GOTHAM - "Quando Ra's Al Ghul inscena la Mummia" Recensione dell'episodio 4x19 "To Our Deaths And Beyond"


Sappiamo tutti che niente a Gotham rimane morto per sempre, e dopo aver momentaneamente accantonato il personaggio del Joker, la serie lascia spazio alla Lega Degli Assassini e al ritorno di Ra’s Al Ghul, con un episodio che purtroppo mostra tutti i limiti della serie e la poca lungimiranza degli autori stessi.
Se le origini del Joker hanno lasciato perplessi in molti, con “To Our Deaths And Beyonds” la serie ricade nelle vecchie abitudini e tutti i suoi problemi tornano a galla in maniera abbastanza lampante. Il tono sembrava quello dei peggiori episodi della terza/seconda stagione, che speravo ci fossimo lasciati alle spalle.
Una volta, chiusa la trama di Sofia Falcone, mi aspettavo che con Cameron Monaghan e il suo Joker ormai fosse impossibile creare brutti episodi, specie perché gli autori avevano dato prova di aver imparato dai propri errori e di essersi migliorati.
Ebbene tutto ciò non è avvenuto, e questo episodio racchiude un po’ tutte le discutibili scelte di trama fatte fino ad ora, insieme al pessimo trattamento riservato ad alcuni personaggi tra cui Lee Thompkins, L’Enigmista, e il povero Ra’s Al Ghul, che da rispettato capo di una setta, in Gotham non si è ancora capito cosa voglia fare della sua vita oltre a stalkerare un sedicenne e scegliere eredi a caso.
Un episodio che avrebbe dovuto mantenere alta la curiosità dei fan in vista del finale di stagione, invece, non fa altro che porre l’accento su tutti i punti deboli dello show e detto molto francamente smorza l’entusiasmo.
Gli autori continuano a lasciare spazio nella trama a personaggi che ormai hanno fatto il loro tempo, senza nemmeno sapere più come gestirli, e il tutto, purtroppo, intacca le cose buone della serie, oltre a creare situazioni anticlimatiche e senza senso.
“To Our Deaths And Beyond” si concentra sullo scisma nella Setta Degli Assassini e su ritorno di Ra’s, ma per chi si aspettava una lotta intestina tra le due fazioni della Lega, inevitabilmente è rimasto deluso, perché non c’è nessun esercito e nessuna guerra, oltre che meno azione di quanta avessi preventivato.


L’episodio si apre con Selina, in macchina con Bruce, che si stanno dirigendo verso un telefonatissimo agguato di Tabitha e della parte maschile della Lega, per riportare in vita il compianto (mica tanto) Ra’s.
Il tutto è talmente semplice da risultare banale. Il rituale non consiste in altro che versare un poco del sangue di Bruce sul loro maestro per rianimare il suo cadavere decomposto, e informarlo del casino commesso dalla sua cosiddetta erede. Insomma, anziché rivolgersi al centro reclami e assistenza della setta, riportano in vita il capo.
Da qui in poi, mi aspettavo un entrata in scena di Brandan Fraser, perché i paragoni alla trilogia della Mummia si sprecano, e da un momento all’altro mi aspettavo che Ra’s rivelasse di chiamarsi Imothep. 

Ecco come Barbara e Bruce avrebbero dovuto fare 
Credo che peggio di così, il personaggio di Ra’s non potesse finire, da grande veggente e saggio quale dovrebbe essere, sembra non sapere bene nemmeno lui perché abbia scelto Barbara (e non Bruce che comunque vuole come erede…vabbeh) e nel combatterla per riavere il marchio, riesce pure a perdere con lei nelle arti marziali (facciamo presente che aldilà della preveggenza o no, lui dovrebbe essere un maestro quasi invincibile) salvo vincere minacciando Tabitha, così che Barbara sia costretta a salvare l’amica e cedere il suo potere.


Premettiamo che non capisco il senso di affidare il potere a Barbara per poi toglierglielo nel giro di un episodio, e no, non mi sto riferendo a  Ra’s Al Ghul, ma agli autori, e in ogni caso, avendo lei il potere di vedere contemporaneamente anche il futuro, non avrebbe dovuto farsi fregare così, ma vabbeh fa niente.
Il punto è che se Ra’s avesse giocato pulito sarebbe stato battuto, cosa che ha dell’incredibile visto che, marchio del demone o no, anche da morto dovrebbe essere in grado di battere una Barbara qualunque ad occhi chiusi.
Senza contare che non si è ben capito perché Tabitha avrebbe mai dovuto dare realmente ascolto a degli sconosciuti, riportando in vita uno psicopatico. D’accordo che voleva liberare Barbara dal marchio della Testa Del Demone, ma non mi è comunque sembrata una mossa intelligente, visto e considerato che poteva sul serio finire ammazzata.
Se non altro Barbara alla fine dimostra di avere un po’ di buon senso, salvando Tabitha e smettendo di essere accecata dal potere e dal suo discutibile destino racchiuso in un quadro.
Purtroppo però il tutto risulta abbastanza banale e privo di scopo, se non quello di riportare in vita Ra’s Al Ghul, peccato che ci sarebbero stati altri modi, meno complicati e dispersivi, come le fonti di Lazzaro, per esempio (nei fumetti lui ne fa uso diverse volte se non erro) oppure evitare direttamente il coinvolgimento di Barbara e fare in modo che Ra’s avesse un collegamento con Bruce. Per altro lo stesso maestro assassino sembra essere funzionale soltanto nel rivelare a Bruce e Selina che presto si abbatterà una tragedia sulla città, e che allora Bruce dovrà compiere il suo destino.
Il top è stato raggiunto però dalla scena in cui Ra’s spezza il pugnale super magico come se fosse un grissino, rivelando per altro quanto fosse finto e plasticoso. Teoricamente non dovrebbe essere possibile spezzare in quel modo qualcosa di antico e magico e che dovrebbe essere fatto di metallo, va bene maestro di Kung fu e tutto quanto, ma così si esagera.
Una trama che ha ben pochi punti forti e che vengono catalizzati tutti nei personaggi di Bruce, Selina e Alfred, peccato che a tutti e tre venga concesso di fare ben poco. Lo stesso Bruce, prova fino alla fine a fare del bene e a sconfiggere Ra’s, ma finisce a fare da sfondo, insieme a Selina. Il loro apporto alla trama è veramente minimo, ma lui e Selina sono stati comunque adorabili e mi è piaciuto che lei temesse che uccidendo Ra’s Bruce tornasse quello dei mesi passati e volesse proteggerlo. E anche le interazioni tra Alfred e Tabitha mi hanno divertito, almeno.


Insomma, molto rumore per nulla, e un'altra trama che dimostra come gli autori facciano giri immensi per poi concludere poco e male le cose. A mio avviso, dovrebbero imparare a restare sul semplice e a essere più lineari, senza complicarsi la vita.
In ogni caso Barbara ha comunque le sue femministe, quindi chissà, magari la gara maschi contro femmine la facciamo nella prossima puntata. Chiamerei comunque Bonolis e Madre Natura, per ogni evenienza.


GOTHAM - "Legion Of Horribles". Recensione dell'episodio 4x17 "Mandatory Brunch Meeting"

E in ogni caso, è terribile dirlo, ma la trama della Lega Degli Assassini, non è nemmeno la parte peggiore, secondo me.


Ho trovato la trama dell’Enigmista e Lee Thompkins ancora più indigesta se posso dirlo. Un po’ perché L’Enigmista è uno dei miei villain preferiti e invece il suo potenziale è sempre penalizzato da delle zavorre che ogni volta gli autori si premurano di affibiargli. Con la storia della doppia personalità si sono complicati la vita, e se già non mi piaceva sin dalla prima stagione come idea, con la nascita dell’Enigmista, avrebbero dovuto chiudere la questione, dato che Ed aveva trovato il suo vero io, invece hanno continuato a impantanarsi e a usare la doppia personalità come deus ex machina. Una scelta che si sta rivelando sempre più pessima.

Possiamo presumere che la relazione tra Lee e Nygma sia nata così
Oltretutto, aldilà degli altri problemi, gli autori dimostrano anche di non riuscire a mantenere un'unica linea dato che prima L’Enigmista si fa quasi uccidere pur di non vendere Oswald a Sofia, per poi invece fregarsene cinque minuti dopo e tradirlo senza motivo. Almeno gli autori potrebbero evitare di smentire quello che loro stessi scrivono, giusto per coerenza.



Ho sperato fino all’ultimo che Nygma tradisse malamente Lee, e invece ovviamente usa Oswald e Grundy e fa solo il doppio gioco per aiutare la sua nuova fiamma.
Del personaggio di Lee non so cosa dire, è un evoluzione raffazzonata e senza senso, di un personaggio che all’inizio mi piaceva molto. Per altro lei è convinta di poter gestire Jim Gordon, ma spero che il Capitano le dia quello che si merita facendola finire in cella e si tolga dalla testa l’idea di salvarla perché mi sembra che sia una causa persa ormai.

Le facce schifate di Oswald sono la parte migliore
Siamo a tre episodi dalla fine e Gotham dà il peggio di sé praticamente, ma Ra’s ci ha annunciato il caos e la distruzione. Un cataclisma che secondo gli autori fungerà da reset e trasporterà lo show nella quinta stagione. Sempre che venga rinnovato. Al momento, lo show si prenderà una settimana di pausa e il nuovo episodio andrà in onda il 3 maggio su Fox. Speriamo che il nuovo Joker sia fantastico da vedere e risollevi le sorti dello show.




Come sempre, un saluto alle nostre affiliate:
David Mazouz Italia Justice Of Shield Italia Cameron Monaghan Italy Gotham Italia - "There will be light" Crazy Stupid Series I Drogati Di Telefilm Cinema,movie and pop Telefilmiamo Subtitles On Demand

Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Cristina F.

Posta un commento