LEGENDS OF TOMORROW - Recensione S01E15, "Destiny"



Il destino vuole che questo sia il quindicesimo episodio di Legends of Tomorrow, il penultimo di questa prima stagione.
O forse è Berlanti a volerlo?
Chi può dirlo, io sono sempre stato contrario all'idea che tutto sia già scritto.
Comunque, oggi scopriremo quale nuovo piano adopereranno le Leggende allo scopo di ingabbiare nuovamente Vandal Savage.

L'episodio è stato scritto da Phil Klemmer, Chris Fedak e Marc Guggenheim e diretto da Olatunde Osunsammi.

Giudizio:  6/10

I Signori del Tempo hanno incarcerato tutte le Leggende, tranne Snart e Sarah, e prima di giustiziare Hunter, il Maestro Bruce gli mostra l'Oculus, uno strumento che permette loro di modificare il tempo. Gli spiega che attraverso esso, hanno controllato gli spostamenti delle sue Leggende, fino a portarli al Punto di Svanimento, dove sono stati catturati. Gli spiega anche che il motivo per cui hanno aiutato Vandal Savage è stato perché nel 2175 gli alieni del pianeta Thanagar attaccheranno la Terra e senza l'autorità di Savage a controllare il pianeta, non sarà possibile respingerli. Inoltre, Mick Rory sta subendo un lavaggio del cervello per tornare ad essere Chronos.



Nel frattempo, Jefferson è tornato nel 2016 grazie alla scialuppa di salvataggio e chiede al Martin Stein di cinque mesi fa di riparare la navetta per poter aiutare le Leggende. Lo Stein del futuro, però, sta morendo per la lontananza dell'amico.
Snart e Sarah, intanto, preparano un piano per far evadere il team che riesce, anche grazie a Mick, su cui il lavaggio del cervello non ha funzionato. Il gruppo, a questo punto, decide di organizzare un piano per distruggere l'Oculus (a sinistra), cosi che Signori del Tempo non possano più controllare le loro azioni: l'Oculus, infatti, non può modificare ciò che avviene nel Punto di Svanimento. Tuttavia, Hunter è preoccupato poiché, avendo prima usato lo strumento, ha visto la morte di Ray Palmer in futuro.
Intanto, Vandal Savage ha rapito Kendra Saunders e l'ha portata con sé nel 2166, dove si avvia per uccidere la famiglia di Rip Hunter.


La strategia del team è di distruggere la macchina che dà energia all'Oculus. Grazie anche all'aiuto dell'appena tornato Jefferson, la squadra raggiunge il macchinario, ma Hunter si rende conto che Ray morirà nel tentativo di farlo esplodere, a causa del suo sistema di sicurezza. Per impedire di realizzare il futuro, Mick lo stordisce e decide di occuparsi lui dell'esplosione. Quando però Snart viene a saperlo, si precipita al macchinario, togliendo di mezzo Mick e sacrificandosi lui stesso per distruggere l'Oculus.

Ora che la macchina è stata distrutta, assieme ad una grossa parte del Punto di Svanimento, Hunter può vendicarsi senza problemi di Savage, che nel frattempo è riuscito comunque ad uccidere la sua famiglia.



Se avevo recensito con positività il decesso di Flash al termine del ventesimo episodio della sua serie, non riesco a fare altrettanto con Capitan Cold.
Probabilmente, non è neanche una morte "eterna", la sua: potrebbero benissimo dire che è caduto nel vuoto al di sotto della macchina e che si è come "perso nel tempo", una possibilità comprensibile, se pensiamo che Leonard Snart pare debba apparire anche nelle prossime stagioni di The Flash e Legends of Tomorrow.
Comunque, aldilà di ciò, non sono pienamente convinto da questo episodio. Oltre alla probabile non morte di Cold, altre cose mi lasciano perplesso, tanto per cambiare la percezione temporale che hanno gli autori: Jefferson torna cinque mesi indietro nel tempo per trovare Martin Stein, ma qualche episodio fa, lo stesso Stein non aveva detto che loro sarebbero tornati pochi secondi dopo la loro partenza?
Inoltre, i protagonisti non sembrano essere stati a girare il tempo per cinque mesi, al massimo per poche settimane. Se così fosse, non si sarebbero "abituati" alla dimensione non temporale, come aveva suggerito Hunter alcune puntate addietro?
Per carità, il concetto dell'Oculus è interessante, ed è bello vedere come la serie abbia posto un elemento di discussione, quello sul destino predefinito, molto interessante. Ma alla fine dell'episodio, ci si sente un po' beffati dai creatori: la famiglia di Hunter è morta lo stesso, Cold è probabilmente defunto, e adesso perché dovrebbero andare a sfidare Savage? Per condannare ancora di più l'umanità quando verrà attaccata dai thanagariani?
Oltre a ciò, perché Hunter adesso non tenta di tornare indietro per salvare la sua famiglia?
Tanti perché che rimarranno senza risposta senza motivo!
Forse, però, questo è stato il problema di tutta la serie in generale: l'incapacità, da parte degli autori, di mantenere una narrativa coesa e coerente lungo tutta la stagione. In generale, l'episodio è stato godibile, ma questi problemi continuano a inquietarmi e a pesare sulla considerazione generale che ho della serie.

L'unico riferimento particolare ai fumetti sta nel pianeta Thanagar: da esso provengono Hawkgirl e Hawkman nella loro versione post-crisi. In questo caso, i due erano poliziotti thanagariani ritrovatisi sulla Terra.

Con questo è tutto, Legends of Tomorrow terminerà la prossima settimana, a presto!





SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Scritto da Klaus Heller

0 commenti: