COLONY - #RewatchTime: 2x04 "Panopticon"

“We stay together. That’s how we survive.”
Ben ritrovati con il #RewatchTime di Colony! Nel quarto episodio della seconda stagione si gioca in un terreno più casalingo, mostrandoci le difficoltà di Will e Katie nel far ambientare Charlie, come nel chiarire le loro divergenze, e il conflitto emotivo di Jennifer, che le ha dato la possibilità di esprimersi al meglio come personaggio, dandole un volto più umano.

ARTICOLI CORRELATI: #RewatchTime: 2x03 "Sublimation"

TITOLO: Panopticon

Regia: Juan Josè Campanella

Scritto da: Ryan J.Condal e Wes Tooke

VOTO:


COMMENTO

L'episodio si apre fuori dagli Stati Uniti, dove vediamo Helena Goldwyn presenziare a una conferenza per decidere il destino del blocco di Los Angeles. A casa Bowman, dove si concentrerà la maggior parte dell'episodio, Grace fa visitare la casa a Charlie, mentre Katie informa Will della sorte di Bram, lasciandolo più sconvolto di quanto non lo fosse già in precedenza. Lui le racconta di quello che è successo a Santa Monica, della morte di Devon e del fatto che il drone li ha risparmiati, ritenendo che sia successo perchè lui lavorava per l'Occupazione. Il tutto viene visto, come già sappiamo, da Jennifer, che viene nuovamente convocata da Bennett circa la sua fonte sui ribelli; lei non si sbilancia e lui decide di affidarle un agente, Burke, col compito di indagare sulla vicenda della sua unità. Sia Will che Katie cercano di parlare con Charlie ma il ragazzo reagisce freddamente e rimane chiuso in se stesso. In seguito Will e Katie si confrontano sulle loro divergenze e lui le confessa di aver ucciso Quayle per proteggerla, una cosa che anche Jennifer apprende con grande stupore. Lei gli spiega che Bram ha usato un tunnel per attraversare il Muro, lo stesso che Will e Beau avevano scoperto e segnalato a Snyder, facendolo sentire più in colpa. Lindsay va a trovare i Bowman e vuole fare la conoscenza di Charlie, il quale pronto con un coltello sotto il letto, realizza subito che la tutrice non è affidabile, chiedendo a sua madre di sbarazzarsene. Burke mostra a Jennifer il reparto di sorveglianza, con una postazione per ogni settore del blocco, ricordandole che farà di tutto per scoprire la verità su quando sta accadendo. Katie dice a Will che ha offerto se stessa a Jennifer e che è spaventata per quello che accadrà; lui la rassicura dicendo che si occuperà della sua collega, ritenendola una debole, cosa che naturalmente irrita Jennifer. Come reazione, lei va da Bennett per spifferargli tutto, ma poi si riprende, dicendogli che Will è tornato in città. Durante una lezione di Lindsey, uno dei suoi libri va a fuoco (grazie a Charlie) e la tutrice, sconvolta, se ne va. Will nota che l'allarme antincendio non si è spento e chiede a Katie di aiutarlo a pulirsi: in realtà le svela che sono sorvegliati e che non potranno più parlare di nulla in casa. Jennifer inizia a cancellare le registrazioni, decisa a non consegnare i Bowman all'Occupazione e Will e Katie si promettono a vicenda che non dovranno più esserci bugie fra di loro. Jennifer torna a casa e guarda un vecchio filmato di lei e il suo defunto fidanzato, mentre beve del vino e prende delle pillole, segno che sta per compiere il suo gesto estremo, con l'inquadratura del reparto di sorveglianza che chiude l'episodio.
Uno dei migliori episodi della serie, in termini di esecuzione e di stile, perchè pur non avanzando sul tema degli invasori (ad eccezione del prologo), o sulla storia di Bram, comunque ci regala un momento di importante riflessione sul tema della sorveglianza, decisamente attuale nel mondo in cui viviamo, e crea delle basi per una ricostruzione del rapporto fra Will e Katie, il cui scopo è ora tenere unita la loro famiglia.

NOTE DI INTERESSE


-L'episodio si apre con Helena che si appresta ad incontrarsi con gli altri leader per discutere sul futuro di Los Angeles; lei, prima di entrare, si toglie la spilla dell'Occupazione, per indossare quella del Greatest Day, un gesto piuttosto insolito. Poi entra con un certo nervosismo, parlando dei piani del blocco, a cui si fa riferimento alla "Total Rendition", una cosa che non sembra così piacevole.

-L'Occupazione utilizza un reparto di sorveglianza per controllare ogni abitante del blocco senza che loro lo sappiano; questo si ricollega al titolo dell'episodio, preso dal progetto proposto da Jeremy Bentham (lo so che questo nome lo conoscete) di un carcere ideale, in cui un unico sorvegliante era adibito al controllo dei detenuti, i quali ne erano totalmente allo scuro.

-A quanto pare sembra che abbiamo visto gli ultimi istanti di Jennifer McMahon, ma in questa sequenza vi è qualcosa di anomalo; perchè fra tutte le postazioni di sorveglianza, quella per Jennifer era vuota? Che l'addetto abbia capito che stava per togliersi la vita o semplicemente gli è stato detto di infischiarsene? Non ci è dato saperlo, ma speriamo vivamente che non sia stato detto tutto di lei.

-In questo episodio facciamo la conoscenza dell'insensibile Burke (Toby Huss, Halt and Catch Fire) e la collega di Jennifer Betsy (Keiko Agena, Gilmore Girls).


Ci vediamo domani con il nostro ripasso del quinto episodio!

TUTTE LE NOTIZIE SULLA STAGIONE 3!


Un saluto alle affiliate
Colony Italia,I Drogati di Telefilm, Cinema, Movie and Pop Multifandom il mondo che non c'è, Josh Holloway Italia Serie tv Concept
Talk About Telefilm

Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Ada_Bowman

Posta un commento