HAPPY! - Recensione 1x08 "I Am The Future" (SEASON FINALE)


La prima stagione di Happy! volge al termine con l'ottavo episodio, dando una conclusione logica e davvero godibile alla storia e lasciando qualche spunto per la seconda stagione. Diretto dal creatore Brian Taylor e scritto da quest'ultimo assieme al produttore Grant Morrison, il season finale, dal titolo "I Am The Future" chiude la missione di Nick e Happy per salvare Haley in maniera positiva e salda di più il legame fra i due protagonisti in vista del futuro che li attende.


-Le origini del male: L'episodio utilizza ancora una volta l'escamotage del prologo fuori contesto, aprendo la vicenda con delle audizioni per uno spettacolo intitolato Monkey Pants. Fra le varie persone partecipanti vi è Sonny Shine, il quale sfoggia il peggio di se' e viene portato via dalla sicurezza mentre urla a squarciagola di essere il futuro. Nel presente Shine riceve la notizia che i bambini sono scomparsi, non accogliendola proprio benissimo.


-Nuova pista: Meredith raggiunge Blue, steso a terra, il quale canta una Jingle Bells tutta sua per umiliarla. Lei gli garantisce che qualunque cosa farà, la farà da dietro le sbarre, facendogli capire che ha finito di lavorare per lui. Happy svolazza guardando tristemente gli altri bambini tornare a casa e il suo sguardo finisce sul guanto verde del rapitore, che lui ricorda in seguito essere un amico immaginario. Meredith sta per portare Blue in centrale, quando Nick arriva e lo appende alla ringhiera, chiedendogli infuriato dove sia sua figlia. Blue gli spiega che il rapitore è una sorta di collezionista e Nick lo getta a terra, pronto per sparargli. Meredith lo ferma e Happy arriva da lui per dirgli che sa come trovare Haley e che il suo piano prevede torturare qualcuno.


-Dolce sofferenza: Happy, con l'aiuto di altri amici immaginari, riesce a trovare l'amico immaginario del rapitore e lo lega a una sedia. Lui si rifiuta di parlare, ma Happy inizia a raccontare la sua storia e con un sottofondo simpatico, tira fuori una piuma e inizia a fargli il solletico. Happy lo rimprovera di aver abbandonato il suo amico nel momento del bisogno, una cosa che gli amici immaginari non fanno. Il calzino spiega che lui aveva visto delle cose orribili e che non voleva crescere davvero, ma  quando ha iniziato ad uccidere, non riusciva a sopportarlo e così è fuggito. Happy utilizza la sua storia come spunto per chiede aiuto agli altri amici immaginari:

"I know you all feel scared and abandoned. The day always comes when our friends don't need us anymore. But right now, someone does need you. This is your chance to do something. To have a purpose for maybe the last time. We may have lost our friends, but we found each other. Together, we can do things no one ever imagined. We just have to believe."

Il gruppo è d'accordo con Happy e alla fine l'unicorno chiede al calzino dove si trova il suo vecchio amico.


-Allucinazioni: Amanda si risveglia nel camerino di Sonny Shine, pronto a rapire altri bambini durante uno dei suoi concerti, perchè secondo lui loro sono il futuro. Il rapitore sta preparando Haley, raccontandole che lei è davvero una bambina e che gli adulti tendono a rubare le cose belle della vita. Grazie alle informazioni ottenute Nick e Happy tornano nel centro commerciale e trovano una porta simile a quella di una cassaforte. Nick spiega al suo partner che trova incredibile tutto quello che sta vivendo, anche se sta realmente accadendo e riesce ad aprire l'accesso per un sotterraneo. Il rapitore conduce Haley in quella che lui crede essere Toyland, popolata da personcine colorate, mentre in realtà non hanno mai lasciato la stanza dove si trovavano e sono in compagna di strane persone, che sembrano quasi morte.


-Una scelta: Meredith riesce ad accedere al camerino di Sonny Shine per tentare di salvare Amanda. Lei gli dice di essere un poliziotto e che sa delle losche attività che lui conduce. Lui non bada più di tanto alle sue parole ma lei lo avverte che ha chiuso con le sue attività, perchè lei lo seppellirà, non prima di essersi ripresa Amanda. Così il detective gli pone una scelta: tutti sanno che lui è intoccabile e che se salta fuori qualcosa di pericoloso, ci rimetteranno in tanti. Lui sembra convinto e le rivela che Amanda si trova nel suo palazzo.


-In trappola: Nick e Happy continuano a cercare Haley e a un tratto incontrano una di quelle strane persone viste prima, poi seguita da molte altre. Intanto il rapitore vuole pungere la testa di Haley con uno spillone, a suo dire, per farla restare bambina per sempre, ma lei si ribella e fugge dalla stanza. Nick cade vittima di una trappola per orsi, che lo immobilizza, e chiede a Happy di cercare Haley. Meredith va a prendere Amanda, la quale, sconvolta, dice che non possono passarla liscia, ma il detective le promette che ciò non durerà per sempre.


-Missione compiuta: Nick cerca di liberarsi, mentre Happy raggiunge Haley e affronta il rapitore, che lo intrappola in un barattolo. La bambina fugge e Nick sente la sua voce, cercando di raggiungerla. Haley arriva sul soffitto e chiede aiuto alla polizia che si trova davanti all'edificio. Il rapitore la raggiunge e cerca di convincerla a venire con lui, ma a un tratto sparisce. Haley si avvicina alla porta e vede suo padre, Nick, decisamente malandato. Lui le dice che è stato Happy a mandarlo da lei e la bambina non fa in tempo ad avvertirlo del pericolo. Il rapitore lo sorprende alle spalle e Nick stava avendo la meglio, quando sopraggiunge un'altro attacco di cuore, di cui il rapitore approfitta per metterlo a tappeto. Intanto Happy li raggiunge, assieme agli altri amici immaginari, che attaccano il rapitore tutti insieme. Haley soccorre Nick, dandogli una pillola salvavita e lui prende la pistola per sparare al rapitore, il quale finisce per morire impiccato come suo padre, col calzino verde che resta accanto a lui. Haley confessa che il desiderio che voleva dire a Sonny Shine era rivedere suo padre e lui la abbraccia, riportandola da sua madre. Nick dice ad Amanda che ha ripensato ad aggiungere un'altra calza al caminetto e lei accetta, ma lui si accascia a terra (con inquadratura che omaggia il grandissimo film Carlito's Way), sicuro che sarebbe morto. Happy gli dice di non mollare, perchè hanno vinto insieme e Nick dice di spegnere la musica e la luce, in una bella e simpatica rottura della quarta parete.


-Sparire per un po': In realtà scopriamo che Meredith ha inscenato la morte di Nick, visto che i due si trovano davanti alla tomba di Jessie McCarthy. Meredith gli riferisce che nel momento in cui lui sarebbe morto, anche la password di Blue è andata con lui e gli suggerisce di approfittare del suo nuovo status, sparendo per un po'. Lei gli chiede come sta Haley e lui le dice che è forte come sua madre, concludendo la risposta con una frase che mostra come Nick sia evoluto dal primo episodio:

"You know, this world may not be all glitter and tinsel, but there are a few people in it that make it work. You're one of 'em. You know what you did, right? You gave me my daughter, Mer. You're my hero." 

Alla fine lui le dice che ha un appuntamento e lei gli suggerisce di darsi una ripulita, perchè ha un pessimo odore.


-Nuovo lavoro: Happy chiede a Haley se il suo naso è carino e lei gli risponde di sì, notando che il suo amico si sta sbiadendo. Lui le spiega che ora lei ha suo padre e che gli amici immaginari prima o poi devono andarsene, ma lei non vuole che vada via, perchè è il suo migliore amico. Lui le promette che si divertirà nel nuovo luogo dove andrà e poi svanisce cantando la sua allegra canzone. Alla fine Amanda chiama Haley per andare da suo padre. Poi ritroviamo Nick nello stesso bagno dove è incominciata la serie, in una struttura ad anello, mentre è in procinto di apparire in un film. Happy appare accanto a lui, dicendo che non può abbandonarlo nel suo momento più buio. Nick non comprende inizialmente cosa voglia dire, ma poi inizia a sfogarsi, svelando il suo nuovo problema: lui è l'eroe di Haley, ma al tempo stesso non ha la minima idea di come si fa' ad essere un padre e la cosa lo spaventa molto. Happy dice che come amico immaginario lui ha il compito di aiutare chi ne ha bisogno e Nick realizza che la loro partnership è ripresa a pieno, presagendo un futuro roseo ed esplosivo per loro.


-Punizione: Dopo i titoli di coda vi è una breve scena, in puro stile cine-comic. Blue è finito in carcere e riceve la visita di suo nipote Mikey, chiedendogli se gli ha portato ciò che vuole. Il ragazzo respira sul vetro, per poi svanire. Alla fine Blue inizia a storcersi tutto, rivivendo dei flash violenti, per poi ricomporsi e la guardia gli chiede se sta bene. Lui risponde solo di avere fame, chiudendo definitivamente l'episodio.

VERDETTO

La prima stagione di Happy! si è conclusa in modo simpatico e scorrevole, mantenendo quel buon tasso di ironia e intensità visto negli episodi precedenti. Nick ha salvato sua figlia Haley, con l'aiuto di Happy, il quale sembra essersi molto legato a lui, specialmente in vista del nuovo compito di padre che attende il nostro protagonista. Un altro personaggio che ha visto un'interessante evoluzione è stato Meredith, la quale, una volta compresa totalmente la malvagità di Blue, decide di fare la cosa giusta, arrivando persino a inscenare la morte del suo ex-partner. La vicenda principale si è chiusa, aprendo dei possibili spiragli nel futuro della serie. Rivedremo Sonny Shine? Blue è rimasto vittima di una possessione demoniaca? Che cosa ha scatenato il rito dell'anziana signora siciliana per risvegliare Mikey? Perchè questa password è tanto importante? Probabilmente dovremo attendere la seconda stagione per scoprirlo.

IL PAGELLINO



Happy!, nei suoi primi otto episodi, si è presentato come un prodotto interessante ed estremamente sovversivo per il genere. Una storia di redenzione e riscatto, con un' impronta estremamente fumettistica e sarcastica, come si addice a una buona trasposizione da fumetto a opera in live-action. Una serie che va vista soltanto se siete abbastanza capaci di attuare la sospensione dell'incredulità e lasciarvi travolgere dalla dissacrante ironia che accompagna le varie vicende. Nota di merito maggiore va decisamente all'interpretazione di Christopher Meloni, potente, divertente ed estremamente espressiva, vero nucleo portante della serie e che già sappiamo essere un'interprete di una certa levatura, partendo dai suoi dodici anni in Law & Order: Special Victims Unit, fino ai suoi personaggi ricorrenti in serie come OZ, True Blood o Underground. Insomma la SyFy si distanzia dai suoi racconti prettamente più sci-fi portando alla luce una storia festosa e realistica a modo suo, che può divenire anche migliore in futuro.

Rileggete le recensioni degli scorsi episodi:

1x01: SAINT NICK
1x02: WHAT SMILES ARE FOR
1x03: WHEN CHRISTMAS WAS CHRISTMAS
1x04: YEAR OF THE HORSE
1x05: WHITE SAUCE, HOT SAUCE?

1x06: THE SCRAP YARD OF CHILDISH THINGS
1x07: DESTROYER OF WORLDS

Grazie per aver seguito Happy! insieme a noi! Continuate a seguirci per notizie in tempo reale sulla seconda stagione!


Un saluto alle affiliate
Multifandom Talk About Telefilm, British Artists Addicted Serie tv concept Telefilmiamo, I Drogati di Telefilm Cinema, movie and pop, Multifandom il mondo che non c'è


Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Ada_Bowman

Posta un commento