OUTLANDER - Recensione 4x01: America The Beautiful



Riecco i nostri amati Jamie e Claire! 
Nuove avventure li attendono....ma quanto ci sono mancati??
Attenzione: Spoiler!


Le forme circolari affascinano da sempre l'uomo, come dice Claire nell'introduzione e proprio questo è il motivo principale che torna spesso durante l'episodio.


Dopo tanto tempo, ritroviamo i coniugi Fraser subito alle prese con un triste avvenimento: il caro amico Gavin Hayes, che li aveva accompagnati nel viaggio con l'Artemis, viene impiccato per omicidio. Jamie ha pure un piano per liberarlo prima che salga al patibolo, ma nulla può contro la volontà di Hayes e, da bravo amico, deve accettarlo.


In attesa di essere impiccato c'è pure un uomo che sarà la causa del primo grande dolore dei Fraser in America: Stephen Bonnet.
Ladro, pirata, malfattore, ma, soprattutto, egoista e malvagio, dapprima si finge amico e impietosisce Jamie e Claire pur di raggiungere i suoi scopi; poi, colpisce inaspettatamente, senza alcuna pietà per chi lo aveva aiutato a fuggire.

L'episodio, infatti, termina con l'assalto di Bonnet e compagni all'imbarcazione con la quale i Fraser  stanno raggiungendo River Run dove vive Jocasta Cameron, la zia di Jamie.
Vedere quest'ultimo, ancora una volta, riempito di botte e Bonnet che porta via la fede di Claire è un colpo al cuore, così come assistere alle lacrime della donna che riesce a salvare solo la fede del matrimonio con Frank, oggetto al quale, certamente, non è affezionata tanto quanto all'anello datole da Jamie.

Per fortuna, abbiamo visto anche cose belle in questo primo episodio della nuova stagione: Marsali aspetta un figlio da Fergus; l'arrivo di Rollo, il cane lupo vinto dal giovane Ian ai dadi; Claire e Jamie che annunciano a tutti di voler rimanere in America, mentre Ian dovrà fare ritorno in Scozia dai genitori preoccupati; Jamie che regala a Claire un bellissimo bauletto dove tenere i suoi preparati, corredato di microscopio; e una bella scena hot piena dell'amore intenso che li unisce e che ci era mancato.

C'è pure il tempo per una cena tra Lord inglesi, durante la quale non solo vendono un prezioso rubino che frutta loro una bella somma di denaro, ma ricevono pure una proposta importante: se si stabiliranno definitivamente in quella nazione in crescita riceveranno delle terre su cui vivere. E' l'offerta che si faceva a quel tempo (1767) a tutti gli emigranti in cerca di una vita migliore, come racconta la stessa Claire al marito, descrivendo ciò che accadrà da lì a qualche anno, quando in tanti rincorreranno "il sogno americano".
I canoni da pagare, però, sono eccessivi e se Jamie giurasse fedeltà al Re potrebbe evitarli del tutto. Sappiamo bene, però, che l'uomo è un giacobita convinto e ha giurato fedeltà: se accettasse quelle terre, dovrebbe combattere nella Rivoluzione Americana, che avverrà da lì a 8 anni, con i rivoluzionari contro la Corona. Stavolta, però, come preannuncia Claire, gli Inglesi perderanno e lo si troverebbero di nuovo dalla parte sbagliata della storia.


Un bel rompicapo, insomma, che si unisce all'opera dei briganti capeggiati da Bonnet e che Claire aveva previsto nei suoi incubi notturni. 
Solo l'amore che provano l'uno per l'altro potrà aiutare i Fraser a superare questo momento. Hanno vinto già tante battaglie personali e questo è l'ennesimo ostacolo che si presenta davanti a loro.
Outlander è così, ormai lo sappiamo bene e ci piace anche per questo, ma ora....bentornati, Jamie e Claire!





Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Lidia Lyn

Posta un commento