WESTWORLD - Recensione episodio 2x03 "Virtù e Fortuna"


These violent delights have violent ends.
 
Ancora una volta sentiamo qualcuno pronunciare le parole di Shakespeare, ma non si tratta più di Dolores. 

L'episodio si apre con uno scenario esotico e inusuale e il primo pensiero va subito allo Shogunworld. In realtà capiamo quasi immediatamente che si tratta del Raj World, un parco ambientato nell'India britannica. In questo breve prologo assistiamo ad una ribellione degli hosts nel parco 6 (quindi la rivoluzione va molto oltre Westworld) e finalmente scopriamo da dove arriva la tigre del primo episodio e come è giunta fino a Westworld. Insieme alla tigre arriva anche un nuovo misterioso personaggio che sicuramente avrà molto da raccontare.
Contemporaneamente (nella linea temporale del passato), Dolores, insieme agli hosts che ha riprogrammato, a Teddy ed Angela, richiede protezione al Colonnello Brigham e ai Confederados in cambio di armi avanzate rubate agli umani. E' in questo momento che Dolores e gli altri catturano Bernard e Peter Abernathy, mentre Charlotte invece riesce a fuggire. 
A distanza di pochissimo tempo esplode una battaglia tra la Delos e il piccolo esercito di Dolores, e la ragazza non esista un attimo a sacrificare il Colonello e tutti i suoi uomini per distruggere gli avversari. 
Nel frattempo Bernard, rimasto solo con Peter, riesce a scaricare i file segreti messi dalla Delos dentro all'host e a scoprire qualcosa di importante (sul web si vocifera che sia un progetto di esportazione della coscienza umana all'interno degli hosts).
Lontana da tutto il caos della rivoluzione, Meave continua il suo viaggio insieme a Hector e Lee. A loro si aggiungo Armistice, Felix e Sylvester e nella scena finale li vediamo incontrare il primo (e apparentemente poco amichevole) samurai dello show. 

 
Il titolo machiavelliano della puntata ci aveva fatto ben sperare, così come l'idea di una grossa battaglia in agguato. In realtà questa terza puntata è stata piuttosto povera di suspance (esclusa forse la fuga di Meave e gli altri verso l'ascensore) e di azione. Insomma, non proprio quello che ci aspettavamo. 

Il primo episodio ha avuto la pecca di essere troppo introduttivo e prolisso, il secondo invece è riuscito ad attirare la nostra attenzione, mentre col terzo di nuovo si sente la mancaza di un'azione vera o propria o quantomeno, di una novità interessante. Una giostra continua tra alti e bassi dovuta forse anche a un'eccessiva complessità delle storyline e degli incroci temporali. 

Le scene più intriganti sono state senza dubbio quelle del prologo, che ci ha mostrato un nuovo parco e ha rinfrescato un po' la storia, e l'introduzione alla fine dei samurai e dello Shogunworld.
Anche il dialogo tra Dolores e il padre è stato un momento emotivamente molto forte, restituendo alla protagonista un po' di umanità e amorevolezza della prima stagione. 


Per il prossimo episodio ci è stato promesso un grande massacro che potrebbe portare già all'epilogo di questo arco narrativo. Pare infatti che la puntata successiva, la 2x05, sarà interamente in giapponese e dedicata appunto allo Shogunworld e per questo già dalla prossima settiamana potrebbe esserci una svolta decisva!

Cosa ne pensate di questo episodio? Continuate a seguirci per tutte le news! 


Un saluto alle affiliate: MultifandomMultifandom is a way of lifeAn Anglophile Girl's DiaryTalkaboutelefilmBritish Artists AddictedGli Attori Britannici Hanno Rovinato La Mia VitaOnce a Fangirl always a FangirlSerie tv ConceptTelefilmiamoNella mente di una serialistTelefilmiamo   



Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Francesca Manca

Posta un commento