LEGENDS OF TOMORROW - Recensione 3x15 "Necromancing the Stone"

Buongiorno carissimi, sopravvissuti a questo episodio di Legends of Tomorrow?
Per quel che mi riguarda, questo è stato un SIGNOR episodio! Constantine è tornato, abbiamo avuto un sacco di feels e pure una bellissima rivelazione.

Ma andiamo con calma: l'episodio si apre con le Avalance sulla Waverider che sono assolutamente adorabili. Ava gelosa di Constantine era fantastica. Ma, ormai lo sappiamo, la situazione rimane tutta rose e fiori per molto poco sulla Waverider.

E infatti Sara "decide" di indossare il totem della morte portando l'horror dalle Leggende. E qui inizia lo scontro principale, quello tra Sara e Mallus. Mi è piaciuto tantissimo quello che ci hanno lasciato vedere e scoprire del passato di Sara nella Lega degli Assassini. Subito pensavo che la bambina del sogno fosse Laurel, ma mi sbagliavo: è la figlia di uno degli uomini che ha dovuto uccidere quando era al servizio di Rha's al Ghul. Sarebbe bello arrivare pian piano a scoprire ancora di più su di lei. Certo, sappiamo che è tormentata, che non si perdona per come era in passato, che convive da anni ormai con un senso di colpa enorme e le Leggende sono il suo modo per fare ammenda, ma non abbiamo mai visto concretamente cosa l'ha portata a sentirsi così. Un conto è saperlo, un altro è vederla uccidere a sangue freddo un uomo che la implorava di non farlo. Ad ogni modo, mi auguro che questo episodio sia l'inizio di un percorso di perdono e accettazione per il nostro Capitano, perché obiettivamente si merita tutta la felicità e la tranquillità possibili.

Poi ragazzi, vogliamo parlare del fatto che tutti, tutti hanno provato a farla tornare in sé e l'unica che ci è riuscita è stata Ava?! Il mio cuore non ce la stava facendo. E poi non ce l'ha fatta proprio più, perché è arrivato il discorso di merda di Sara. Certo, è comprensibile che lei non si senta abbastanza, che pensi di rovinare tutto quello che tocca, ma visto che sono entrambe adulte e vaccinate dovrebbe lasciare che sia Ava a decidere cosa è meglio per lei. Sara l'ha avvisata - non che ce ne fosse bisogno, visto che la Sharpe sapeva già tutto - ma non ha il diritto di prendere decisioni al suo posto. Ahimè, è quello che succede sempre nelle serie TV. Speriamo che ci restituiscano la Avalance nel finale di stagione perché non sono mica soddisfatta con quel poco che ci hanno fatto vedere.

Passando al resto delle Leggende, abbiamo Wally che rivede Jesse, Nate che rivede suo nonno e Zari che rivede suo fratello. Per quel che riguarda Wally e Nate, quelle due apparizioni mi hanno fatto abbastanza incazzare, se devo essere sincera. Per come l'ho vista io in The Flash, Jesse è stata parecchio egoista, quindi quella scena strappalacrime era proprio fuori luogo. Il nonno di Nate invece l'ha cazziato per niente. Non ho proprio capito da dove arrivasse quel senso di superiorità e quell'odio. Ovvio, era Mallus che parlava e li ingannava, ma mi hanno fatto arrabbiare lo stesso. Zari invece è tutta un'altra storia. Mi ha spezzato il cuore vederla così fragile. Si capiva quanto volesse credere con tutta se stessa che quello fosse davvero suo fratello, che fosse vivo e fosse con lei, ma sapeva benissimo che era solo un'illusione. Ed è per quello che è stato ancora più straziante.

Infine abbiamo Mick, che spinto da Amaya ha indossato il totem del fuoco e ne è diventato il portatore legittimo. Ragazzi, che scena. Non so se ci credo, al fatto che la passione di Mick per il fuoco sia sempre stata collegata al totem, ma di sicuro chi meglio di lui poteva reclamarne il potere? Credo che Rory abbia sempre avuto paura di abbracciare a pieno il suo lato eroico a causa di quello che è successo a Snart. E anche stavolta ribadisce il concetto: "Io non sono un eroe". Peccato che in realtà lo sia. E il totem lo sa bene. E infatti è l'unico che riesca a fermare Mallus, a dare il tempo a Ava di stabilire un contatto con Sara e riportarla da lei.

E il meraviglioso guest di questa puntata? Constantine è tornato, e - pare - è tornato per restare. Sono così, così contenta! Ci sono diversi motivi per cui lo amo, tra cui: la sua "r" così maledettamente eccitante, il suo humour pazzesco, la sua iterazione con gli altri personaggi, la sua faccia e in generale la sua presenza scenica. Alla fine non è stato fondamentale in questo episodio, almeno non quanto mi aspettassi prima di vedere effettivamente la puntata, ma si è sentito che c'era ed era bello che ci fosse. E quindi niente, speriamo di vederlo spesso in futuro perché sarebbe super figo.

Bon, penso di aver cianciato abbastanza. Vi do appuntamento alla prossima settimana e vi mando un bacio <3

Varie:

1)
Morta.

2)
Ancora più morta. Shipperei John con chiunque, dico davvero. Pure con me.

3)
Ah, Nate, quanto mi mancavano le tue battute fenomenali.



4)
Ma di cosa stiamo parlando ancora.


Un saluto alle affiliate: ColdFlash - Wentworth Miller Italia Justice of Shield - Serie tv concept - Once a Fangirl, Always a Fangirl - Telefilmiamo - Multifandom - » A fangirl thing. - Multifandom il mondo che non c'è - I Drogati di Telefilm - Crazy Stupid Series - Cinema, movie and pop - Nella mente di una serialist. - Subtitles on Demand - Talk about telefilm

Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Anna Franchini

Posta un commento