THE DEFENDERS - Pronti per il nuovo crossover Marvel?



Finalmente ci siamo!

È stata lunga, ma fin da quel pilot di Daredevil i più informati di noi sapevano di avere di fronte la prima pietra che avrebbe portato negli anni alla costruzione del piccolo universo dei Defenders, esattamente come il primo Iron Man ci aveva aperto la strada a quell'evento cinematografico mondiale conosciuto come Avengers che qualche anno fa travolse il botteghino e scrisse un nuovo capitolo nella storia del blockbuster moderno.


Va bene, qui si parla di numeri e proporzioni su tutt'altra scala, ma è proprio questo che rende il progetto dei Defenders così interessante.

Mentre gli altri studios si arrovellano per ripetere il miracolo di Tony Stark & Co. andando a rispolverare qualsiasi gruppo di personaggi che siano anche vagamente accostabili in un universo condiviso (e negli ultimissimi tempi abbiamo avuto modo di saggiare l'atroce risultato di tali tentativi), Marvel ha sperimentato un ulteriore passo in avanti riproponendo quello stesso modello su scala ridotta sia in termini di budget e mezzi che soprattutto di storia.
Mi creda, signora, con la giusta scena finale anche lei può costruire il suo universo condiviso

Lo schema ormai lo conosciamo: introduzione dei singoli protagonisti, eventuale ritorno di quello più popolare in attesa che gli altri si mettano in fila (Iron Man 2 da una parte, seconda stagione di Daredevil dall'altra) e infine formazione del gruppo per affrontare una minaccia particolarmente spaventosa.
E se i diretti concorrenti della DC hanno maldestramente provato a uscire da questo schema introducendo i personaggi direttamente nei crossover, Marvel ha deciso di mantenere il suo approccio tradizionale con le serie Netflix. Tutto il mondo della televisione attende col fiato sospeso di scoprire se questa strategia pagherà una seconda volta, e ormai il contro alla rovescia è praticamente agli sgoccioli.
Ancora un paio di fermate e ci siamo

Il primo trailer completo lo avevamo già ricevuto tre mesi fa, ma un po' per la relativa lontananza del progetto, un po' soprattutto per la ricezione non proprio positiva dell'ultimo arrivato Iron Fist, l'impatto non era stato esattamente all'altezza delle aspettative.
Se i fan più assidui avevano apprezzato un primo sguardo all'interazione tra i quattro eroi, con Daredevil e Jessica Jones da una parte a scambiarsi battutine e la coppia Luke Cage/Iron Fist a riproporre l'eterno dilemma dell'arma inarrestabile contro la difesa impenetrabile (già mostrato nel primo scontro fra Thor e Capitan America), gli utenti meno agguerriti erano rimasti più o meno in pausa in attesa di nuovi sviluppi.


È stato al Comic Con di San Diego, vetrina privilegiata per anteprime e anticipazioni di questo genere, che Marvel ci ha dato uno spunto sul carattere del villain e sul tono della serie, che nel primo trailer risultava assai più scanzonato. E se ormai sapevamo tutti che Rosario Dawson sarebbe stata l'agente Coulson di questa storia, è soltanto in questo secondo trailer che realizziamo senza più alcun dubbio che toccherà al povero Stick farsi carico del ruolo di Nick Fury e riunire i quattro vendicator... ehm, difensori per ostacolare le mire della fredda e calcolatrice Sigourney Weaver.


Ce la faranno? Ormai manca davvero poco per scoprirlo, e se dovessero avere il successo sperato già da tempo i fan di tutto il mondo speculano su un possibile crossover con i cugini del grande schermo.
Certo, nessuno ha smentito finora questa possibilità, e in una recente intervista Finn Jones (Iron Fist) ha dichiarato che "in fin dei conti facciamo parte dello stesso universo", ma Kevin Feige (presidente dei Marvel Studios e burattinaio di tutto il progetto Avengers) ha confermato per l'ennesima volta che "non ci sono piani al momento", evitando però di chiudersi ermeticamente a tale opzione con un laconico "forse un giorno".
Maybe?

Personalmente, conoscendo anche la storica avversione di Feige per il comparto televisivo di casa Marvel, ritengo questa una possibilità davvero effimera e non ci scommetterei neanche un bottone bucato; è altrettanto vero, d'altra parte, che fino a poco più di due anni fa nessuno riteneva concreta l'eventualità di una collaborazione Sony/Marvel per far entrare l'arrampicamuri nell'universo condiviso che tanto sentiva la mancanza del suo eroe più amato, e sappiamo tutti (sì, anche voi là in fondo che fate finta di niente) com'è andata a finire.

L'uscita è prevista sugli schermi Netflix per il 18 agosto. Mentre attendiamo sorseggiando una bibita fresca sotto l'ombrellone o rivedendo gli ultimi preparativi per la grigliata di Ferragosto, lascio a Stan Lee l'ultima parola su cosa aspettarci da questo nuovo adattamento da parte della Casa delle idee.



Se anche voi state mordendo il freno nell'attesa, correte a leggere i precendenti articoli sul mondo dei Defenders per restare sempre aggiornati



Un saluto a tutte le affiliate:
Diario di una tv series addicted, Justice Of Shield ItaliaMultifandom √, Charlie Cox Italy, Charlie Cox ItaliaKrysten Ritter ItaliaCinema, movie and popMarvel's ItalyOnce a Fangirl Always a FangirlTelefilmiamo


Collabora con noi!
Stiamo cercando autori per news e recensioni di Daredevil, Inhumans, The Punisher, Jessica Jones, Iron Fist, The X-Files, Shadowhunters, The Flash, Supergirl, Hawaii Five-O, Homeland, Empire, House of Cards, Mr. Robot, The Deuce, Supernatural, The Big Bang Theory, How To Get Away With Murder, IZombie, Legion, Luther, Scandal, This Is Us, Orphan Black. Inoltre newsers per Stranger Things, Game of Thrones, The Originals, The Handmaid’s Tale e Narcos.
È richiesta un'ottima conoscenza della lingua italiana e una buona conoscenza della lingua inglese.
SCRIVETECI! contatti@lostinaflashforward.it


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Alberto I

Posta un commento