SCANDAL - “Over A Cliff”. Recensione 7x18


Dopo sette anni, il politica drama si è concluso con un finale volutamente aperto. La puntata conclusiva intitolata “Over A Cliff” chiude una serie per alcuni versi rivoluzionaria, che tra alti e bassi ha avuto al centro di tutto, per la prima volta, una donna di colore.





Anche se sulla conclusione non mancano dubbi e perplessità c’è da dire che si è tentato di ripristinare l’ordine delle cose e della giustizia. Olivia e i QPA parlano apertamente del B613, consapevoli di mettere a rischio la vita e la libertà. I protagonisti sono disposti a tutto pur di redimersi dal loro passato. Anche se hanno agito per il bene della repubblica, non c’è dubbio che tutte le loro azioni hanno comportato uno spargimento di sangue eccessivo e a volte fuori luogo.


A guidare i Gladiatori dal cappello bianco verso la legalità è David Rosen, che nel corso della serie è stato il faro dell’onestà e della giustizia. Guida i suoi compagni d’avventura verso il loro destino pronto ad affrontare il nemico a testa alta. Il confronto tra David ed un irriconoscibile Jake, è un momento della puntata molto intenso. Il personaggio di Rosen dimostra come con il coraggio e con i principi si può affrontare e sovvertire un sistema corrotto. David non cede alle minacce di Jake ed è consapevole che la sua presa di posizione potrebbe costargli la vita. E’ Cyrus a porre fine alle azioni di Rosen, il Vice Presidente decide di assassinarlo. La morte di David è inaspettata e risulta in controtendenza rispetto al messaggio che la Rhimes vuole diffondere. Nonostante sia stato un uomo corretto, l’unico che non si è macchiato di nessun delitto e ha agito nella legalità, è l’unico che perde la vita, mentre ai veri colpevoli non accade nulla.


Sconfitto David Rosen, sembra che il destino di Olivia e della presidenza Mellie sia arrivato agli sgoccioli. Se quest’ultima rischia di essere destituita, per la prima c’è in gioco la libertà. A salvarle arriva inaspettatamente Eli. L’uomo che per anni ha avuto un rapporto controverso con la figlia, decide di intervenire per salvarla dalla prigione e per consentire alla Grant di portare a termine il suo mandato. Pope nel suo monologo, non risparmia attacchi a quella che lui definisce la White Supremacy. Anche se ha una visione un po' contorta sulla conquista e conservazione del potere tra cui l’omicidio di leader politici, non rinuncia ad attaccare un sistema a suo avviso ipocrita. L’America considerata la terra dei sogni e delle opportunità in realtà ha in sé un razzismo latente, che ha bisogno di molta strada per essere superato.


Finalmente Quinn e Charlie riescono a sposarsi, mentre Mellie capisce di poter contare sulle sue forze per governare il paese. La donna riesce a lasciarsi andare nella vita privata e ad accettare i suoi sentimenti per Marcus. I piani di Cyrus non si realizzano. L’uomo non otterrà mai la presidenza, al contrario si deve rassegnare ad una vita modesta, fuori dai giochi della Casa Bianca. Per un uomo che ha lottato solo ed esclusivamente per avere accesso allo Studio Ovale, la sconfitta in questo senso brucia di più di una condanna a morte o di una vita dietro le sbarre. L’unico ad essere condannato è Jake. Non c’è dubbio che nelle ultime puntate il suo cambio di rotta lo hanno reso antipatico, ma il fatto che solo lui abbia pagato per i delitti di cui si sono macchiati tutti, sembra una decisione ingiusta da parte degli autori.


Olivia sembra avere il suo lieto fine. Anche se viene lasciato tutto in sospeso e non viene detto nulla, mentre abbandona la Casa Bianca sembra essere pronta ad iniziare la vita che ha sempre sognato con Fitz in Vermont. La vera vittoria della Pope è racchiusa nei traguardi raggiunti durante la sua carriera. La serie si conclude con due ragazze di colore che ammirano un ritratto di Olivia diventata simbolo di potere. Anche se la serie ha avuto alti e bassi, ha avuto il merito di porre al centro dell’attenzione una donna afroamericana, che per alcuni anni è stata al centro della politica americana.


Recensione 7x01
Recensione 7x02
Recensione 7x03
Recensione 7x04
Recensione 7x05
Recensione 7x06
Recensione 7x07
Recensione 7x08
Recensione 7x09
Recensione 7x10
Recensione 7x11
Recensione 7x12
Recensione 7x13
Recensione 7x14
Recensione 7x15
Recensione 7x16
Recensione 7x17



Un saluto agli amici di: Serie tv conceptTelefilmiamo Talk about telefilmMultifandom il mondo che non c'èCinema, movie and popMultifandom.


  Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Francesca Baranello

Posta un commento