzatore. Improvvisamente Laura nota la moto del rapitore e realizza che anche lui è presente e che Serena è in pericolo e lo vede entrare nella casa, così assieme a Nico gli va dietro. L'uomo si toglie il casco ma si vede solo di spalle e Laura chiede alla security se lo conoscono, spiegando che sua figlia è lì dentro e deve riprenderla e vista la gravità della situazione, ella si precipita dentro la casa e Tom usa le sue abilità da procuratore per garantire per loro. Ruby aiuta Serena ad aprire la sua capsula e le due si dividono, mentre Laura e Nico sono alla loro ricerca, dividendosi anche loro. Il rapitore sembra che segua Serena, mentre lei sta cercando Vivica; Laura si imbatte in Ruby e le chiede se l'ha vista e lei le dice che sta cercando la moglie di Jessie e che dovevano incontrarsi nell'atrio. Intanto Nico continua la sua ricerca e nota un tavolo con delle candele e degli oggetti per commemorare Jesse, ma solo uno desta la sua attenzione: una foto che ritrae Jesse con altri tre ragazzi e una ragazza, che lui riconosce come Susanna, la sua ex fidanzata, la quale indossa la sciarpa gialla, e nota che tutti e quattro i ragazzi hanno lo stesso tatuaggio al polso del rapitore. Poi viene raggiunto da Ruby e Laura, la quale nota che il detective ha qualcosa che non va. Serena va vicino al memoriale e il rapitore è dietro di lei; la bambina lascia il disegno e invece il rapitore lascia una rosa bianca e si allontana. Finalmente Laura ritrova Serena e si scusa per averla lasciata da sola, ma era accaduto qualcosa che non poteva evitare e nel frattempo Nico chiede agli ospiti se hanno visto il rapitore, ormai già andato via. Nico rincuora Laura dicendole che hanno il guanto e quindi del DNA e poi le mostra la foto di Susanna con i quattro ragazzi e le spiega che è stata fatta allo Spanish Harbor il giorno in cui è morta e che il tatuaggio è stato fatto da suo padre. Ciò fa pensare a Laura che, escludendo Jesse, gli altri tre sono coinvolti in tutto quello che è successo. Così pianificano di andare allo Spanish Harbor per scoprire quanto sa il padre di Susanna. Poi arriva Tom e Laura gli dice che parte e porta Serena con se', poichè qualunque cosa in cui è coinvolto la sta mettendo in pericolo e il caro procuratore ha il coraggio di incolparla dell' incidente sull'aereo e della sua sparizione, ma lei tenta di spiegargli che è stata aggredita e lo saluta, incredula della sua superficialità, e che se prova a fermarla, pubblicherà le foto di lui e Mara su tutti i notiziari e lui le dice che è tutta sua madre, allora Laura dice:

"If I was my mother, you'd be bleeding from the crotch. I was yours... forever."

Alla fine Serena saluta suo padre e va via con sua madre, Nico e Ruby.


-Tom è nei guai: Tom riceve una telefonata, presumibilmente dal mittente misterioso, e lui dice che Laura sa di Mara e che dunque devono rivedere l'accordo, ma l'uomo gli dice che non è l'opzione ideale, ma accetta le attuali condizioni. Tom è felice della notizia e promette che non lo rimpiangerà e che gli porterà i gioielli, non sapendo la bella sorpresa che lo attende. Così torna a casa e va a cercare la capsula del tempo, ma non la trova e ciò rende la sua situazione ancora più difficile.


-Hai capito Kupner!: Glenn Kupner va nel luogo dove Nico gli ha detto di prendere il guanto e vede che è ancora lì. Si avvicina e lo guarda per pochi secondi, poi prende un coperchio di metallo e lo mette sotto il guanto e inaspettatamente mette della benzina e accende un fiammifero, per bruciarlo.

VERDETTO

Un episodio ricco di eventi, che ha spostato l'asticella della trama in qualcosa di davvero accattivante. I nostri protagonisti sono messi alla prova e la fiducia diventa un traino fondamentale per le dinamiche fra i personaggi, dove vediamo Laura, Nico e Serena che vanno nello Spanish Harbor per scoprire come Susanna sia davvero collegata a tutto questo e il nostro fedifrago procuratore si è addentrato in acque non proprio tranquille, per non parlare del colpo di scena in caso Kupner, ma si è sempre saputo che i personaggi "anonimi" vanno tenuti d'occhio. Non vedo l'ora di vedere la prossima puntata e chissà quali rivelazioni porterà.

Ci vediamo la prossima settimana con l'anteprima del sesto episodio! Continuate a seguirci!

Un saluto alle affiliate

Collabora con noi!
Stiamo cercando autori per news e recensioni di The X-Files, Shadowhunters, The Flash, Supergirl, Hawaii Five-O, Homeland, Empire, House of Cards, Mr. Robot, The Deuce, How To Get Away With Murder, IZombie, Luther, Scandal, This Is Us.

Inoltre newsers per The Originals, The Handmaid’s Tale e Narcos.
È richiesta un'ottima conoscenza della lingua italiana e una buona conoscenza della lingua inglese.
SCRIVETECI! contatti@lostinaflashforward.it


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Ada_Bowman

2 commenti:

barby ha detto...

ma quindi il procuratore era solo ricattato per via di mara?ma qualcosa deve aver fatto,per scatenare l'omicidio di serena,dato che nella prima timeline laura si faceva benissimo gli affari suoi.ma vabè che coi viaggi nel tempo è sempre un casino/paradosso.
che intrippo sta serie. l'adoro.


.............ora voglio il bacio.#shippingHard. (voglio un nico tutto mio)

Ada_Bowman ha detto...

Già con questi viaggi temporali non si può mai dire! Comunque anche io attendo con ansia il bacio, Laura e Nico se la intendono alla grande <3