THE 100 - Recensione 3.05 "Hakeldama"


Scusate il riardo di pubblicazione, ma ecco la recensione del nuovo episodio. Che dire, è stato davvero pieno di avvenimenti e di confronti e nonostante ci siano cose che ancora feriscono, è stato davvero un buon episodio.


Ad Arkadia la situazione è davvero degenerata e Pike e compagnia bella (si, Bellamy di te sto parlando) hanno fatto qualcosa di orrendo ed imperdonabile. Nonostante ciò, ho visto qualcosa di particolare nel momento in cui Pike fa il suo discorso: Bellamy – insieme ad Octavia, Lincoln, Abby e Marcus – non sembra per niente contento di ciò che ha contribuito a fare o almeno si trova in disaccordo con ciò che sta dicendo Pike e ci viene data conferma di ciò quando si ritrovano nella sala dei leader. Bellamy non vuole espandersi per 15 chilometri, Bellamy non vuole uccidere altra gente perché sa di aver fatto una cazzata e allora perché accetta la giacca e si rivolge in malo modo nei confronti di Kane e Lincoln? Perché?
Per qualcosa che molte persone non sono riuscite a comprendere: Bellamy non lo fa per odio nei confronti dei Grounders, lo fa per odio nei confronti di se stesso. Lui crede di essere un mostro, di non meritare di essere felice e proprio per questo si rende tale, si rende un mostro. Si condanna da solo. E con questo non lo ritengo assolutamente giustificabile, non lo è e non lo sarà mai perché uccidere tutte quelle persone è un atto veramente vile e cattivo, stiamo sempre parlando di un genocidio. Ha fatto qualcosa di irreparabile, ma lui voleva arrivare lì: si sente così in colpa nei confronti delle persone che ha deluso che ha trovato l’unica soluzione nel rendersi davvero il mostro che lui crede di essere e che lui pensa gli altri credano che lui sia. E’ tutto lì. E ce ne accorgiamo anche nella sua scena con la sorella e con Clarke.
Parlando della sua scena con Clarke devo dire che è una delle scene più belle dell’intera serie: la rabbia, la passione, il confronto … davvero, wow. Avevo bisogno di una scena del genere e Bellamy e Clarke avevano bisogno di un vero e proprio confronto. E, anche se so che questa scena occuperà gran parte della recensione, c’è bisogno di soffermarsi su di essa e tanto: per prima cosa notiamo come Clarke non lo accusi di niente. Lei non lo accusa di aver ucciso 300 persone, non addossa nessuna colpa al maggiore dei Blake, semplicemente cerca di farlo ritornare in se perché lei SA che ciò che ha fatto non lo definisce. Cerca di farlo ragionare, cerca di fargli capire che non tutto è perduto e che possono ancora farcela perché lei e Lexa hanno vendicato ciò che è successo a Mount Weather. 

Bellamy mostra subito del risentimento nei confronti di Clarke, ma quel “we” lo ferisce perché lui per primo aveva usato il “noi” con Clarke, ma lei aveva deciso di aver fatto tutto da sola. E ci siamo: lei ha deciso. Lei ha deciso di andare via, lei ha deciso di lasciarlo e questo lo ferisce perché loro dovevano stare insieme e non sto assolutamente parlando di relazioni amorose, ma sto parlando di fiducia, di rispetto reciproco e del loro rapporto da co-leader. Da quando hanno messo piede sulla Terra, loro hanno lavorato insieme e nel momento in cui Clarke è andata via, Bellamy ha perso qualcosa.  “And that is a good thing because people die when you’re in charge”. Non sta parlando solo di Clarke, sta parlando anche di se stesso. Quando lui – e Clarke – erano al comando molte
persone sono morte e questo lo ferisce, lui sente un forte senso di colpa. E Clarke non può ribattere ciò che Bellamy sta dicendo perché tutto ciò che è successo è conseguenza delle loro scelte, di quelle di Clarke.Ma quando si tratta di Clarke, Bellamy non resiste e si avvicina a lei per confortarla. Le prende la mano e si scusa, si scusa di ciò che ha fatto e di ciò che farà e dopo ciò vediamo la giovane Griffin sorridere veramente per la prima volta durante la stagione, per la prima volta. E poi Bellamy fa ciò che non avrebbe dovuto fare e l’ammanetta. Il problema è che i suoi occhi mostravano tutt’altro che tradimento. Dopo, Bellamy sta per internare Clarke che viene salvata da Octavia e dalla scarica elettrica – che lui si meritava – e ciò provoca dei sentimenti contrastanti nelle due ragazze e sicuramente anche in Bellamy.


C’è da vedere come si evolverà la situazione, sappiamo solo che non è facile. Nel frattempo, KUDOS a Bob Morley e grazie al cielo esiste. Può reggere lo show da solo, quella scena è stata meravigliosa.

Nel frattempo, sono rimasta delusa dalla poca presenza di Murphy che speravo avesse più spazio. Diciamo che le poche scene servivano per farlo diventare parte reale della storyline suppongo. (P.S. Emori non mi piace per niente)
Jaha, il nostro profeta preferito, ritorna ad Arkadia con la pillola magica che toglierà il dolore dal mondo. La pillolina viene offerta alla nostra piccola Raven che, poverina, sta soffrendo come pochi. Vediamo Raven ad un punto di non ritorno perché è ferita, non può
affrontare la vita in modo normale o meglio come la vorrebbe affrontare e quindi la vediamo ferita e in un momento in cui accettare quella pillola non le costa niente. Così la prende e vediamo una scena molto potente in cui Raven non prova più tanto dolore e vede ALIE. ALIE che aveva visto il suo potenziale e che crede Raven sia indispensabile per il loro piano: ma qual è il piano? Cosa vogliono fare davvero? DATEMI RISPOSTE.
Ad ogni modo, speriamo Pike muoia male. Trattare in quel modo Lincoln è stato poi inaccettabile e ciò mi fa pensare che quest’anno lo potremmo perdere. Sia a causa del nuovo ruolo da protagonista de suo interprete, sia per la sua presenza in prigione. Inoltre, vi ricordo la scena di Octavia e Bellamy nel trailer della terza stagione nel quale lei dice al fratello che per lei è morto e continuo a convincermi del fatto che Lincoln possa lasciarci. Mi dispiacerebbe troppo, onestamente.
Ho sentito la mancanza di Monty e Jasper e Miller è fantastico. Preferisco non esprimermi su Lexa perché il suo cambio repentino mi è sembrato troppo repentino, appunto. Sono contenta perché ciò vuol dire che sta crescendo, ma comunque mi sembra sia troppo sotto l’influenza di Clarke e ciò non mi piace. Ma voglio lasciarmi la possibilità di avere un dubbio e commentare al meglio nelle prossime puntate.

Ecco il promo della prossima puntata sottotitolato da Subtitles on Demand.


 ATTENZIONE! Stiamo cercando collaboratori che ci aiutino con le news di: Empire, Supergirl, Arrow, The Flash, Hawaii Five-0, Game of Thrones, Homeland, The Blacklist e Legends of Tomorrow. Per Hawaii Five-O e The Blacklist ci servono anche RECENSORI."

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Isabel

Posta un commento